• Veronica Lario difende il suo diritto a invecchiare e ingrassare

    La ex moglie di Berlusconi accusa il settimanale "Chi" e Alfonso Signorini: "Un attacco inaccettabile".

    Veronica Lario torna a dire la sua senza mezzi termini e pubblicamente tramite un quotidiano. Questa volta si scaglia contro "Chi", il settimanale diretto da Alfonso Signorini e di proprietà dell'ex marito Silvio Berlusconi: "Quel giornale è usato come un'arma, per amici e nemici. Se non fai più parte del cerchio, sei un nemico. Ne avrei fatto volentieri a meno, ma adesso basta: dico quel che penso".

    Veronica Lario fotografata nel 2013L'oggetto della polemica è un servizio apparso la scorsa settimana sul giornale in cui si mette sotto accusa l'aspetto fisico della Lario, evidentemente trascurato rispetto ai tempi del suo matrimonio con Berlusconi. Il j'accuse arriva tramite un'intervista rilasciata al Messaggero, in cui la donna rivendica il suo diritto a invecchiare come meglio crede: "Il servizio di 'Chi' è un attacco inaccettabile alle donne che, come me, vogliono invecchiare senza assoggettarsi allo stereotipo del 'giovane a tutti i costi". 

    "Ho quasi sessant'anni, probabilmente secondo gli attuali canoni ossessivi

    Continua »di Veronica Lario difende il suo diritto a invecchiare e ingrassare
  • Maurizio Gasparri contro Conchita: "Che schifo"

     È bastato un tweet di Maurizio Gasparri per scatenare l'inferno in rete: "Questa Conchita è ignobile, ed è vergognoso questo coro mediatico che si solleva, che schifo". La vittima ignara (e ci auguriamo che rimanga tale) dell'attacco omofobo del vicepresidente del Senato è Conchita Wurst, la drag queen con la barba che ha trionfato all'EurovisionSong Contest Song 2014. Non importa che si tratti di una incredibile performer e di una cantante più che talentuosa, a Gasparri quello che non va giù è la barba, il contrasto peluria-make-up-abito paillettato dell'artista. E non fa niente se la sua uscita è di una gravità senza pari, specie in virtù del ruolo che ricopre. A Gasparri, la drag queen barbuta, proprio non va giù: "Conchita orribile spettacolo, deve sparire"insiste.

    L'attacco del forzista ha naturalmente provocato un'eco di polemiche accanite: "Di sicuro da bambino non le hanno insegnato che schifo non si usa nemmeno per il cibo. Vergognoso che noi vi paghiamo", "Mangiato pane e

    Continua »di Maurizio Gasparri contro Conchita: "Che schifo"
  • Alessandra Mussolini e la cintura a led di Forza Italia

    L'ultima trovata elettorale in casa Forza Italia è stata presentata da Alessandra Mussolini nemmeno fosse una televendita. La senatrice, candidata alle Europee 2014, si è presentata all'evento per la candidatura di Antonio Tajani dando sfoggio del gadget che darà la svolta alla campagna forzista: una cintura a led con tanto di minischermo e scritta Forza Italia.

    Un comodo ed elegante accessorio da indossare nel tempo libero, disponibile in nero a tinta unica. Il minischermo su cui campeggia "Forza Italia" si presenta come un'ingombrante scatoletta all'altezza della vita, ma non dubitiamo che la causa valga il fastidio che si deve provare nell'indossarlo. La candidata all'europarlamento ha sfoggiato la sobria cintura anche negli studi di SkyTg24, mostrando assoluta nonchalance e ostentata fierezza.

