• La puntata di Servizio Pubblico andata in onda ieri sera è costata a Michele Santoro l’attacco del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo direttamente sulla rubrica “Giornalista del giorno” del suo blog, dove la militante Paola I. di Verona ha criticato l’invito del conduttore e giornalista a Mirko Lami, sindacalista e coordinatore RSU all’Acciaieria Lucchini di Piombino che sta rischiando la chiusura. Le accuse contro Santoro sono state numerose da parte dei pentastellati, perché Mirko Lami si è dimostrato molto critico nei confronti di Beppe Grillo dopo la visita di quest’ultimo alla Lucchini:

    Ho fatto come Landini, ho contato fino a seimila e adesso sono calmo. Devo dire a Grillo che non so se si rivede quando dice quelle cose lì. [...] Il problema è che si parla senza conoscere. Grillo deve venire a Piombino in punta di piedi, deve rispettare la dignità dei siderurgici e la dignità del lavoro. A Piombino ci sono 5000 famiglie in bilico, all'Isola d'Elba lavorano 4 mesi l'anno. [...]

    Continua »di Mirko Lami, il sindacalista di Piombino fa infuriare Beppe Grillo (che se la prende con Santoro)
  • Iva Zanicchi contro gli immigrati: "Portano malattie"

    Perché non è vero che non portano malattie, dai!

    Con questa frase pronunciata con veemenza ad Agorà, la trasmissione di Gerardo Greco su Rai 3 nella puntata del 30 Aprile, l’eurodeputata di Forza Italia Iva Zanicchi ha dato luogo a una delle esternazioni da campagna elettorale più rimbalzate dalla stampa in questi giorni.

    Nel corso della puntata, incentrata sul tema de “Il troppo strappa”, era presente anche l’ex no global Luca Casarini, candidato con la lista Tsipras: al commento richiesto sulle dichiarazioni di Matteo Salvini della Lega sugli immigrati e le malattie che porterebbero al loro arrivo nel nostro Paese, è stata però la Zanicchi a intervenire con un proclama veemente e roboante di paroloni, paura e minacce alla salute degli Italiani.



    Io sono per l’accoglienza, perché io sono cattolica e ascolto anche il Papa. Abbiamo tutti il diritto di accogliere questi disgraziati. Quello che dobbiamo fare è accoglierli, ma dobbiamo trovare un sistema sanitario importante per assistere

    Continua »di Iva Zanicchi contro gli immigrati: "Portano malattie"
  • Silvio Berlusconi, bagno e ufficio ad personam a Cesano Boscone

    Il 9 Maggio Silvio Berlusconi comincerà ufficialmente i servizi sociali presso la struttura "Sacra Famiglia" di Cesano Boscone, in provincia di Milano, dove si occuperà di assistere gli anziani malati di Alzheimer per quattro ore alla settimana; sedici ore al mese totali per tutti i dieci mesi e mezzo della pena per frode fiscale sentenziata dal Tribunale di Milano e commutata in affidamento in prova ai servizi sociali.

    L’ex premier non sembra aver digerito molto bene questa “rieducazione” impostagli dal Tribunale di Milano, ma purtroppo è costretto a sottostarvi e anche a prestare attenzione a ciò che dice in merito: l’affidamento in prova, infatti, può essere sospeso in caso Berlusconi si dimostri irrispettoso nei confronti dei giudici nelle sue dichiarazioni pubbliche, le ultime delle quali sono già al vaglio per verificare se ci sia stato un attacco all’indirizzo dei magistrati. In tal caso, si spalancherebbero -o meglio si chiuderebbero- direttamente le porte degli arresti

    Continua »di Silvio Berlusconi, bagno e ufficio ad personam a Cesano Boscone
  • Pina Picierno e la spesa con 80 euro per 2 settimane: le critiche via Twitter

    La capolista del Partito Democratico alle Europee scandalizza con la sua dichiarazione sugli acquisti possibili con gli 80 euro in più in busta paga proposti dal governo Renzi: la rete la prende in giro.

    La lenzuolata di scontrino che Pina Picierno ha presentato in diretta ieri sera 29 aprile a Ballarò è servita a poco: non si placano le polemiche attorno alle dichiarazioni della capolista del Partito Democratico per la circoscrizione Italia meridionale alle prossime elezioni Europee in programma il 25 Maggio 2014.

