Post sul blog di Ik

  • Comprano magliette a due euro, ma vengono sconvolti da queste immagini

     

    Magliette a due euro. Un vero affare se non ci si fa domande, se si aderisce a un mercato per il quale i punti interrogativi sulla filiera produttiva sono ostacoli, zavorre. Il 24 aprile 2013 il crollo di un edificio in Rana Plaza, a Dhaka, inghiottì le vite di 1133 persone. Una tragedia immane che strappò il sipario sulle terribili condizioni di lavoro degli operai tessili dei Paesi dell’Estremo oriente.

    A partire dal 2014, il 24 aprile è diventato il Fashion Revolution Day, una giornata per ricordare le vittime di quella immane tragedia, ma, allo stesso tempo, una giornata per riflettere su quello che significa acquistare capi d’abbigliamento a basso costo, un’occasione per porsi delle domande. Chi realizza i miei vestiti e le mie scarpe? Come li realizza? Quanti anni ha? Quanto viene pagato?



    Ecco allora che in occasione della ricorrenza di quest’anno è stato effettuato un esperimento sociale, nel bel mezzo di Alexander Platz, a Berlino. Un distributore automatico di magliette

    Continua »di Comprano magliette a due euro, ma vengono sconvolti da queste immagini
  • Dimentica i fari dell'auto accesi, lo salva un pensiero gentile

    La vita è imprevedibile. Per fortuna. Sarà quello che ha pensato Derek Murray, studente di legge all'Università di Alberta, in Canada, quando si è trovato quell'insolito, piacevole e prezioso bigliettino infilato sotto il tergicristallo della sua automobile. Con la batteria scarica.

    Sì, perchè Derek aveva lasciato accidentalmente in fari dell'auto accesi tutta la notte, svegliandosi quindi con una brutta sorpresa. La giornata non poteva cominciare peggio di così, ha raccontato lo studente al National Post, che ha contattato per raccontare la sua bella storia. Una macchina inutilizzabile e per giunta un bigliettino sul cruscotto. "Pensavo fosse la lettera arrabbiata di qualcuno che mi avesse rimproverato di non parcheggiare lì", racconta Derek. E invece.

    E invece il biglietto era di uno sconosciuto, uno sconosciuto gentile, che recitava così:

    Una lettera gentileUna lettera gentile

    " Ho notato che hai lasciato le luci accese. La batteria non sarà probabilmente abbastanza carica per far partire il veicolo. Ho lasciato un cavo

    Continua »di Dimentica i fari dell'auto accesi, lo salva un pensiero gentile
  • L’Italicum spiegato in otto punti

    La nuova legge elettorale arriva oggi in aula alla Camera, ecco come funzionerà.

    LaPresseLaPresseSi fa un gran parlare della nuova legge elettorale, l’Italicum, del suo funzionamento, delle conseguenze che avrà sulla politica italiana una volta entrata in vigore e soprattutto delle spaccature che sta causando all’interno del Partito Democratico. Eppure, nonostante la discussione sia ormai entrata davvero nel vivo, con il voto finale alla Camera che si avvicina, la maggior parte degli italiani non conosce e non è interessata alla nuova legge elettorale. Secondo un sondaggio condotto da Renato Mannheimer, solo il 48% degli italiani è al corrente che la discussione in aula è cominciata nel mese di aprile. Non solo: il 60% degli italiani non conosce il meccanismo dell’Italicum, mentre tra il 40% che sa come funziona la nuova legge elettorale, la maggior parte (54%) è comunque contraria.

    Per provare a chiarire le idee, vediamo in dieci punti come funziona l’Italicum, la nuova legge elettorale.

    1. Premio di maggioranza. Con un meccanismo maggioritario, il partito che arriva primo tra

    Continua »di L’Italicum spiegato in otto punti
  • Non trovi la fidanzata? Gli 8 consigli della mamma

    Coppia innamorataCoppia innamorataCaro figlio,

    quando eri un bambino pensavo che potessi crescere in modo da essere un “bimbo vero”. Ho visto torte di fango e rane nella vasca da bagno, wrestling nel salotto, e giocato a football nel cortile. Ho pensato alle ossa rotte dalle cadute dagli alberi, l’odore costante di calzini sporchi e dopobarba, serpenti e code di cuccioli, perché “è per questo che ci sono maschietti”.

    Quando sei cresciuto, la maggior parte delle mie premonizioni sono diventate realtà, assieme ad alcune cose molto dolci che non mi aspettavo come raccogliere i fiori e voler pettinare i miei capelli, cucinare assurde e disastrose colazioni e naturalmente, i complimenti e le promesse di un bambino (come dicevi, “sei così bella mamma! Voglio sposare una come te un giorno!”)

    Non sarebbe bellissimo? Sì! Voglio che sposi una come me, anche io, perché allora probabilmente piacerebbe anche a me. Ma più importante ancora, è che una ragazza come me ti amerà incondizionatamente… come faccio io.

    Sfortunatamente, non

    Continua »di Non trovi la fidanzata? Gli 8 consigli della mamma
  • A 25 anni incontra l'uomo che gli salvò la vita quando era un neonato

    È davvero una storia da film quella che arriva dagli Stati Uniti. Dopo 25 anni un poliziotto californiano ha riabbracciato il ragazzo che trovò neonato dentro un cassonetto della spazzatura. L’incredibile incontro è avvenuto a Santa Ana, in California, ripreso dalla KABC-TV. Il poliziotto Michael Buelna ha detto che sperava di rivedere ancora il bambino che un quarto di secolo salvò da morte certa.

    Nel novembre 1989, mentre era in servizio, sentì un debole rumore provenire da un bidone dell’immondizia. Una volta aperto il cassonetto, Buelna spostò la spazzatura e trovò un bambino con il cordone ombelicale ancora attaccato. Il bambino pesava poco meno di due chilogrammi e, come racconta nel video d’apertura lo stesso Buelna, era ricoperto di liquido e la spazzatura aderiva al suo corpicino.

    Una volta salvato il bambino, il poliziotto si fece avanti per adottarlo, ma un’altra famiglia di Orange County ebbe la meglio e lo chiamò Robin Burton. La madre del bambino venne successivamente

    Continua »di A 25 anni incontra l'uomo che gli salvò la vita quando era un neonato
  • Il padiglione del Vaticano a Expo fa infuriare papa Francesco

    Troppi i tre milioni di euro spesi, più di quanto stanziato per numerose iniziative di solidarietà. E Bergoglio non ci sta.

    LaPresseLaPresseEra prevedibile che l’uomo che ha rilanciato la necessità di una chiesa “povera per i poveri” non avrebbe apprezzato che la Santa Sede spendesse tre milioni di euro per qualcosa che potrebbe a molti sembrare assolutamente superfluo, com’è un padiglione per l’Expo. Tre milioni di euro, tra l’altro, per un padiglione abbastanza piccolo, di soli 360 metri quadrati calpestabili. E poco importa che i soldi (un milione di euro a testa) siano stati stanziati dal Pontificio Consiglio della Cultura, dalla Cei e dall’arcidiocesi di Milano, perché la questione è anche largamente simbolica.

    La stessa cifra, un milione di euro, era stata spesa dal Vaticano per aiutare i migliaia di rifugiati a causa del ciclone Pam che aveva colpito gli arcipelaghi di Vanuatu e Tuvalu nell’Oceano Pacifico. Sempre un milione di euro per combattere l’Ebola, per aiutare Genova dopo l’alluvione, per le comunità cristiane in Iraq. È coerente con gli obiettivi della Chiesa, spendere per l’Expo quanto si spende per

    Continua »di Il padiglione del Vaticano a Expo fa infuriare papa Francesco
  • Expo sicuro? I test per prevenire attacchi terroristici

    A una settimana dal via ci si interroga sulla sicurezza dell’Expo 2015. La portata mondiale dell’evento, gli avvenimenti degli ultimi mesi e le numerose minacce ricevute dal nostro Paese accendono i riflettori sulla questione dell’incolumità dei visitatori che saranno verosimilmente oltre 10 milioni visto che, ad oggi, sono già stati venduti 9,5 milioni di biglietti.

    Per la giornata inaugurale del 1° maggio è previsto il sold out: 250mila persone negli spazi di Rho-Pero che in questi giorni stanno ultimando gli allestimenti. Ma la sicurezza? Chi la gestisce? E, soprattutto, quali stress test sono stati fatti?

    Uno che si è rimboccato le maniche e ha fatto un bel lavoro di giornalismo investigativo è stato Fabrizio Gatti de L’Espresso che per sei volte – con tanto di telecamera – è riuscito a entrare nel piccolo aeroporto di Milano Bresso e ad aggirarsi indisturbato fra gli aerei, compresi alcuni bimotore con seicento liti di benzina. Gatti è riuscito a muoversi per ore fra i velivoli,

    Continua »di Expo sicuro? I test per prevenire attacchi terroristici
  • Il meteo del week-end: sull'Italia torna il brutto tempo

    Tempo in peggioramento sulla penisola, molte nuvole e piogge sparse.

    LaPresseLaPresseDopo una settimana di bel tempo e in cui si è visto anche il ritorno del caldo, il meteo sull’Italia sta per cambiare nuovamente, a causa dell’alta pressione che, almeno momentaneamente, abbandona gran parte della penisola permettendo alle nubi e alle piogge di tornare a farsi sentire. Il fine settimana sarà quindi caratterizzata dal brutto tempo, soprattutto al nord dove sono previsti anche alcuni temporali.

    Venerdì 24 aprile. Nel nord italia continua a splendere il sole, soprattutto sul nord-ovest, mentre qualche precipitazione inizia già a verificarsi sul Triveneto. Al centro, invece, bel tempo quasi ovunque, anche se il cielo non sarà terso e, anzi, su Toscana, Lazio, Abruzzo si vedranno parecchie nubi. Qualche goccia invece nel sud Italia, dove c’è prevalenza di nuvole e qualche precipitazione si vedrà sulla Sicilia orientale, sulla Calabria e sulle estremità meridionali della Puglia.

    Sabato 25 aprile. Nel nord Italia, il mattino sarà molto nuvoloso con piogge deboli sul nord

    Continua »di Il meteo del week-end: sull'Italia torna il brutto tempo
  • Da celebrity ad autori di bestseller

    Gli ultimi decenni hanno rappresentato una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’editoria libraria: in passato lo scrittore diventava un personaggio, oggi il personaggio diventa scrittore anche quando non fornito di talento, né di competenze per imbarcarsi nella difficile impresa di scrivere un libro. Il sottobosco di “ghost writer” che prestano la loro più o meno oscura “opera” per sostenere le imprese dei personaggi scrittori ha sparigliato le carte del mercato e, negli Stati Uniti come in Italia, sono tanti gli esempi di celebrità che si sono trasformate in scrittori di primo piano.

    Uno dei successi editoriali degli ultimi mesi, relativamente al mercato statunitense, è The Body Book di Cameron Diaz, il libro d’esordio in cui l’attrice californiana racconta il rapporto con il proprio corpo, con aneddoti che attingono alle esperienze personali e mostrano la via per un rapporto più libero e sereno con la propria fisicità. Il libro è da oltre tre mesi nella classifica “Consigli e

    Continua »di Da celebrity ad autori di bestseller
  • La bufala del 97enne che si vede rinviata la causa al 2018

    L’ultima di una lunga serie di notizie inventate da un gruppo di avvocati, che in questo modo si vuole fare pubblicità.

    TmNewsTmNewsL’ultima bufala di tipo giudiziario risale a oggi ed è stata ripresa da moltissime testate, circolando parecchio anche sui social network: un 97enne vuole ottenere dall’Inps la pensione di invalidità, ma dopo 13 anni di attesa il tribunale rinvia la sua causa al 2018. Per questo motivo avrebbe fatto causa al ministero della Giustizia. Ma in questo stesso mese sono circolate molte altre notizie dello stesso tipo: un 99enne che trova un certificato di debito pubblico del ’56 che oggi varrebbe 177mila euro; un 40enne che ha ereditato 5 miliardi in lire ma la Banca d’Italia non gliele vuole cambiare, uno spezzino di 96 anni che avrebbe ereditato un bot da un milione di euro.

    Che cos’hanno in comune tutte queste storie? Il fatto di essere inventate, o almeno così riporta La Stampa, che ha sbugiardato gli avvocati che starebbero seguendo queste pratiche: “Da due anni un gruppo di legali le inventa, cambiando solo qualche dato, a volte utilizzando foto identiche per vittime differenti”. Ma

    Continua »di La bufala del 97enne che si vede rinviata la causa al 2018

Impaginazione

(419 articoli)