Il blog di Focus
  • Contro le zanzare adotta un pipistrello

    Se volete liberarvi delle zanzare in modo rapido, eco sostenibile e alla moda procuratevi un… pipistrello o magari un'intera famigliola di questi piccoli (dalle nostre parti, ma altrove possono essere giganteschi) mammiferi volanti. Che in una notte possono mangiarsi fino a 2.000 zanzare a testa (sperando che non siano tutte accalcate nella vostra camera da letto).
    Ma come fare ad attirare sul proprio terrazzo o nel proprio giardino questi simpatici killer alati?

    Basta offrire loro un rifugio adeguato. E non c'è bisogno di trasformare la casa in una bat caverna. Basta una scatoletta a forma di parallelepipedo in legno di betulla di circa 35 cm per 60, spesso 5 assemblato senza collanti e coloranti che respingerebbero l'utilissimo ospite
    Le bat box - come sono state ribattezzate -  esistono da qualche anno: sono la declinazione pratica del progetto
    Guarda in questo video che cosa succede all'interno di una di queste casette]

    Il bat-rifugio può essere acquistato nei supermercati, negli

    Continua »di Contro le zanzare adotta un pipistrello
  • Il petrolio sta finendo? Sì, no, forse

    (LaPresse)La notizia è di quelle che, a intervalli più o meno regolari, torna ad occupare le prima pagine dei giornali: il petrolio non si sta esaurendo. Se i consumi continueranno ai ritmi attuali, le riserve del nostro pianeta saranno sufficienti per i prossimi 70 anni.
    Lo afferma uno studio pubblicato qualche giorno fa dal sito di informazione finanziaria Bloomberg in base agli ultimi dati resi noti dal Servizio Geologico degli Stati Uniti.
    Secondo gli scienziati dell'ente americano nel sottosuolo della Terra ci sarebbero almeno 2 mila miliardi di barili di greggio che attendono solo di essere estratti. (Che rapporto c'è tra le prospezioni petrolifere e i terremoti)

    Ma siamo sicuri che sia una buona notizia?
    In realtà negli ultimi anni le stime sulle riserve mondiali di petrolio sono diventate più ottimistiche perchè hanno iniziato a considerare sfruttabili anche i giacimenti della Patagonia, quelli Africani della Rift Valley e le sabbie bituminose dell'Alberta, in Canada.
    Ciò che gli esperti

    Continua »di Il petrolio sta finendo? Sì, no, forse
  • In parte sì, perché vi sono alcuni fattori... di rischio. Primo: la differenza di età. Da una ricerca del Max Planck Institut (Germania) è emerso che l'unione ideale è quella fra partner di età vicina: il rischio di divorzio aumenta del 21% se l'uomo è più vecchio di almeno 4 anni e del 44% se lo è la moglie. Inoltre, le coppie in cui entrambi hanno una buona istruzione divorziano 4 volte meno di quelle meno istruite e 3 volte meno di quelle in cui la moglie è molto meno istruita del marito; se è la donna a essere più istruita, il matrimonio ha comunque buone possibilità.(Le nozze più pazze: guarda le più buffe immagini... matrimoniali)

    Poi, le mogli che contribuiscono per il 40-60% al reddito famigliare hanno circa il 50% di probabilità in meno di divorziare rispetto a quelle che ne guadagnano oltre il 60%, e il 50% in più di quelle che vi incidono per meno del 20%.(Sai come ci si sposa negli altri paesi? Clicca qui Matrimoni dal mondo)

    Se uno dei due è molto più attraente,

    Continua »di E’ possibile prevedere il successo di un matrimonio?
  • Il Terremoto in Veneto: e il suolo in Emilia si alza di 12 cm

    Belluno, ore 4:04 del 9 giugno 2012. A soli 7,1 km di profondità la terra trema. Il sisma è del 4.5 della Scala Richter. La durata del terremoto è stata breve, ma non per questo è passata inosservata. Molta gente si è riversata tra le strade, numerose sono state le chiamate ai vigili del fuoco. I danni, se ce ne sono stati, si scopriranno all'arrivo del Sole,
    E' senza dubbio un'altra situazione geologica, ossia un'area che non è collegata con i precedenti simi. Dunque un terremoto che sarebbe potuto avvenire indipendentemente dagli altri. Ma rimane il dubbio: può l'energia propagatasi in questi giorni aver scosso le Prealpi Venete al punto da scatenare l'evento? Un dubbio che i geologi non negano del tutto. Ma ci vorranno mesi per capire se questo può essere avvenuto. (Cosa sta succedendo in Emilia Romagna? Le risposte della scienza)