    Per difendere il proprio partito e la proposta del Governo Renzi del bonus Irpef di 80 euro in busta paga per i dipendenti, la Picierno si è lasciata andare lunedì scorso ad una dichiarazione via Twitter: 80 euro sono sufficienti a fare la spesa per due settimane. Ciò non ha incontrato il plauso di molti utenti, i quali l’hanno investita di critiche del tipo “Mi dica dove va a fare la spesa che ci vengo anche io” o anche “Ma vada a lavorare in un supermercato!”.

    Pina Picierno non ha battuto ciglio e in occasione della puntata di Ballarò del 29 Aprile è arrivata a esibire addirittura lo scontrino della spesa da lei fatta con la cifra in questione: una lunghezza notevole per lo

    Continua »di Pina Picierno e la spesa con 80 euro per 2 settimane: le critiche via Twitter
  • La foto di Cécile Kyenge e Papa Giovanni Paolo II

    La rete non perdona, lo sa bene Cécile Kyenge, che in questi giorni è stata la vittima designata di parodie e battute ironiche. Colpa di una foto postata su Facebook dall'ex ministro dell'Integrazione il giorno della canonizzazione dei due papi, domenica 27 aprile. Lo scatto, o meglio, quello che ha tutta l'aria di essere un fotomontaggio, ritrae una giovanissima Kyenge intenta a stringere la mano a Papa Giovanni Paolo II. Non fosse per una mano sulla veste papale, potrebbe sembrare un'immagine reale, ma la foto è ritoccata in modo approssimativo e agli internauti bastano pochi minuti per scoprirlo. Per molti si è trattato di una caduta di stile davvero imperdonabile, a cui la Kyenge ha posto rimedio pubblicando su Twitter dopo quasi due giorni l'immagine originale, dove è evidente che l'incontro tra Wojtyla e la candidata piddina è avvenuto realmente.

    La foto originale dell'incontro con Papa Wojtyla

    L'ex ministro ha risposto così alle polemiche: "Ho rivisto anche io la mia foto con Papa Giovanni Paolo II e ho dubitato persino io di

    Continua »di La foto di Cécile Kyenge e Papa Giovanni Paolo II
  • Silvio Berlusconi e l'eccesso di fondotinta che fa ridere la rete

    Il troppo storpia, soprattutto in fatto di make-up. Lo ha dimostrato Silvio Berlusconi nell'intervista di Corrado Formigli a Piazza Pulita

    Il troppo storpia, soprattutto in fatto di make-up. Lo ha dimostrato Silvio Berlusconi nell'intervista di Corrado Formigli a Piazza Pulita (guarda i video qui sopra), che ha peccato di eccesso di fondotinta fino a rendersi ridicolo. Nella puntata del talk show andato in onda su La7, è stata trasmessa l'intervista in cui il leader di Forza Italia si è espresso sulle prossime elezioni, sulla sua pena da scontare presso la Sacra Famiglia di Cesano Boscone, sul premier Matteo Renzi e le nuove riforme varate dal governo. Tutto nella norma, non fosse per un dettaglio cromatico sfalsato: il colore della pelle di Berlusconi, simile a quello di un'intensa abbronzatura senza protezione solare. Uno scivolone di stile che lo ha reso lo zimbello della rete nelle ultime ore: decine i tweet sarcastici sulla nuance scelta dall'ex Cav, che negli ultimi tempi ci aveva abituati ad un'inedita sobrietà.

    Come l'ultima cover del Times a lui dedicata, ad esempio. Nella foto di copertina appare in versione

    Continua »di Silvio Berlusconi e l'eccesso di fondotinta che fa ridere la rete
  • La Kyenge posta su Facebook una foto con Wojtyla ma la rete insorge: "E' un fotomontaggio"

    L'ex Ministro risponde alle critiche: "E' una scansione della copia che conserva la mia famiglia, chiederò l'originale in Vaticano"

    In una giornata storica come quella “dei quattro papi” di domenica scorsa, la politica fa quello che può per tenersi uno spazio sotto i riflettori. A volte aiutandosi anche col fotoritocco, e in alcuni casi anche maldestramente.

    Sembra saperne qualcosa Cécile Kyenge, ex ministro dell’integrazione del governo Letta e oggi candidata alle elezioni europee con il Partito Democratico. Un personaggio, la Kyenge, che non si può dire disabituato a vivere tra le polemiche, ma che forse non pensava di alimentarne altre postando sulla sua pagina Facebook, nel giorno della santificazione di Wojtyla, una foto che la ritrae mentre viene ricevuta dallo stesso Giovanni Paolo II, accompagnata dalla frase “Oggi, per me, è una giornata emozionante”.

