Blanca Esmeralda Gallardo stava cercando la sua Betzebé sparita da Puebla, in Messico

Blanca Esmeralda Gallardo con la figlia Betzebé
Blanca Esmeralda Gallardo con la figlia Betzebé

Madre uccisa a colpi di pistola da un commando armato, stava cercando la figlia scomparsa: i media spiegano che la 43enne Blanca Esmeralda Gallardo stava cercando la sua Betzebé, 24enne sparita da Puebla, in Messico. La donna è stata avvicinata da un commando armato di cinque uomini e crivellata di colpi da quella banda che voleva che la smettesse di fare la “cercatrice di desaparecidos”. Blanca è stata ritrovata morta ieri davanti a una fermata dell’autobus sull’autostrada “Messico Puebla”.

Madre uccisa da un commando armato

L’Alto Commissariato per i Diritti Umani dell’Onu in Messico ha dato la tremenda notizia e spiegato in una nota ufficiale che ha “esortato gli enti locali a raddoppiare gli sforzi per la ricerca delle persone scomparse e ad assicurarsi che i parenti ottengano un’adeguata protezione”. Blanca non si era mai arresa ed aveva detto di recente: “Me l’hanno rapita. Se può ascoltare la mia voce voglio dirle che la amo e che continuerò a cercarla”. Una donna tenace e forte che aveva paura che la figlia potesse essere stata rapita da una delle gang criminali della zona.

Betzebé “rintracciata” con il Gps

Ci sono in Messico e non solo bande che, come spiega Fanpage, “lucrano sullo sfruttamento della prostituzione e sul narcotraffico, spesso responsabili delle sparizioni di giovani messicane”. Secondo Repubblica Blanca aveva scoperto che l’ultimo collegamento del cellulare della figlia era avvenuto proprio “davanti a una banca di Villa Frontera”. Poi il cellulare di sua figlia era stato rintracciato con il Gps a casa di una coppia: la polizia era intervenuta e aveva arrestato la donna ma l’uomo era fuggito e probabilmente avrebbe messo in allarme i rapitori di Betzebé che hanno voluto “risolvere” la faccenda da macellai quali sono.