• Vangelo di Giuda: si riscrive la storia dell’Apostolo traditore?

    Un frammento del Vangelo di Giuda - Foto APIl Vangelo di Giuda è un documento scritto in lingua coopta (si tratta di un'evoluzione della lingua egizia, che dal II secolo aveva introdotto una scrittura con i caratteri dell'alfabeto greco e del demotico – la fase precedente dell'evoluzione linguistica in Egitto).

    E' annoverato fra i cosiddetti vangeli gnostici, che circolavano fra gli ambienti di Alessandria d'Egitto: sono vangeli mai inseriti nelle bibbie delle varie confessioni religiose cristiane, e dunque fanno parte della macrocategoria dei vangeli apocrifi. Testi, cioè, che parlano della vita di Gesù ma che non sono entrati a far parte della letteratura religiosa ufficiale.

    Per anni si è dibattuto sull'autenticità del Vangelo di Giuda, che era considerato perduto ed era stato ritrovato negli anni '70.

    Oggi, uno studio sull'inchiostro con cui è stato redatto (presentato nel corso di un meeting dell'American Chemical Society a New Orleans), confermerebbe quantomeno che il documento ritrovato risale effettivamente al terzo

    Continua »di Vangelo di Giuda: si riscrive la storia dell’Apostolo traditore?
  • 1000 euro per una cena con Berlusconi a Bari

    Silvio Berlusconi (Reuters)Prima pagava tutto Roma (ergo noi cittadini), ora si sperimentano nuove forme di autofinanziamento. Colpa della crisi, che dimezza i fondi ai partiti ma non fa perdere la voglia ai militanti del Pdl di fare i signori. L'ultima trovata di Silvio Berlusconi è una cena a Bari con oltre 400 persone organizzata dai dirigenti pugliesi, per cui ci sono già moltissime adesione e un preventivo che si aggira attorno ai mille euro. Non ci si risparmia, in casa Pdl: il menu prevede antipasto di gamberi di Gallipoli su purea di ceci, orecchiette di grano arso alla cardinale, ombrine al cartoccio e per dessert Mafalda con frutti di bosco. Il vicesegretario regionale Antonio Distaso ha ammesso: "E’ la prima volta che sperimentiamo queste forme di autofinanziamento" e pare che il successo sia già annunciato. Pur di cenare con Berlusconi, insomma, non si bada a spese.

    E a proposito di questa trovata enogastronomica, Angelino Alfano conferma che trattasi di una strategia da pre-campagna elettorale: "

    Continua »di 1000 euro per una cena con Berlusconi a Bari
  • Fabrizio Barca, chi è l’anti-Renzi

    Fabrizio Barca (LaPresse)"Ho votato a sinistra del Pd", così ha risposto il ministro uscente per la Coesione territoriale Fabrizio Barca alla trasmissione radio "Un giorno da pecora". È già stato definito l'anti-Renzi, il possibile leader che potrebbe risollevare le sorti di un partito così carente di persone carismatiche qual è il Partito Democratico. Barca non fa del web il proprio trampolino di lancio, non parla il linguaggio dei giovani né vuole rottamare nessuno. Crede che i militari debbano essere mandati nelle zone del terremoto, non alla parata del 2 giugno: "Io non vado. Porto mio padre che ha 91 anni al mare a mangiare uno spaghetto come si deve", disse lo scorso anno. Il padre, ex partigiano e senatore, è morto dopo qualche mese. Ha la concretezza di chi crede nello Stato e nella meritocrazia, la sua è una democrazia dal basso, che prevede il lancio del bando per la selezione del personale per il suo staff tramite Twitter, tanto per dire.

    Pierluigi Bersani alla domanda provocatoria di Bruno Vespa "E

    Continua »di Fabrizio Barca, chi è l’anti-Renzi
  • Marino alle primarie del Pd: voti comprati?

