• L'acqua: questo è l'elemento primo dell'arte di Hannah Koh, una talentuosa acquarellista 29enne, insegnante di arte nei licei statunitensi, che realizza le sue splendide creazioni usando l'acqua prelevata sul luogo.

    Luoghi iconici, quelli rappresentanti da questa originale artista, tra cui il ponte di Brooklyn a New York, il San Francisco Golden Gate Bridge e il Grand Canyon in Arizona.

    L'artista si pone un massimo di 30 minuti per completare ogni suo lavoro e, ovviamente si trova sempre in prima persona di fronte al soggetto rappresentato. 

    E pensare che la originale tecnica di Hannah è nata del tutto per caso. Si era recata infatti, presso le cascate di Gullfoss, in Islanda, per realizzare un'acquerello, ma ha dimenticato di portare con sé l'acqua, dovendo ricorrere a quella del luogo!


    VIDEO - Le uova diventano arte

     

    Continua a leggere »from L'artista che dipinge con l'acqua
  • Giunge la primavera anche nel Lake District, regione montuosa nel nord est del Regno Unito, ed ecco alcune bellissime immagini che raffigurano degli agnelli intenti a saltare, al tramonto, le rocce del Castlerigg Stone Circle, nei pressi di Keswick.

    Suggestive immagini scattate da un appassionato, Stuart Holmes, proprio mentre il sole stava tramontando su questo antico sito preistorico britannico, risalente al megalitico.

     


    VIDEO - Migliaia di pecore per le strade di Madrid


     

    Continua a leggere »from Il salto degli agnelli al tramonto
  • Se siete degli assidui frequentatori di Instagram, il popolare social network fotografico di Facebook, avrete notato l’assenza di qualcuno in particolare. Sì, parliamo proprio di Silvio Berlusconi, che, già in piena campagna elettorale 2.0, da poche ore ha posto rimedio alla sua assenza.



    L’ex premier ha scoperto Instagram solo ieri, 19 maggio, ma il suo profilo, silvioberlusconi2015, ha già collezionato, in poche ore, oltre 70 foto come questa

    Le immagini sono tutte corredate da hashtag — a dire il vero non molto fantasiosi e interattivi: #silvioberlusconi, #forzaitalia, #forzasilvio, ecc. Ma anche il soggetto delle foto, va detto, non è molto fantasioso. Esse ritraggono per lo più il leader di Forza Italia nella sua vita privata, in compagnia di Dudù e della Pascale, mentre lavora o prende parte a iniziative del suo partito.



    Dopo neppure un giorno di attività Berlusconi colleziona già quasi 2000 fan, e ne segue a sua volta quasi 1000, spesso semplici utenti con cui Berlusconi — o

    Continua a leggere »from Silvio Berlusconi impazza su Instagram
  • Carlo Gabardini: 8 consigli per chi cerca il coraggio di fare coming out

    Carlo Gabardini, l'intervista a YahooCarlo Gabardini, l'intervista a YahooSono praticamente il testimonial contro l’omofobia”: Carlo Gabardini, attore e comico che per quasi 10 anni ha dato il volto a Olmo Ghesizzi nella sit-com tutta italiana Camera Café, sorride quando ripensa a quanto, negli ultimi anni, si sia dato da fare per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema che gli è molto caro, cui il prossimo 17 maggio verrà dedicata una giornata a livello internazionale.

    Lo abbiamo raggiunto telefonicamente a Siena, dove è arrivato per prendere parte a una delle numerose iniziative organizzate in tutta Italia per la lotta all’omofobia e dove presenta il nuovo libro, ‘Fossi in te io insisterei’, una sorta di lettera aperta e mai spedita al padre, scomparso nel 1999, in cui Gabardini riversa tutto ciò che avrebbe sempre voluto dirgli e che mai è riuscito a fare: “Fare coming out ti dà un’energia pazzesca, ti fa ricominciare da capo con una nuova vita”.

