Blitz antidroga, il boss: facciamo una guerra, non c'è problema

Nav

Roma, 14 gen. (askanews) - "Facciamo una guerra, non c'è problema". Così ha detto il giovane boss di Montespaccato, Daniele Ferri, nel corso di una conversazione intercettata dai carabinieri. L'uomo arrestato oggi dai carabinieri di Roma nell'ambito di una indagine della Dda che ha colpito una organizzazione di narcotrafficanti che gestiva alcune piazze di spaccio nella zona nord della Capitale.

Ferri in un altro passaggio spiega: "Poi mettiamo i 'pischelli' a vendere la droga". Il gruppo, per cui oggi sono state eseguite 16 misure cautelari, è emerso dalle indagini avviate nel 2017. Gli inquirenti hanno sottolineato come dagli accertamenti sia emerso in modo chiaro come l'uso della violenza, sia nella difesa delle 'piazze di spaccio' che nella riscossione dei crediti dai 'clienti' faceva largo uso di armi.