Bloccati i voli in partenza da aeroporto Hong Kong -3-

Mos

Roma, 12 ago. (askanews) - Sebbene la Chief Executive Carrie Lam, capo del governo locale, abbia annunciato la sospensione di questa procedura e il ritiro della proposta, le manifestazioni sono continuate. I dimostranti sospettano che il ritiro della norma sia solo tattico e temporaneo. Inoltre ormai la protesta ha assunto contorni più ampi, andando ad abbracciare la richiesta di dimissioni per Lam, considerata troppo vicina a Pechino, e la tutela delle libertà democratiche garantite dal sistema "un paese, due sistemi". Inoltre, i manifestanti denunciano la repressione da parte della polizia.

Pechino, dal canto suo, ha ribadito il sostegno per Lam e la locale polizia, ma ha anche lasciato intendere di essere pronta a intervenire direttamente. Ha inoltre accusato paesi stranieri - gli Stati uniti ma anche la Gran Bretagna - di soffiare sul fuoco della protesta per provocare una "rivoluzione colorata".