    E questo, puntualizza, non soltanto quando si paria parli di orientamento sessuale: “Non importa la

    Continua a leggere »from Carlo Gabardini: 8 consigli per chi cerca il coraggio di fare coming out
  • Baltimora, la foto della bambina e del soldato

    Bambina gioca con un soldato a Baltimora (credit: Amanda Moore)Bambina gioca con un soldato a Baltimora (credit: Amanda Moore)
    Una bambina di due anni gioca con un candelotto davanti ad un soldato, che lo guarda divertito mentre imbraccia il suo fucile. È questa la foto più cliccata delle ultime ore, per lo meno su Reddit, dove ha avuto più di 2 milioni e mezzo di visualizzazioni. Potrebbe sembrare uno scatto commovente, un'immagine che proviene da una zona di guerra, e invece arriva da Baltimora dove, a pochi giorni dagli scontri tra manifestanti e polizia, le strade sono ancora sorvegliate dall'esercito nazionale. Un'immagine che è considerato dalla maggior parte degli utenti emozionante, ma che per l'autrice della foto, Amanda Moore, è semplicemente tragico: «Ieri milioni di americani hanno visto la mia foto e hanno esclamato "AAAW." Sarebbe adorabile, se fosse il tuo bambino ad avere a che fare con lui nel vostro quartiere? È adorabile questo modo di gestire Baltimora? È una maledetta tragedia».

    L'attivista e scrittrice 26 enne ha raccontato al BaltimoreSun di averla scattata «per mostrare realmente la

    Continua a leggere »from Baltimora, la foto della bambina e del soldato


  • È divenuta virale provocando la commozione di molti utenti del web, questa bellissima foto che ritrae una donna affetta dal cancro al seno mentre allatta il suo neonato. L’immagine, scattata dalla fotografa Kate Murray è stata condivisa, solo su Facebook, ben 100mila volte.

    Murray ha postato la foto sul suo profilo Facebook lo scorso venerdì, ricevendo migliaia di commenti. La foto è stata poi rimossa.

    Il post originale era accompagnato da un commento della fotografa: “Questo bambino è nato pronto a dimostrare al mondo la sua forza, che ha ereditato dalla sua mamma. Si è attaccato all’unico seno rimasto alla madre mentre la sala esplodeva dall’emozione. L'allattamento al seno è un legame così sacro, che questa scena mi strozza il cuore in gola. Mi sento fortunata ad aver incontrato e conosciuto questa donna e la sua famiglia, e così onorata che mi abbia chiesto di essere lì per documentare questo momento prezioso”.

    Alla madre, di cui non si conosce il nome, è stato diagnosticato un

    Continua a leggere »from Malata di tumore al seno allatta per la prima volta il suo bimbo: la foto diventa virale
  • Che film vi ricorda questo meraviglioso albero? Esattamente, si tratta proprio di Avatar, il cui “Albero della Vita” ricorda molto da vicino questo immenso glicine in fiore che meraviglia i tanti visitatori dell’Ashikaga Flower Park di Tochigi, in Giappone, a circa due ore da Tokyo. 

    Proprio dal glicine ultrasecolare che si trova in questo luogo magico, infatti, James Cameron ha tratto spunto per il luminescente albero che appare nel suo film. L’enorme glicine dell’Ashikaga Flower Park ha 144 anni e i suoi lunghissimi rami sono cresciuti intersecandosi su una gabbia metallica appositamente costruita per creare un effetto “cascata” di fiori viola, che piovono sui turisti stupefatti. 

    Ashikaga Flower ParkAshikaga Flower Park

    Ma il glicine centenario non è l’unica bellezza dell’Ashikaga Flower Park, nel quale potete trovare un lungo tunnel di glicini bianchi e uno di glicini gialli.

    A maggio, quando esplode la primavera, il parco, ampio 1 chilometro quadrato, è un vero spettacolo per gli occhi, e probabilmente uno dei luoghi

    Continua a leggere »from Giappone, lo spettacolo dell'albero in fiore che ha ispirato Avatar
  • Poonam, la bimba indiana salvata da una foto

    Per Poonam la pioggia è manna dal cielo, un regalo prezioso di cui essere grata: quando abiti in una terra contaminata come quella di Bhopal, colpita da uno dei più grandi disastri chimici della storia, l'acqua portata dai monsoni ha un valore inestimabile. Un momento intimo, quello tra la bambina indiana e la pioggia, che viene immortalato da Alex Masi, fotoreporter italiano residente a Londra, in quelle zone per documentare la vita di Sachin Jatev, un ragazzo affetto da paralisi e deformità scheletrica, una delle tante vittime del disastro del 1984.

    È il 2009 e all'epoca dello scatto Poonam ha 9 anni: la bimba, considerata dagli abitanti del villaggio portatrice di sfortuna perché nata con sei dita al piede sinistro e causa della perdita del lavoro del padre, non sa che quella foto cambierà per sempre la sua vita. «Il 24 agosto 2009, durante una delle mie visite nella zona, la pioggia cominciò a cadere dal cielo. Poonam, sorella di uno dei bambini malati, si stava rinfrescando

    Continua a leggere »from Poonam, la bimba indiana salvata da una foto
  • Francesca Marina pesa 3 chili, ha il viso paffuto e angelico di un neonato e gode di ottima salute. A dispetto del nome è nigeriana ed è figlia degli sbarchi delle ultime ore sulle coste italiane: «La mamma nigeriana appena salita sulla nave ha iniziato ad avere le contrazioni e dopo un travaglio di otto ore ha partorito la bimba», ha raccontato all'Adnkronos il Capitano di Fregata Vincenzo Pascale. Tra qualche anno la mamma le spiegherà che è venuta alla luce su una nave della Marina militare che si chiama Bettina e che la sua prima culla è stata improvvisata, ma creata con la stessa cura che si riserva ai neonati negli ospedali: «abbiamo costruito una piccola culletta e l'abbiamo messa vicina alla mamma, stremata dal travaglio», ha aggiunto il capitano.

    Francesca Marina è nata su una nave della Masrina militareFrancesca Marina è nata su una nave della Masrina militare

    Nata da poco più di ventiquattro ore e diventata già il simbolo di una fuga di massa che troppo spesso non fa prigionieri: Francesca Maria è il volto della speranza in mezzo ad una tragedia che si consuma silenziosamente nel mar

    Continua a leggere »from Bimba nasce su una nave dei soccorsi, si chiama Francesca Marina
  • Nepal, bimbo di 4 mesi salvato dalle macerie

    Nepal, neonato estratto illeso dalle macerieNepal, neonato estratto illeso dalle macerie


    È l'immagine del giorno, quella che ritrae il viso paffuto di Sonit Awal ricoperto di polvere in braccio ad un soldato nepalese. Il neonato, di soli quattro mesi, rappresenta un piccolo miracolo dopo il terribile terremoto che ha colpito il Nepal il 25 aprile: è sopravvissuto sotto le macerie per 22 ore rimanendo illeso. Per salvarlo il padre Shyam Awal ha mobilitato l'esercito. Il terremoto, infatti, ha letteralmente distrutto la casa della sua famiglia, sotterrando sotto le macerie il piccolo. Ma quando il padre ha sentito il figlio piangere sotto cumuli di calcinacci, ha allertato immediatamente l'esercito, che ha cercato di salvare il bimbo fino a mezzanotte senza successo. Ed è solo la mattina seguente, quando il padre aveva ormai perso le speranze, che i soldati nepalesi sono riusciti ad estrarre vivo il bimbo. Sonit era molto spaventato ma non ha riportato alcuna ferita, è stato portando all'ospedale di Bhaktapur e ora gode di buona salute, fa sapere il Kathmandutoday.

    Neonato di 4 mesi salvato in NepalNeonato di 4 mesi salvato in Nepal

    Secondo

    Continua a leggere »from Nepal, bimbo di 4 mesi salvato dalle macerie

Impaginazione

(1.025 articoli)