    La stessa che l'ha spinta a candidarsi nonostante il momento difficile che sta passando, come dichiarato nell'intervista a La Repubblica: "Quando il presidente Berlusconi chiama, c'è poco

    Continua »di Alessandra Mussolini e la cintura a led di Forza Italia
  • Susy De Martini: "Con Vittorio Sgarbi Europarlamento a luci rosse"

    Vittorio Sgarbi si conferma novello Casanova anche in Europa. Lo dice Susy De Martinis, europarlamentare di Forza Italia candidata anche per le prossime europee, che a La Zanzara ha confidato: "Quando c’era Vittorio Sgarbi a Strasburgo questi erano box a luci rosse dove portava le sue conquiste", riferendosi ai salottini dedicati ai giornalisti e agli eurodeputati per le interviste. Quasi si sentisse la nostalgia per dei Bunga-Bunga replicati in versione eurozone. Il paragone che sottintende l'eurodeputata è tra Sgarbi e gli attuali candidati a Strasburgo, considerati dalla De Martinis pressoché degli scarti del partito, a riprova del fatto che la neo rinata Forza Italia arranca in termini di coesione.

    Ma andiamo con ordine: la lista dei peggiori della classe si apre con Clemente Mastella, già reo - sempre secondo l'inviperita candidata forzista - di aver boicottato con il suo club di fedelissimi la campagna elettorale della De Martinis e di essere, pare, un assiduo frequentatore del

    Continua »di Susy De Martini: "Con Vittorio Sgarbi Europarlamento a luci rosse"
  • Il rapimento delle giovani liceali avvenuto in Nigeria un mese fa ad opera dei fondamentalisti islamici del gruppo Boko Haram, attivo nel paese africano, ha sconvolto l’opinione pubblica del mondo intero: la campagna di sensibilizzazione per il ritrovamento e la liberazione del gruppo di giovanissime, rapite perché smettessero di studiare secondo l’interpretazione del Corano che vuole le donne non istruite, è partita nientemeno che da Michelle Obama, moglie del presidente degli Stati Uniti, che ha esordito con l’hashtag #BringBackOurGirls per far conoscere al mondo intero la situazione.

    Alla campagna hanno naturalmente aderito moltissime personalità del mondo dello spettacolo e della politica mondiali, posando per fotografie dove tengono in mano un cartello con l’hashtag della campagna, da divulgare via Twitter; non poteva mancare il contributo di Beatrice Borromeo, la giovane giornalista ex collaboratrice di Michele Santoro ed ora in forza a Il Fatto Quotidiano, dove si è fatta

    Continua »di Beatrice Borromeo massacrata su Twitter per un errore su Boko Haram: le parodie
  • Lo sconosciuto Movimento Medjugorje ha candidato il conduttore e giornalista Paolo Brosio a sindaco di Prato con uno slogan deciso: “Esiste un undicesimo comandamento: vota Movimento Medjudorje. Patria, Famiglia e Spirito Santo” con il simbolo del Vaticano da sbarrare su un’ipotetica scheda elettorale. Un programma conciso e improntato alla religione quello che è stato stampato sui 6 manifesti elettorali apparsi questa mattina a Prato sulle affissioni dedicate alle elezioni comunali della città toscana.

    Una burla vera e propria, a quanto pare: i manifesti sono stati affissi ben oltre il tempo massimo di presentazione delle liste e sono chiaramente uno scherzo. Non se ne conosce l’autore, se sia uno o più persone, ma i falsi manifesti elettorali di Paolo Brosio candidato a sindaco di Prato hanno rapidamente fatto il giro del web, diventando virali ovunque.

    Non solo divertimento e scherzi, però: i cartelloni apparsi a Prato hanno provocato la reazione particolarmente veemente e contraria

    Continua »di Il manifesto elettorale di Paolo Brosio a Prato (ma è tutto finto)
  •  Un litigio finito male, quello che ha coinvolto le due ragazze di Tarantini più famose del Bunga Bunga. La prima è Patrizia D'Addario, passata agli onori del gossip per essersi dichiarata in più occasioni amante e fidanzata di Silvio Berlusconi, la seconda è Barbara Montereale, ex meteorina e show girl, con una figlia a carico. Entrambe implicate nel caso escort ed entrambe orgogliosamente papi-girl sin dai tempi delle cene ad Arcore: eppure tra le due non corre buon sangue, per lo meno, non più.

    La D'Addario, finita al pronto soccorso del Policlinico di Bari, ha raccontato di essere stata aggredita dalla sua ex amica in modo brutale: "La signorina Barbara Montereale mi ha detto che me la doveva far pagare perché io le ho rovinato la vita e l'ho coinvolta in un'indagine. Così mi ha preso per i capelli, ha tirato fuori le unghie, mi ha fatto uscire il sangue dal naso". La foto della D'Addario in ospedale su Repubblica.it.

    Diagnosi: trauma alla piramide nasale e lesioni sul volto. Di

    Continua »di Patrizia D'Addario e Barbara Montereale passano alle mani: il litigio tra escort finisce in ospedale
  • All’inaugurazione del Teatro dell’opera di Firenze per il Maggio Musicale Fiorentino, dove la Ministro Boschi in rosso ha fatto scalpore, non poteva mancare il rappresentante della Cultura dell’attuale governo Renzi: il Ministro Dario Franceschini si è infatti presentato, per quanto corrucciato in volto, tenendo al braccio la giovane fidanzata Michela Di Biase, con la quale fa coppia fissa da circa quattro anni.

    Clicca per vedere altre fotoChi è Michela Di Biase? 34 anni, romana, laureata in storia dell’arte e un impiego in un'azienda pubblica della quale non si conosce il nome, la Di Biase è una fedelissima del centrosinistra sin dai tempi dei Ds: la prima elezione risale al 2006 nel Municipio VII di Roma, la nomina a capogruppo dopo le elezioni del 2008, vista la grande preferenza di voti ottenuta per la riconferma in Municipio. Il vero salto di qualità, però, avviene alle scorse elezioni comunali di Roma, quando Michela De Biase, già compagna di Franceschini, si candida al consiglio comunale e ottiene oltre

    Continua »di Chi è la bella compagna di Dario Franceschini, dama in nero al galà di Firenze
  • All’inaugurazione del Teatro dell’opera di Firenze per il Maggio Musicale Fiorentino, dove la Ministro Boschi in rosso ha fatto scalpore, non poteva mancare il rappresentante della Cultura dell’attuale governo Renzi: il Ministro Dario Franceschini si è infatti presentato, per quanto corrucciato in volto, tenendo al braccio la giovane fidanzata Michela Di Biase, con la quale fa coppia fissa da circa quattro anni.

    Chi è Michela Di Biase? 34 anni, romana, laureata in storia dell’arte e un impiego in un'azienda pubblica della quale non si conosce il nome, la Di Biase è una fedelissima del centrosinistra sin dai tempi dei Ds: la prima elezione risale al 2006 nel Municipio VII di Roma, la nomina a capogruppo dopo le elezioni del 2008, vista la grande preferenza di voti ottenuta per la riconferma in Municipio. Il vero salto di qualità, però, avviene alle scorse elezioni comunali di Roma, quando Michela De Biase, già compagna di Franceschini, si candida al consiglio comunale e ottiene oltre

    Continua »di Chi è Michela Di Biase, la compagna di Dario Franceschini
  • Il Ministro per le Riforme Maria Elena Boschi riesce sempre a far parlare di sé, siano essi motivi politici, siano extraparlamentari: anzi, solitamente gli extrapolitici fanno ancora più rumore, perché la Boschi è una bella donna, ama vestire colori vivaci che saltano all’occhio e beneficia di un’ottima forma fisica che favorisce il chiacchiericcio.

    Il commento di Selvaggia Lucarelli - Clicca e guarda tutte le foto.Stavolta le discussioni sono toccate all’abito rosso scollato che il ministro Boschi ha indossato in occasione dell’inaugurazione del nuovo Teatro dell’Opera di Firenze, in un evento cui ha partecipato una buona fetta della politica fiorentina. Maria Elena Boschi ha sfoggiato un lungo abito rosso scollato che ha dato il via a commenti più o meno lusinghieri da parte dei sessanta milioni di maestri di stile presenti nel paese: le hanno rimproverato il colore, la scollatura generosa, il modo di sollevare la gonna per camminare, le scarpe, la scelta di un vestito simile richiamando al tanto vituperato “understatement”, ma il ministro Boschi ha

    Continua »di Il Ministro Boschi in rosso all’inaugurazione del Teatro dell’Opera di Firenze

Impaginazione

(1.025 articoli)