Blocca la strada con una bici e uccide motociclista: condannato

Uccide motociclista

L’episodio è avvenuto nei pressi di Bristol, in Regno Unito. Un ragazzo di 15 anni blocca il percorso ad un motociclista posizionando una bicicletta nel mezzo, che lo fa andare fuori strada e lo uccide. Per lui la condanna è di tre anni e due mesi di reclusione.

Mette una bici in strada e uccide motociclista

Doveva esser uno scherzo di cattivo gusto, ma per Michael Rice, 20 anni, si è trasformato in una tragedia. Il giovane si sarebbe presentato nella zona di Hatcliffe con una moto che si è scoperto essere stata rubata il giorno prima. Qui avrebbe iniziato a provocare alcuni ragazzi lì presenti per poi allontanarsi da loro.

Al suo secondo passaggio in quella zona, i giovani hanno pensato di reagire alle sue istigazioni posizionando una bicicletta in mezzo alla via per bloccargli la strada. Alla vista dell’oggetto, Michael ha cercato di evitarlo facendo un’impennata, ma è caduto su manubrio della bici ed è andato a sbattere contro un’auto parcheggiata lì vicino. Il colpo per lui è stato fatale, tanto che è morto immediatamente.

Sull’episodio è stato subito aperto un caso, che vedeva imputato il ragazzino allora 15enne (oggi 16enne) responsabile di avergli ostruito il passaggio. Essendo minorenne non sono state fornite le sue generalità e ha potuto partecipare al processo soltanto bendato. Il giudice Peter Blair ha definito illegale e pericoloso il suo gesto, compiuto secondo lui al solo scopo di gettare stupore e farsi notare dagli altri ragazzini. L’ha poi condannato a tre anni e due mesi di reclusione.

Una pena che i genitori denunciano essere troppo breve e che non rende giustizia della morte del loro figlio. Hanno infatti dichiarato di essersi messi all’opera per chiedere che la sentenza venga rivista.