• Maria Elena Boschi: vorrei un compagno e tre figli

    Il Ministro più giovane del governo Renzi si confessa a Vanity Fair: Figli? Ne vorrei tre. E a volte penso di essere già in grave ritardo"

    È la ministra più giovane del Governo Renzi, la più cliccata e, verosimilmente, la più desiderata dagli uomini italiani. Soprattutto dopo l'intervista di Vanity Fair (in edicola da mercoledì 23 aprile), in cui confessa il suo desiderio di maternità: "Figli? Ne vorrei tre. E a volte penso di essere già in grave ritardo… Desidero molto trovare un compagno". Maria Elena Boschi ha 33 anni e una vita da single poco soddisfacente: "Sono single da un anno e la vita di coppia mi manca. Torno tardi dal lavoro, la casa è sempre vuota, sono lì da sola a bermi una tazza di latte e magari ho passato la giornata a discutere di emendamenti con uno dell’opposizione. Vorrei almeno trascorrere il mio tempo libero con qualcuno con cui sognare un futuro insieme".

    Elena Maria Boschi sulla copertina di Vanity FairIl Ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti col Parlamento, insomma, è in cerca di marito. E di comprensione da parte delle sue colleghe, come racconta sfogandosi al settimanale: "Se un attacco viene da una donna mi ferisce di più.

    Continua »di Maria Elena Boschi: vorrei un compagno e tre figli
  • Claudia Pinton, la modella candidata con il M5S

    Claudia Pinton, con i suoi 18 anni, è la più giovane candidata del MoVimento 5 Stelle. La giovane, stundetessa e modella, è in corsa per le amministrative Padova dopo essere stata selezionata dagli utenti grillini sul web. Cosa l'ha spinta a candidarsi? Semplice, la voglia di rottamare la vecchia classe politica.

    Credit: Davide Nicolè"Voglio cercare di fare nel mio piccolo, qualche cosa per cambiare il futuro di tutti noi. Non posso accettare che una giovane abbia prospettive solo all'estero. L'attuale classe politica ha distrutto l'Italia, deve essere sostituita, mandata a casa". Ha le idee chiare, la giovane promessa del movimento. Merito forse del padre Flavio Pinton, consigliere comunale a Mestrino, candidato sindaco alle elezioni 2013 per il M5S.

    Originaria di Villafranca Padovana, iscritta al liceo scientifico e con un'avviata carriera da modella, Claudia Pinton riesce a far conciliare senza apparenti sforzi la scuola, gli impegni lavorativi e il suo debutto in politica. Ne è una dimostrazione la sua

    Continua »di Claudia Pinton, la modella candidata con il M5S
  • Niente più titolo di Cavaliere, la condanna a quattro ore di servizi sociali giornalieri a Cesano Boscone in un centro anziani e la popolarità del suo partito, Forza Italia, in calo nei sondaggi, ma Silvio Berlusconi non si arrende, anzi esplora le nuove tecnologie per farsi ancora sentire e mostrarsi più battagliero che mai, seppure in chiave famigliare e ironica.

    Messi da parte gli attacchi diretti ai nemici (che gli sono stati vietati in sentenza, pena l’inasprimento della misura cautelare e la costrizione agli arresti domiciliari), Berlusconi ha optato per un nuovo approccio soft e duepuntozero con la complicità di Licia Ronzulli, eurodeputata ospite di Villa San Martino per le festività pasquali: nel giorno di Pasquetta, 21 Aprile 2014,  l’europarlamentare di Forza Italia e candidata alle prossime Europee 2014 nella circoscrizione Nord Ovest di Giovanni Toti ha prima scattato una foto mentre l’ex Cavaliere e premier è impegnato al lavoro alla sua scrivania, sottolineando il

    Continua »di Selfie di Pasquetta per Berlusconi con Francesca Pascale e Licia Ronzulli
  • Ylenia Citino, la candidata che ha fatto ingelosire Francesca Pascale

    Si dice che la forzista Ylenia Citino abbia scatenato l'ira di Francesca Pascale, la cui gelosia preclude oramai ogni tipo di prerogativa berlusconiana. Questi i fatti: la giovane fautrice della discordia, laureata con lode e con un passato a Uomini e Donne, è la candidata alle europee per Forza Italia nella circoscrizione isole e sarebbe il nuovo volto su cui Silvio Berlusconi vorrebbe puntare per le prossime elezioni. Siciliana, 28 anni ed entusiasmo da vendere: pare che la Citino, sin dai primi anni di militanza nel partito, abbia folgorato l'ex Cavaliere, così entusiasta del nuovo acquisto (allora pidiellino) che si prestò volentieri a scrivere la prefazione del libro della giovane sul finanziamento pubblico ai partiti (“Partiti a tutti i costi”).