    Al centro delle contestazioni il fatto che la foto appaia pesantemente ritoccata, se non addirittura frutto di un malriuscito fotomontaggio. La Kyenge e le altre due persone che appaiono nell’immagine sembrano, fanno notare gli utenti, grossolanamente

    Continua »di La Kyenge posta su Facebook una foto con Wojtyla ma la rete insorge: "E' un fotomontaggio"
  • L'ultimo pasto dei condannati a morte

    Ricreare gli ultimi pasti dei condannati a morte, questa è l'originale idea di Henry Hargreave, un giovane fotografo di Brooklyn. Con estrema cura e dovizia di particolari ha riprodotto nel suo studio tutte le ultime cene (o pranzi) dei più famosi e pericolosi assassini prima della loro esecuzione. Lo vedete all'opera nel video qui sotto. Negli Stati Uniti sono 32 gli stati in cui vige la pena di morte e in alcune carceri i condannati hanno la possibilità di scegliere il pasto preferito, senza limiti di sorta. Lo "special meal" di Ronnie Lee Gardner, condannato per furto, rapimento e omicidio di due persone è stata una vera abbuffata: aragosta, bistecca, torta di mele, gelato alla vaniglia. Tutto consumato davanti alla proiezione della trilogia de "Il signore degli anelli". Venne ucciso dopo qualche ora da un plotone d'esecuzione il 18 giugno del 2010.

     

    L'ultimo pasto di R.L.Gardner: aragosta, bistecca, torta di mele, gelato alla vaniglia. E il Signore degli Anelli.

    Victor Feguer, detenuto in Florida e accusato di rapimento e omicidio, venne ucciso a 28 anni con un'iniezione letale il 15 marzo

    Continua »di L'ultimo pasto dei condannati a morte
  • Silvio Berlusconi e la dichiarazione d'amore a Francesca Pascale

    Ospite di Barbara D'Urso a Domenica Live l'ex Cavaliere si lascia andare: "Francesca è un’enciclopedia vivente!, Dudù è adorato!"

    A pochi giorni dall'inizio effettivo dei servizi sociali, Silvio Berlusconi torna ospite nel salotto di Domenica Live e si racconta in un'intervista a cuore aperto a Barbara D'Urso. Dopo le immancabili polemiche sull'operato dell'attuale Governo Renzi, il leader di FI si lascia andare ad una sviolinata nei confronti della sua fidanzata Francesca Pascale: "Francesca mi è stata sempre vicina e mi ha sostenuto anche in momenti delicati, mi ha dato serenità. Poi è una curiosona: per esempio io lavoro sempre fino alle due e mezza di notte e lei fino a quell’ora legge per migliorare la propria istruzione, è un’enciclopedia vivente! Se dovessi parlare in modo preciso di Francesca non ci riuscirei, è una sinfonia, c’ha dentro tutto!". Il lato tenero di Berlusconi continua a tessere le lodi della sua compagna: "Ha un intuito velocissimo, non sbaglia mai! Riesce a valutare le situazioni, le persone…qualche volta il mio giudizio non corrisponde con il suo e va a finire che ha sempre ragione lei!

    Continua »di Silvio Berlusconi e la dichiarazione d'amore a Francesca Pascale
  • Razzi: "da giovane ho avuto fino a mille donne, le registravo su un taccuino"

    Intervistato da "La Zanzara" il senatore confessa il suo passato di tombeur de femmes

    Raggiunta un’inaspettata quanto controversa notorietà, Antonio Razzi alimenta di giorno in giorno la sua fama – e il suo personaggio – con dichiarazioni al limite dell’incredibile e sovente riguaranti il sesso; un argomento su cui Razzi sembra abbia molti aneddoti e riflessioni da condividere.

    L’ultima è una confessione rilasciata al programma di Radio24 “La Zanzara” sul suo passato di tombeur de femmes, che sempre ai microfoni di Cruciani Razzi aveva raccontato in una precedente intervista. Il Senatore racconta confessa infatti di aver avuto, “dai 17 fino ai 26 anni", "tante donne, circa mille facendo il conto”. E soprattutto rivela di aver posseduto “un taccuino”, sul quale annotava “nome e nazionalità” delle ragazze , e assegnava loro un voto. Che, probabilmente, verteva sulle loro prestazioni sessuali. Purtroppo, però, del documento non c’è più traccia, visto che sua moglie "appena l’ha trovato l’ha bruciato, distrutto”. Ma la gelosia non doveva essere motivata, almeno a quanto

    Continua »di Razzi: "da giovane ho avuto fino a mille donne, le registravo su un taccuino"

Impaginazione

(1.025 articoli)