Blackout Malta, ministro dell’Energia: “Colpa del maltempo in Sicilia”

blackout malta

A pochissimi gironi dal Natale, il governo Muscat si trova di fronte a un altro duro scoglio. Dopo le indagini sull’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, infatti, un blackout improvviso manda Malta nel caos. L’intera isola è rimasta al buio dalle ore 7:30 di domenica 22 dicembre: inevitabili le ripercussioni sulla viabilità, sui trasporti e sui servizi. I negozi hanno subito un duro colpo proprio durante gli ultimi acquisti pre-natalizi, i semafori sono rimasti spenti e il traffico è andato in tilt. Moltissimi i disagi anche nelle comunicazioni telefoniche e negli ospedali. Vediamo che cosa è successo.

Blackout a Malta: isola nel caos

Non si tratta del primo blackout che colpisce l’isola di Malta: prima del 22 dicembre, infatti, l’isola era rimasta al buio il 26 novembre scorso. Nella suddetta giornata, inoltre, si erano dimessi dal governo il capo di gabinetto Keith Schembri e il ministro del Turismo Konrad Mizzi. Le dimissioni arrivarono in seguito alla loro accusa di mandanti nell’omicidio della giornalista. Mentre però il blackout di novembre era dovuto a un problema di un cavo sottomarino italiano che da Ragusa garantisce l’elettricità a Malta; il caso del 22 dicembre riguarda invece altre cause. I tecnici, ha riferito EneMalta, hanno lavorato per l’intera giornata “per individuare le ragioni” del guasto. L’ipotesi conclusiva potrebbe riguarda un cavo “a 30 chilometri dalla Sicilia, in acque internazionali”.

Il Ministro dell’Energia Joe Mizzi, inoltre, ha dichiarato che la colpa è da ricercare nel “maltempo che ha colpito in queste ore la Sicilia”. Da Enemalta, infine, hanno comunicato che il guasto potrebbe ripetersi anche nei prossimi gironi: “Il danno subito – specifica la compagnia – richiede alcune settimane per essere riparato. Durante questo periodo Enemalta avrà una flessibilità di fornitura limitata che potrebbe comportare interruzioni non pianificate della fornitura Dobbiamo aspettarci problemi anche nei prossimi giorni”.