    La fidanzata Pascale, già infastidita dalle dichiarazioni della Citino al Fatto Quotidiano sul primo incontro tra Berlusconi e la neo candidata ("Un momento ad alta densità di emozione. Una sensazione che non scorderò mai"), ora sembra

    Continua »di Ylenia Citino, la candidata che ha fatto ingelosire Francesca Pascale
  • Fiorella Ceccacci Rubino sexy candidata per Forza Italia

    Depuata Pdl dal 2008 al 2013, Fiorella Ceccacci Rubino potrebbe ricandidarsi con Forza Italia per le elezioni auropee di maggio. Lo afferma Libero, che individua nella "vecchia conoscenza azzurra" la nuova sexy candidata a Strasburgo. Di lei si ricorda soprattutto il passato di attrice, o meglio, la sua partecipazione al cortometraggio di Tinto Brass dal titolo S.C.T.M.V. (Sono Come Tu Mi Vuoi), girato in Spagna per la serie "Corti Circuiti Erotici". "Ho recitato con Tinto Brass? Non rinnego quel video con Tinto Brass, era un monologo erotico, d’autore! Sono fiera di saper recitare anche con il culo”, puntualizzava la candidata in un'intervista di Piazza Pulita citando Stefania Sandrelli. Secondo la Rubino non c'è alcun motivo di rinnegare il suo passato di attrice, tanto più che si tratta di una carriera dedicata quasi esclusivamente al teatro e a collaborazioni con attori del calibro di Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti e Enrico Montesano. "Non sono un'attrice porno", precisa la

    Continua »di Fiorella Ceccacci Rubino sexy candidata per Forza Italia
  • Abruzzo con una o due b? Dubbio legittimo quando si impara a scrivere: l’italiano è una lingua complicata, piena di pronunce ingannevoli, gineprai tra singolari e plurali di alternanze vocaliche impegnative e soprattutto vari prestiti regionali che possono confondere al momento della correzione di uno scritto.

    Non deve essere stata questa la domanda sorta ai grafici dell’agenzia di comunicazione che ha curato la campagna elettorale di Gianni Alemanno, candidato con Fratelli D’Italia di Giorgia Meloni nella circoscrizione Italia Meridionale per le prossime elezioni Europee del 25 Maggio 2014: sul manifesto elettorale dell’ex sindaco di Roma campeggia infatti un visibilissimo “Abbruzzo” con ben due b.

    Apparso sul profilo personale Twitter di Gianni Alemanno per sfruttare il tradizionale canale 2.0 della comunicazione, il manifesto sbagliato ha iniziato a diventare virale scatenando la rete in una ridda ballerina di commenti: c’è chi consiglia all’ex sindaco di Roma di ripassare l’Italiano

    Continua »di Gianni Alemanno e il refuso nel manifesto elettorale: le scuse via Twitter
  • Poveglia, in vendita l’isola maledetta di Venezia – FOTO

    L'isola di Poveglia è in vendita al miglior offerente. Lo ha stabilito lo Stato, che per fare cassa ha deciso di mettere all'asta l'isola dalle mille e più leggende da brividi. Situata a sud della costa di Venezia, lungo il canal Orfano, Poveglia è disabitata e inaccessibile ai turisti: per visitarla è necessario chiedere il permesso almeno 10 mesi prima. Sull'isola veneta si sprecano le leggende: la più popolare narra che sia infestata dai fantasmi delle vittime della Peste nera del XVI e un'altra, più recente, parla di un ospedale psichiatrico segreto dove venivano eseguite lobotomie. Quel che è certo è che Poveglia divenne tra il '600 e il '700 un lazzaretto a cielo aperto, dove venivano raccolti i cadaveri della peste e su cui venivano mandati in quarantena i contagiati. Si stima che in un secolo siano stati circa 100.000 i veneziani morti sull'isola e le prove starebbero tutte, fuor di metafora, sotto terra: pare che il terreno di Povaglia sia una miscela di cenere umana e ossa.

