Blitz della polizia contro No Vax: ipotizzavano azioni violente durante raduni

·1 minuto per la lettura
LIVORNO, ITALY - AUGUST 31: People during a demonstration of the No Green Pass Movement on August 31, 2021 in Livorno, Italy (Photo: Laura Lezza via Getty Images)
LIVORNO, ITALY - AUGUST 31: People during a demonstration of the No Green Pass Movement on August 31, 2021 in Livorno, Italy (Photo: Laura Lezza via Getty Images)

La Polizia sta eseguendo una serie di perquisizioni in diverse città nei confronti di appartenenti ai movimenti No Vax che su un gruppo Telegram avevano ipotizzato di compiere azioni violente nel corso delle manifestazioni contro i provvedimenti del Governo. Le indagini, coordinate dalla procura di Milano, sono state condotte dalla Digos e dalla Polizia Posta. Le perquisizioni sono scattate a Milano, Bergamo, Roma, Venezia, Padova e Reggio Emilia. Oltre alle abitazioni degli indagati, i controlli hanno riguardato pc, cellulari, tablet e account social.

Gli indagati ipotizzavano, su alcune chat di Telegram, violenze - anche con armi - durante un imminente raduno No Vax a Roma.

A Milano, una delle città al centro dell’operazione della Polizia di Stato contro una rete di No Vax che avrebbe ipotizzato progetti violenti, le perquisizioni operate dalla Digos sono state otto. Tra gli indagati e tra i presunti obbiettivi oggetto delle attenzioni sui canali social non vi sarebbero state personalità o vip.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli