• Olimpiadi di Londra 2012: i quartieri dimenticati della città

    Tottenham High Road: a sinistra una foto scattata il 7 agosto scorso, dopo gli scontri di Londra. A destra così come appare oggi. (Getty)


    Clapham Junction, un anno fa e oggi (Getty)

    Quando venne scelta Londra come città ospitante le Olimpiadi del 2012, uno dei motivi che fece decidere per il voto a favore fu la presentazione di un progetto socio-culturale che riqualificasse i quartieri di Tottenham, Newham, Hackney e Tower Hamlets. Le promesse erano quelle di un incrementare l'occupazione, di ristrutturare gli edifici distrutti dai riots lo scorso agosto e di lavorare contro la ghettizzazione di tutta l'aerea. Oggi la promessa sembra essere stata mantenuta solo in parte: sono state rivalutate vie, piazze, palazzi, sono stati risistemati i danni provocati dagli incendi e dalle devastazioni delle rivolte dell'anno scorso. All'apparenza tutto sembra impeccabile, un investimento oculato; a Newham hanno addirittura costruito la Casa delle Olimpiadi, il villaggio che ospita tutti gli atleti in gara. Tuttavia la disoccupazione nella fascia tra i 16 e 24 anni è rimasta ferma al 40%, la più alta di tutta Londra e le altre zone dell'East-End non sono da meno. Il Continua »di Olimpiadi di Londra 2012: i quartieri dimenticati della città
  • Così lo squalo attacca: video in slow motion

    L'attacco del grande squalo biancoNessuno vorrebbe finire tra le sue fauci, ma molti sono affascinati da questo incredibile predatore marino. Questo video è tratto da un documentario del National Geographic sul grande squalo bianco. La particolarità? E' al rallentatore.

    La velocità ridotta permette di vedere ogni istante dell'attacco letale.

    Ecco il video.

  • Di Pietro, Vendola e Grillo e l'alleanza improbabile

    Un'alleanza tra Antonio Di Pietro, Beppe Grillo e Nichi Vendola, sarebbe questa l'ultima bomba lanciata dall'ex magistrato. "Vogliono fare una legge elettorale per ghettizzarci, fanno bene a temerci, perché saremo noi il futuro partito di maggioranza. E sappiano pure che troveremo sempre il modo per sfuggire alle loro furbizie". Il "noi" sarebbe il nuovo "asse di non allineati" dei tre partiti e gli "altri" sono rappresentati dal resto del parlamento, Pd incluso, con cui Di Pietro è ai ferri corti.

    "Ci sentiamo più volte al giorno", dice il leader dell'Idv riferendosi al governatore pugliese, ma pare Vendola non sappia nulla dell'intesa e, anzi, non tarda a bocciare la proposta di coalizione a chiare lettere: "La sinistra che ho in mente ha due nemici: il liberismo e il populismo che semina veleni. Una strategia non s'improvvisa, e comunque la mia linea resta chiara: voglio costruire un'alternativa di governo di centrosinistra, abbiamo davanti una grande responsabilità nazionale:

    Continua »di Di Pietro, Vendola e Grillo e l'alleanza improbabile
  • Gomma arabica in crisi: a rischio la Coca Cola?

    (Fotolia)Ci è voluta una sciagura analoga a quella raccontata nell'Antico Testamento per mettere seriamente in crisi due marchi che sembrano esistere da sempre e per sempre: due invasioni di cavallette che colpirono il Sudan negli anni duemila, causarono la perdita di molti esemplari di Acacia senegal, l'albero da cui si ricava la gomma arabica (e di cui il paese è esportatore di metà della produzione mondiale e di migliore qualità).

    Ecco le sostanze che hanno fatto la storia. Guarda la gallery.

    La gomma arabica è fondamentale nella produzione della Coca e dellaPepsi: senza, i dolcificanti si depositano sul fondo (e quindi, prima di essere bevute, le bevande andrebbero mescolate) e il liquido diventa trasparente.

    Formule segrete e brevetti folli. Ecco quelli più pazzi del Web.

    Tornando agli alberi, il numero è stato ridotto anche dai riscaldamento globale mentre la domanda di gomma è rimasta costante nel tempo. A ciò si aggiunga che il Sudan non ha esattamente un governo affindabile: il

    Continua »di Gomma arabica in crisi: a rischio la Coca Cola?
  • Che odore ha lo spazio?

    Da oggi alla domanda "Cosa c'è là fuori?" si aggiunge "Che odore ha lo spazio?". Già, perchè anche il cosmo ha il suo profumo identificativo, o meglio puzza. È quanto testimoniano gli astronauti che hanno avuto l'opportunità di passeggiare nello spazio, il quel "là fuori" che per il resto dell'umanità resta un sogno e un mistero. (Quali sono gli odori più sexy e le puzze più devastanti?)
    Tutti sono concordi nel dire che si sente un odore molto forte, anche se per descriverlo lo hanno paragonato a odori decisamente diversi: da quello di bistecca bruciata al metallo riscaldato, dai fumi di saldatura alla polvere da sparo. (Dossier odori: segreti, curiosità e origine di puzze e profumi)

    Una cosa sembra certa: lo spazio è decisamente puzzolente. Ma quanto? Per cercare di identificare a cosa assomiglia questo l'odore, utile magari agli aspiranti turisti spaziali del futuro per farsi un'idea di dove stanno andando a mettere il naso, la NASA ha arruolato il farmacista londinese Steve Pearce,

    Continua »di Che odore ha lo spazio?
  • James Holmes (Reuters)La strage di Aurora e le prime immagini del killer James Holmes in tribunale hanno riacceso il dibattito negli Stati Uniti sulle modalità di informazioni: dare ampio spazio alla notizia con dovizia di particolari o soprassedere citando l'essenziale? Se da un lato c'è la propensione alla spettacolarizzazione e la smania della "notizia" dei mass media per attirare i lettori, dall'altra c'è addirittura il rischio di istigare involontariamente l'emulazione di atti violenti.

    Denver: verità e leggende di una strage

    A stabilirlo è uno psichiatra forense statunitense, che già nel 2009 durante una trasmissione televisiva divulgò cinque regole per i mezzi di informazione finalizzate ad evitare l'emulazione: non cominciare a raccontare la storia con le sirene in sottofondo, non pubblicare fotografie del killer, non coprire l'evento 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, fare in ogni modo per non fare diventare la conta dei morti l'argomento principale e localizzare la storia il più possibile, per la

    Continua »di James Holmes e la strage di Denver: negli Stati Uniti è polemica sull’informazione
  • Raffaele LombardoI soldi sono finiti, per lo meno nelle casse della Regione Sicilia. A causa della crisi di liquidità che ha colpito la regione autonoma, non sono stati spostati in tempo i fondi per pagare lo stipendio di luglio dei 90 deputati e dei 293 dipendenti. Sono previsti ritardi anche per i tfr dei pensionati, che arriveranno forse ad agosto insieme al resto degli emolumenti. In ballo ci sono svariati milioni, se si pensa che lo stipendio netto di un deputato è di circa 13 mila euro e che quelli di alcuni dipendenti sfiorano i 10 mila è facile capire perché i 5 milioni disponibili a oggi non possano bastare per retribuire tutti. Nessun rischio default, così ha garantito al premier Mario Monti il governatore: il bilancio è ben saldo. Allora sarà solo questione di sprovveduta gestione di fondi e tempi?

    Leggi tutti i retroscena del rischio default della Sicilia

    Intanto la protesta dei dipendenti non ha tardato ad arrivare e Francesco Cascio (Pdl), presidente dell'Ars (Assemblea regionale

    Continua »di Sicilia, la crisi di liquidità mette a rischio gli stipendi dei deputati. E parte la protesta
  • Un sistema extrasolare come il nostro

    3 esopianeti orbitano intnor a Kepler-30Là fuori, al di là del sistema solare, ci sono altri sistemi solari, proprio come il nostro. Il modello deipianeti che girano attorno alla stella madreallineati, decisamente non è un'esclusiva di questo angolo di Spazio. La conferma arriva da uno studio pubblicato su Nature e condotto da Roberto Sanchis-Ojeda del Massachusetts Institute of Technology di Boston. Grazie ai dati raccolti dal satellite Kepler, i ricercatori hanno infatti scoperto che i tre esopianeti orbitanti attorno alla stella Kepler-30 sono allineati tra loro e con il proprio sole.

    Ecco le stelle dalla Stazione spaziale. Guarda le foto

    È un'informazione preziosa per comprendere la storia dei sistemi extrasolari. L'architettura del Sistema solare, infatti, rivela molto della sua evoluzione: dal momento che l'equatore del Sole e i piani orbitali dei pianeti sono quasi allineati, i ricercatori hanno praticamente la certezza che tutti i corpi si siano formati a partire da un unico disco di gas rotante.

    Quali misteri

    Continua »di Un sistema extrasolare come il nostro
  • Usain Bolt può farcela: i 100 metri in 9″,156

    Usain BoltSe Bolt potesse correre una gara perfetta in condizioni ideali potrebbe già oggi realizzare nei 100 metri un tempo di 9"156, invece del record di 9"58 di Berlino. Ecco come.

    Dovrebbe partire dai blocchi in 100 millesimi di secondo dallo start invece di 146 (—0,046 s). Poi, dovrebbe correre i primi 10 metri come alle Olimpiadi di Pechino, in 1"85 invece dei 1"89 (—0,04 s) di Berlino. Dopo i 25 metri dovrebbe andare oltre i 40 km/h, raggiungendo il picco di velocità tra i 60 e gli 80 m, con 44,72 km/h (12,42 m/s). Se alla gara ideale aggiungiamo 2 m/s di vento a favore (il massimo consentito; a Berlino era —0,088 m/s) e l'altura di Città del Messico (2.243 m) dove l'aria è più rarefatta (si guadagnano 0,25 s), Bolt potrebbe tagliare il traguardo in 9"156. (Corsa con la sedia, dito di ferro e gli altri sport più pazzi del mondo)

    E non è tutto: c'è una gara perfetta e c'è un atleta ideale per (quasi) ogni disciplina olimpica, e già quest'anno si potrebbero polverizzare decine di record.

    Continua »di Usain Bolt può farcela: i 100 metri in 9″,156
  • La Sardegna investe 140 mila euro sulla Santanché

    La Regione Sardegna investe sulla comunicazione e lo fa con un piano da 796 mila euro assegnati a circa una trentina tra società private, enti e associazioni e deciso dalla presidenza della giunta regionale presieduta da Ugo Cappellacci (Pdl). Tra le società beneficiarie figura l'azienda di Daniela Santanché, la Visibilia S.r.l., che si aggiudica la fetta più consistente, 141.200 mila euro, iva inclusa. Questo il testo della delibera: "Il progetto editoriale elaborato dal quotidiano Il Giornale per il tramite della Società Visibilia s.r.l. - in qualità di concessionaria esclusiva per la raccolta pubblicitaria nazionale della predetta testata - consistente nella pubblicazione di 6 inserti interamente dedicati alla Sardegna sui temi del turismo, ambiente, trasporti, economia, innovazione digitale e agricoltura, e di stanziare, a favore della Società Visibilia s.r.l. l'importo di € 141.200 IVA inclusa, a valere sul capitolo SC01.0446 della Presidenza". In altre parole, il compito della

    Continua »di La Sardegna investe 140 mila euro sulla Santanché

Impaginazione

(1.025 articoli)