Blinken chiede la verità sull’uccisione reporter di Al-Jazeera

featured 1617462
featured 1617462

Los Angeles, 8 giu. (askanews) – Il segretario di Stato americano, Antony Blinken ha promesso di fare chiarezza sull’uccisione della nota reporter di Al Jazeera, Shireen Abu Akleh, palestinese con passaporto americano, mentre le autorità palestinesi e israeliane si accusano a vicenda sulle responsabilità legate alla sua morte. L’unica certezza è che Shireen Abu Akleh è stata colpita alla testa l’11 maggio 2022, mentre copriva un’operazione dell’esercito israeliano in un campo profughi a Jenin, nel Nord della Cisgiordania occupata.

“Mi dispiace, con rispetto, non hanno ancora stabilito (i fatti dietro il caso). Siamo alla ricerca di un’indagine indipendente e credibile. Quando si svolgerà l’indagine, seguiremo i fatti, ovunque essi portino. Più trasparente di questa. Questo non è ancora avvenuto, ma è qualcosa che noi vogliamo davvero vedere accadere”, ha affermato Blinken, intervenendo dal Latin America summit a Los Angeles.

“Condanno la perdita di Shireen (Shireen Abu Akleh, ndr). Era una giornalista straordinaria, una cittadina americana, come tutti sapete. E oltre a questo, siamo determinati a seguire i fatti e arrivare alla verità di quanto accaduto”, ha sottolineato.

Sono circa una decina i deputati del partito democratico americano, a cui appartiene Blinken, ad avere chiesto un’indagine imparziale della Fbi sul caso.

(Immagini: Us Department of State)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli