Bitcoin torna sopra gli 8mila dollari con l'aumentare delle tensioni in Medio Oriente

arcangelo rociola

Bitcoin è tornato sopra gli ottomila dollari negli ultimi giorni con l'acuirsi delle tensioni politiche internazionali. Il prezzo della criptovaluta è di 8,4 mila dollari, circa 1,4 mila dollari in più rispetto al prezzo con cui veniva scambiato prima dell'operazione dell'esercito americano che ha portato all'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani.

Bitcoin, dopo i picchi del 2017, ha visto il suo prezzo crollare per poi attestarsi intorno ai 6-7mila dollari, ma in questi giorni sta tornando ad apprezzarsi, seguendo lo stesso schema che ha visto aumentare il prezzo dell'oro, tornato a valere 1,5 mila dollari l'oncia, ai massimi da oltre sei anni.

Ma non è solo il prezzo di Bitcoin a raccontare il rinnovato interesse verso la criptovaluta. Su Google Trends Italia si è registrato un picco nelle ricerche dei termini "Bitcoin Iran", che oggi ottiene un punteggio di '100' su Google, il massimo del punteggio dato dallo strumento elaborato da Mountain View. Secondo il sito Cointelegraph, l'aumento delle ricerche dei termini "Bitcoin Iran" sarebbe aumentato del 5.000% negli ultimi quattro giorni.