    Ignazio Marino (LaPresse)Ignazio Marino ha trionfato alle primarie del Partito Democratico di Roma. In gioco ora c'è la poltrona di sindaco, ruolo che sarà occupato fino a fine maggio da Gianni Alemanno, e gli avversari da affrontare saranno - primo cittadino a parte - Marcello De Vito del Movimento 5 Stelle e l’imprenditore Alfio Marchini. Quelli che invece Marino ha battuto con oltre il 50% dei voti sono l'ex giornalista Rai David Sassoli e Paolo Gentiloni. Grande successo, dunque, per il chirurgo che nel 2006 si candidò al Senato come indipendente e venne eletto nei Democratici di Sinistra, dopo aver collaborato con la fondazione di Massimo D’Alema “ItalianiEuropei”. Merito forse del suo impegno nella lotta per i diritti civili e per una sanità libera da influenze politiche: grazie anche al suo lavoro come commissario parlamentare, nel 2008 contribuì alla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari. Ma prima del suo impegno politico, Marino si è occupato a lungo di trapianti e temi scottanti come il

    Continua »di Marino alle primarie del Pd: voti comprati?
  • Meteo e nuvole, gli sforzi per prevedere il tempo

    Marzo, nuvoleprimavera, sole, alberi fioriti. E invece no: marzo, pioggia, neve e gelo, come insegna la cronaca degli scorsi giorni. Il tempo, si sa, è imprevedibile e le previsioni hanno un margine di incertezza. Alcuni fattori fondamentali, che sono importanti non solo nel tempo meteorologico ma a lungo termine anche nel clima, sono estremamente difficili da studiare. Tra questi ci sono le nuvole. Oggetti così misteriosi da interessare persino il Cern, dove l' esperimento Cloud cerca di far luce sui meccanismi di formazione delle nuvole e di capire il loro ruolo sul cambiamento climatico (una previsione globale a lungo termine).

    I PROTOTIPI CHE (FORSE) NON VEDREMO MAI

    Ma al Cern non sono gli unici a interessarsi di nuvole: il team di David Romps della University of California di Berkeley, per esempio, dal 2011 si è concentrato sullo studio della velocità verticale delle nuvole, ovvero indaga il modo in cui queste masse si innalzano nel cielo, mentre quello di Yen-Ting Hwang della

    Continua »di Meteo e nuvole, gli sforzi per prevedere il tempo
  • A Roma il traffico italiano peggiore

    Roma (LaPresse)

    Che Roma sia anche la capitale del traffico non è novità. Sono esattamente 93 le ore passate in media in un anno da un pendolare romano all'interno della propria auto. Quattro giorni consecutivi di vita passati all'interno di un abitacolo tra stress, nervosismo e ansia. Sebbene la capitale non figuri tra i primissimi posti della classifica stilata da Tom Tom Italy & Balkans e abbia fatto progressi negli ultimi anni, rimane pur sempre nella top ten: è scesa dal quinto all'ottavo posto. Seguono Milano (dal dodicesimo al ventesimo posto) e Napoli (dal sedicesimo al ventiduesimo). La peggiore di tutte? Palermo, che si piazza al quinto posto per congestione urbana in Europa solamente dopo Mosca, Istanbul, Varsavia e Marsiglia. La classifica è il risultato di sei trilioni di informazioni, raccolti in maniera anonima dai navigatori in 161 città del mondo e rileva anche le ore passate al giorno da ogni pendolare in auto.

    Scopriamo così che Palermo è seconda a Roma solo per una questione di

    Continua »di A Roma il traffico italiano peggiore
  • Mara Carfagna vorrebbe Emma Bonino al Quirinale

    Mara Carfgana e Emma Bonino (LaPresse)Mara Carfagna vorrebbe Emma Bonino al Quirinale, lo ha dichiarato ai microfoni di SkyTg24. Nella giornata in cui il Papa ha esaltato la figura della donna, la deputata Pdl ha espresso il desiderio di vedere al Quirinale un presidente della Repubblica femmina: "Per il Colle mi piacerebbe molto Emma Bonino, mi sentirei garantita da una donna come lei, anche se su alcune posizioni è distante da me. È una figura di garanzia e sarebbe un segnale di grande cambiamento". Poi aggiunge, cauta, che la sua è un'opinione espressa a "titolo personale" e che non rappresenta in alcun modo le preferenze del partito in merito ai candidati da proporre per la nomina del prossimo capo dello Stato. Pronta, infatti, la risposta dai suoi colleghi, tra cui Renato Brunetta: "La dichiarazione dell'onorevole Mara Carfagna è, come già precisato dalla stessa Carfagna, una valutazione a carattere personale. La sua opinione comprensibile anche per il ruolo di ex ministro per le Pari opportunità, non corrisponde