    Continua »di Poveglia, in vendita l’isola maledetta di Venezia – FOTO
  • Elena Maria Boschi parla in dialetto barese, il video

     È una toscana doc, eppure il suo accento barese risulta quasi credibile. Elena Maria Boschi è la protagonista d'eccezione dello spot elettorale che promuove il candidato sindaco per il Pd Antonio Decaro e che vede il ministro del Governo Renzi improvvisare una battuta in dialetto barese. Il video è stato girato nel capoluogo pugliese, una delle città italiane chiamate alle urne alle prossime amministrative. Decaro e la Boschi sono seduti sulla panchina di un parco e fanno il punto della situazione sulla loro carriera politica: "Ma t’immagini qualche mese fa se ci avessero detto che io avrei fatto il ministro e tu il sindaco?", esordisce il ministro dei Rapporti col Parlamento. "Non farmi fare gesti scaramantici”, ribatte il candidato sindaco. Poi l'assist della Boschi: “Dai, lo sanno tutti che vinci tu: sei il più bravo", segue la domanda dal sapore tutto renziano: "Stai rottamando un po'?" e la rassicurazione del collega piddino, che parla di una "rottamazione gentile". Infine il

    Continua »di Elena Maria Boschi parla in dialetto barese, il video
  • M5S, Roberto Fico nullatenente

    Il deputato del MoVimento 5Stelle Roberto Fico nel 2012 ha vissuto di rendita. Lo ha dichiarato lo stesso grillino in seguito alla dichiarazione dei redditi del 2013 (riferiti quindi al 2012), resa pubblica il 13 aprile insieme a quelle dei suoi colleghi. "Ho deciso di vivere di rendita con i risparmi che avevo messo da parte con i lavori del mio passato", ha confermato Fico in un'intervista al Corriere della Sera. "Ho detto che ho una casa a San Felice Circeo, a metà con mia sorella, comunque di proprietà. Per il resto non ho una macchina, non l’ho mai avuta e questo è tutto", ha chiosato il presidente della commissione di Vigilanza Rai, che in passato ha svolto i lavori più disparati, dall'addetto call center al direttore di hotel: "Io ho fatto tanti lavori. Per due anni ho lavorato in una casa editrice, editor per libri di scuola. Ma ho lavorato anche in un call center della Vodafone. E ho fatto il direttore di un grande albergo a Napoli, la mia città. Ad un certo punto ho deciso di

    Continua »di M5S, Roberto Fico nullatenente
  • Mentana sfida Letta: "Mi dimetto da direttore se trova falsità nel mio tg"

    Dopo le scintille nate su Twitter, la “guerra degli Enrichi”, ovvero quella tra Enrico Mentana e Enrico Letta, si trasforma in scontro acceso, con il conduttore che lancia apertamente – e in prima serata - il guanto di sfida all’ex Presidente del Consiglio, dichiarando che è “pronto a dimettersi se Letta troverà una notizia inventata nel suo tg entro il prossimo mese”.

    Ma ripercorriamo le tappe della discussione che, dicevamo, si è innescata sui social network, e in particolare su Twitter (leggi tutti i tweet in questo articolo), dove un’utente interpellava Letta riguardo alla possibilità di un suo futuro ingresso nell’NCD di Alfano, paventata in un servizio diffuso proprio dal Tg di La7. Alla sua sostenitrice Letta rispondeva tranquillizzandola, visto che, a suo dire, si trattava “di notizia inventata dal #tgla7, priva di fondamento come spesso capita quando il tg di Mentana parla di me”.

    Va tuttavia sottolineato che il servizio del telegiornale di Mentana dichiarava apertamente che

    Continua »di Mentana sfida Letta: "Mi dimetto da direttore se trova falsità nel mio tg"

Impaginazione

(1.025 articoli)