• Donna muore dopo un’iniezione di vaselina al seno

    La sua ossessione per l'aspetto fisico le è costato la vita. Sonia Perez Llanzon, una trentanovenne argentina, è morta dopo essersi iniettata della vaselina nel seno a causa di un coagulo di sangue formatosi nel polmone. La donna, il cui tentativo era quello di aumentare di volume il suo seno, ha fatalmente fatto entrare nel suo circolo sanguigno la vaselina, che le ha poi causato un'embolia polmonare qualche settimana più tardi: solo quando è arrivata in ospedale con difficoltà respiratorie i medici hanno scoperto che il coagulo di sangue aveva ormai raggiunto i polmoni. Julio Pla, responsabile del reparto di chirurgia all'ospedale di Santa Rosa, a 350 km da Buenos Aires, ha dichiarato: "La donna è arrivata all'ospedale con ferite ai seni. Inizialmente ha negato tutto, ma poi ha confessato di essersi iniettata vaselina. Non ho mai visto un caso come questo. Il corpo umano ha gli anticorpi per eliminare batteri e virus, ma nessun meccanismo contro questo tipo di sostanza." Pare che

    Continua »di Donna muore dopo un’iniezione di vaselina al seno
  • Foto fake di Maria Elena Boschi fa il giro del web

    Fotomontaggio di Maria Elena BoschiLa foto del finto perizoma di Maria Elena Boschi continua a fare impazzire la rete. Sebbene il fotomontaggio, che ritrae il ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento alle prese con un imbarazzante intimo il giorno del giuramento, circoli da oramai un mese per la rete, non smette di compiacere i più maliziosi. Il fake incriminato ritrae la Boschi con indosso un completo blu mentre è piegata a firmare i documenti al Quirinale. Tutto vero, non fosse che per quei pantaloni, che nel fotomontaggio risultano così a vita bassa da mostrare il perizoma. E dire che l'immagine osé costruita ad hoc da qualche anonimo burlone è riuscita a trarre in inganno molti, al punto da passare come vera a poche ore dalla formazione del Governo Renzi.

    Anche dopo settimane dalla smentita del fotoritocco, l'intimo della ministra continua a spopolare, soprattutto all'estero, dove la bellezza italica viene oramai decantata in ogni sua forma. L'ultimo titolo dedicato alla Boschi arriva

    Continua »di Foto fake di Maria Elena Boschi fa il giro del web
  • L’addio di un malato terminale di cancro agli animali del suo zoo

    E' stato un addio straziante e commovente, quello di Mario ai suoi animali. L'uomo, identificato solo come Mario, ha lavorato per una vita allo zoo olandese di Rotterdam e ha voluto salutare per l'ultima volta i suoi amati animali. Malato terminale di cancro, ha potuto dire addio ai suoi amici sdraiato su un letto all'interno dello zoo grazie ai fondi raccolti in un'asta benefica organizzata da Kees Veldboer, fondatore e direttore di Ambulance Wish Foundation. Come si vede nel video, la fondazione si occupa di realizzare gli ultimi desideri dei malati: consente loro di trovarsi esattamente dove vogliono essere, visitare i luoghi che amano per un'ultima volta e stare vicini agli affetti più cari prima di morire. Che si tratti della famiglia, di una partita di baseball o degli animali di cui ci si è occupati per tutta la vita.

    "Il suo volto si è illuminato. È bello vedere che questi animali lo riconoscono", si legge sul giornale olandese Algemeen Dagblad. Il momento più commovente è

    Continua »di L’addio di un malato terminale di cancro agli animali del suo zoo
  • Il libro su Matteo Renzi, "leader bambino"

    Matteo Renzi, la biografia edita da QN Libri

    È Presidente del Consiglio da meno di un mese e vanta già una biografia. "Matteo Renzi, nascita e successo di un leader bambino" è il libro edito da Qn Libri scritto da un gruppo di giornalisti de La Nazione e Il Quotidiano Nazionale sulla vita del neo premier. La quarta di copertina la dice lunga su quanto aspettarsi da questo volume:

