Blitz contro le cosche mafiose palermitane: undici in manette

mafia palermo della noce arresti

Sono accusati di gestire anche le scommesse, le estorsioni e gli appalti le undici persone arrestate a Palermo nel blitz anti mafia scattato all’alba di oggi. Nel capoluogo siciliano è partita infatti l’operazione denominata “Padronanza” contro le cosche mafiose della Noce e di Cruillas. In campo oltre cento poliziotti della squadra mobile palermitana. Gli agenti, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia (Dda), stanno eseguendo un’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del locale Tribunale.

Palermo, operazione anti mafia

Le undici persone finite in manette, nove in carcere e due ai domiciliari. Sono accusate a vario titolo di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di valori aggravato ed altro.

Le mosse di Cosa nostra

Il mandamento della Noce sarebbe stato coinvolto nella riorganizzazione della consorteria criminale di Cosa nostra a partire dal 2018. “È plausibile che anche esponenti di tale mandamento siano stati coinvolti in quell’importante progetto, – hanno spiegato le forze dell’ordine – riservato solo ai più autorevoli esponenti di Cosa nostra palermitana”.

La geografia dei mandamenti

“È stata effettuata una radiografia del mandamento mafioso della Noce. – si legge in una nota delle autorità – Emerge un allarmante quadro di una organizzazione mafiosa cittadina sempre vitale e pronta a intessere rapporti illeciti pur di raggiungere il profitto economico. Nella geografia dei mandamenti quello della Noce è stato sempre uno snodo strategico per gli interessi economici di Cosa nostra. Studiarne le dinamiche è servito agli agenti per ragionare anche sulla capacità di riassetto dell’intera organizzazione mafiosa”.