    Continua »di Mara Carfagna vorrebbe Emma Bonino al Quirinale
  • Processo Ruby, la giovane marocchina protesta davanti al tribunale

    Ruby (Kikapress)C'è chi trova legittimi impedimenti per non presenziare al processo e chi organizza una manifestazione davanti al tribunale perché non convocata. Ruby, al secolo Karima El Mahroug, non ci sta e intende usare la via della protesta per manifestare il proprio disappunto. La questione è semplice: alla giovane marocchina proprio non va giù di essere stata snobbata da magistrati e avvocati (compresi quelli di Berlusconi) e non essere stata convocata come parte offesa nel processo a carico del Cavaliere, di Nicole Minetti, Lele Mora ed Emilio Fede. A Ruby non sta bene nemmeno il fatto che alcuni giornalisti l'abbiano fatta passare per prostituta. E allora che manifestazione sia: l'appuntamento, secondo indiscrezioni, sarebbe per giovedì mattina davanti al Palazzo di Giustizia di Milano, con tanto di cartelli di protesta e stampa a documentare l'evento. Mai processo fu tanto contestato: l'ultima manifestazione - anzi, "corteo spontaneo", come lo hanno definito i deputati pidiellini che

    Continua »di Processo Ruby, la giovane marocchina protesta davanti al tribunale
  • Ho quindici anni e bevo, che male c’è?

    (Getty Images)Ormai si ragiona nell’ottica di chi non ha provato l’alcol. Un approccio capovolto solo rispetto a ieri, quando i rapporti sull’adolescenza valutavano la percentuale dei giovani italiani che amavano il bicchiere. A dirlo l’ultimo rapporto Hsbc-Italia, basato sui più recenti dati a disposizione, quelli del 2010. Sotto la lente, i comportamenti diffusi in tre fasce d’età critiche per lo sviluppo delle dipendenze: 11, 13 e 15 anni. Ebbene, dai dati risulta che solo il 20 per cento dei giovani di 15 anni non consuma abitualmente bevande alcoliche. Come a dire: non è più un trend né una moda. Bere, e tanto, è ormai un’abitudine sdoganata a cui appiccicare l’etichetta della normalità.

    TUTTI I CONSIGLI PER MANGIARE SANO E NON PESARE SUL PIANETA

    Il report, incluso nel progetto del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità battezzato Guadagnare salute, è basato su cifre massicce: 75mila questionari dstribuiti agli studenti di quasi 4.000 classi d’Italia. Ovviamente, la tendenza

    Continua »di Ho quindici anni e bevo, che male c’è?
  • Beppe Guerini e “Chi vuol essere milionario”

    Beppe GueriniBeppe Guerini è un deputato Pd dalle mille sorprese. Oltre ad essersi guadagnato un ottimo piazzamento alle primarie del partito, ha anche vinto una cifra considerevole a "Chi vuol essere miliardario". Era il 2001 e la trasmissione condotta da Jerry Scotti aveva i montepremi ancora in lire: un giovane e neo laureato in Giurisprudenza Guerini tentò la sorte con il celebre quiz televisivo riuscendo a vincere 250 milioni delle vecchie lire. A due passi dal miliardo, per intenderci. Una buona base di partenza per qualsiasi under 30, anche se il deputato minimizza: "Ma no dai, lasciamo stare, è stata solo una parentesi curiosa della mia vita. Diciamo che mi ero laureato da poco e feci un tentativo, così, giusto per farlo. Non ricordo quale fu la domanda più difficile, quella che mi permise di arrivare in alto. Comunque andò bene".

    Guarda anche: l'imitazione di Virginia Raffaele che fa arrabbiare il Pdl

    Colpo di fortuna, ma non solo: Guerini si dimostra essere lungimirante e inappuntabile

    Continua »di Beppe Guerini e “Chi vuol essere milionario”

Impaginazione

(1.025 articoli)