    Questo libro non è una biografia agiografica del Nuovo Principe, che di adulatori ne conta già abbastanza. E non è neppure un dossier di fatti e malefatte. È semplicemente il racconto di Matteo Renzi come non avete mai letto perché è scritto da chi i passi della sua vita li ha seguiti di persona, e non ha dovuto acchiapparli da Wikipedia con il copia e incolla. Con tante foto inedite tirate fuori dagli amici, i parenti, i compagni di scuola e di gioco. È il libro più vero perché nasce fresco dalla cronaca. Un libro scritto prevalentemente dai giornalisti de La Nazione, il giornale di Firenze e di Renzi, insieme ai colleghi del Quotidiano Nazionale,

    Continua »di Il libro su Matteo Renzi, "leader bambino"
  • MateoMateo potrà continuare a vivere. Il bimbo spagnolo di 10 mesi, affetto da leucemia mielomonocitica giovanile da quando aveva pochi mesi di vita, ha trovato un donatore di midollo. Lo ha confermato il padre, Eduard Schell, con cui Yahoo! España ha mantenuto i contatti: "Non ci sono parole: siamo molto felici, e non solo noi, perché ci sono molte persone che si sono mobilitate e che ci speravano. Mi piacerebbe conoscere il donatore, ma non posso perché il procedimento è anonimo". Quando parlammo del caso di Mateo, il piccolo aveva solo tre mesi e l'1% di possibilità di trovare un donatore compatibile. All'epoca della scoperta della terribile malattia, i genitori del bambino si sono mobilitati immediatamente tramite i social (l'hashtag #M4M è diventato in pochi giorni trending topic) e un sito per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della donazione. Il passaparola è diventato virale al punto che i centri di donazione d'organi hanno avuto un'affluenza incredibile e i

    Continua »di Mateo, bimbo affetto da leucemia trova un donatore di midollo
  • Ylenia Citino, la candidata che ha fatto ingelosire Francesca Pascale

    Si dice che la forzista Ylenia Citino abbia scatenato l'ira di Francesca Pascale, la cui gelosia preclude oramai ogni tipo di prerogativa berlusconiana. Questi i fatti: la giovane fautrice della discordia, laureata con lode e con un passato a Uomini e Donne, è la candidata alle europee per Forza Italia nella circoscrizione isole e sarebbe il nuovo volto su cui Silvio Berlusconi vorrebbe puntare per le prossime elezioni. Siciliana, 28 anni ed entusiasmo da vendere: pare che la Citino, sin dai primi anni di militanza nel partito, abbia folgorato l'ex Cavaliere, così entusiasta del nuovo acquisto (allora pidiellino) che si prestò volentieri a scrivere la prefazione del libro della giovane sul finanziamento pubblico ai partiti (“Partiti a tutti i costi”).

    La fidanzata Pascale, già infastidita dalle dichiarazioni della Citino al Fatto Quotidiano sul primo incontro tra Berlusconi e la neo candidata ("Un momento ad alta densità di emozione. Una sensazione che non scorderò mai"), ora sembra

    Continua »di Ylenia Citino, la candidata che ha fatto ingelosire Francesca Pascale
  • Fiorella Ceccacci Rubino sexy candidata per Forza Italia

    Depuata Pdl dal 2008 al 2013, Fiorella Ceccacci Rubino potrebbe ricandidarsi con Forza Italia per le elezioni auropee di maggio. Lo afferma Libero, che individua nella "vecchia conoscenza azzurra" la nuova sexy candidata a Strasburgo. Di lei si ricorda soprattutto il passato di attrice, o meglio, la sua partecipazione al cortometraggio di Tinto Brass dal titolo S.C.T.M.V. (Sono Come Tu Mi Vuoi), girato in Spagna per la serie "Corti Circuiti Erotici". "Ho recitato con Tinto Brass? Non rinnego quel video con Tinto Brass, era un monologo erotico, d’autore! Sono fiera di saper recitare anche con il culo”, puntualizzava la candidata in un'intervista di Piazza Pulita citando Stefania Sandrelli. Secondo la Rubino non c'è alcun motivo di rinnegare il suo passato di attrice, tanto più che si tratta di una carriera dedicata quasi esclusivamente al teatro e a collaborazioni con attori del calibro di Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti e Enrico Montesano. "Non sono un'attrice porno", precisa la

    Continua »di Fiorella Ceccacci Rubino sexy candidata per Forza Italia
  • Abruzzo con una o due b? Dubbio legittimo quando si impara a scrivere: l’italiano è una lingua complicata, piena di pronunce ingannevoli, gineprai tra singolari e plurali di alternanze vocaliche impegnative e soprattutto vari prestiti regionali che possono confondere al momento della correzione di uno scritto.

    Non deve essere stata questa la domanda sorta ai grafici dell’agenzia di comunicazione che ha curato la campagna elettorale di Gianni Alemanno, candidato con Fratelli D’Italia di Giorgia Meloni nella circoscrizione Italia Meridionale per le prossime elezioni Europee del 25 Maggio 2014: sul manifesto elettorale dell’ex sindaco di Roma campeggia infatti un visibilissimo “Abbruzzo” con ben due b.

    Apparso sul profilo personale Twitter di Gianni Alemanno per sfruttare il tradizionale canale 2.0 della comunicazione, il manifesto sbagliato ha iniziato a diventare virale scatenando la rete in una ridda ballerina di commenti: c’è chi consiglia all’ex sindaco di Roma di ripassare l’Italiano

    Continua »di Gianni Alemanno e il refuso nel manifesto elettorale: le scuse via Twitter
  • Poveglia, in vendita l’isola maledetta di Venezia – FOTO

    L'isola di Poveglia è in vendita al miglior offerente. Lo ha stabilito lo Stato, che per fare cassa ha deciso di mettere all'asta l'isola dalle mille e più leggende da brividi. Situata a sud della costa di Venezia, lungo il canal Orfano, Poveglia è disabitata e inaccessibile ai turisti: per visitarla è necessario chiedere il permesso almeno 10 mesi prima. Sull'isola veneta si sprecano le leggende: la più popolare narra che sia infestata dai fantasmi delle vittime della Peste nera del XVI e un'altra, più recente, parla di un ospedale psichiatrico segreto dove venivano eseguite lobotomie. Quel che è certo è che Poveglia divenne tra il '600 e il '700 un lazzaretto a cielo aperto, dove venivano raccolti i cadaveri della peste e su cui venivano mandati in quarantena i contagiati. Si stima che in un secolo siano stati circa 100.000 i veneziani morti sull'isola e le prove starebbero tutte, fuor di metafora, sotto terra: pare che il terreno di Povaglia sia una miscela di cenere umana e ossa.

    Continua »di Poveglia, in vendita l’isola maledetta di Venezia – FOTO
  • Elena Maria Boschi parla in dialetto barese, il video

     È una toscana doc, eppure il suo accento barese risulta quasi credibile. Elena Maria Boschi è la protagonista d'eccezione dello spot elettorale che promuove il candidato sindaco per il Pd Antonio Decaro e che vede il ministro del Governo Renzi improvvisare una battuta in dialetto barese. Il video è stato girato nel capoluogo pugliese, una delle città italiane chiamate alle urne alle prossime amministrative. Decaro e la Boschi sono seduti sulla panchina di un parco e fanno il punto della situazione sulla loro carriera politica: "Ma t’immagini qualche mese fa se ci avessero detto che io avrei fatto il ministro e tu il sindaco?", esordisce il ministro dei Rapporti col Parlamento. "Non farmi fare gesti scaramantici”, ribatte il candidato sindaco. Poi l'assist della Boschi: “Dai, lo sanno tutti che vinci tu: sei il più bravo", segue la domanda dal sapore tutto renziano: "Stai rottamando un po'?" e la rassicurazione del collega piddino, che parla di una "rottamazione gentile". Infine il

    Continua »di Elena Maria Boschi parla in dialetto barese, il video

Impaginazione

(1.025 articoli)