    Intanto continua l'attività di monitoraggio dallo Spazio delle aree dell'Emilia Romagna colpite dai terremoti, da parte del Dipartimento della protezione

    Continua »di Il Terremoto in Veneto: e il suolo in Emilia si alza di 12 cm
  • REUTERS/NASA Goddard Space Flight CenterIl tempo adesso è davvero poco: o smettiamo di maltrattare il nostro pianeta o questo si ribellerà, con conseguenze che potrebbero essere catastrofiche. E' la sintesi di uno studio pubblicato su Nature da Anthony Barnosky, un biologo dell' Università della California.

    Secondo Barnosky la Terra è vicino al punto di non ritorno e si sta preparando ad affrontare i cambiamenti più drammatici e radicali da 12.000 anni a questa parte, da quando cioè i ghiacci hanno inziato a ritirarsi alla fine dell'ultima glaciazione.
    Secondo Barnosky e i suoi colleghi il problema è causato dall'eccesiva pressione alla quale stiamo sottoponendo il pianeta: a un certo punto, impossibile da prevedere, qualcosa si rompe scatenando una serie di reazioni a catena i cui effetti devastanti si amplificano un passaggio dopo l'altro. (Tutti pazzi per la Terra: le più folli proteste a favore dell'ambiente)

    L'esempio più eclatante di queste trasformazioni è il quasi totale azzeramento delle superfici ghiacciate: poco

    Continua »di Collasso della terra imminente e irreversibile previsto da alcuni scienziati
  • 70 tsunami nella storia d’Italia

    Mentre gli ipocentri dei terremoti susseguenti a quello del 20 maggio 2012 avvenuto in Emilia Romagna, si spostavano via via verso ovest, ecco che nella mattinata del 6 giugno arriva un terremoto di magnitudo 4,5 a est di Ravenna, nel Mar Adriatico, a 25,6 km di profondità. Un terremoto in mare...

    Immediatamente vengono in mente quelli del Giappone o di Sumatra: anch'essi ebbero un ipocentro in mare. La paura del terremoto si trasforma in paura dello tsunami. Ma è possibile? Diamo immediatamente un elemento fondamentale: ad oggi gli tsunami sono stati registrati solo e soltanto se il sisma ha una magnitudo superiore a 7.2. (Terremoto in Emilia: tutto ciò che c'è da sapere)
    Terremoti con intensità inferiore non sono in grado di sollevare masse d'acqua marine tali da creare uno tsunami. E poiché nell'area non sono previsti terremoti del genere è quasi da escludere totalmente una simile eventualità.
    A meno che le ricerche finora condotte non abbiano individuato faglie nascoste in grado di

    Continua »di 70 tsunami nella storia d’Italia
  • Spray contro il mal di testa

    (Fotolia)La notizia, se confermata, potrebbe essere di quelle destinate a cambiare la vita a milioni di persone: un team di ricercatori della UCLA University di Los Angeles ha infatti da poco presentato un nuovo farmaco spray in grado di debellare in pochi minuti anche il più ostinato dei mal di testa. (Bufale e falsi miti sulla salute: ci caschi anche tu? Scoprilo qui)

    Alan Rapoport e i suoi colleghi dell'Interantional Headache Society hanno presentato il preparato al V Congresso Nazionale della Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee che si è tenuto la scorsa settimana a Napoli. Secondo gli scienziati la formulazione di questo medicinale, che viene assunto spruzzandolo in bocca, risolve i problemi epatici causati dai comuni farmaci contro l'emicrania e potrebbe essere commercializzato in Italia già dal prossimo anno.
    Negli States il principio attivo utilizzato in questo medicinale è già impiegato da anni nella lotta alla cefalea cronica, ma gli effetti collaterali a

    Continua »di Spray contro il mal di testa
  • I terribili effetti del sole

    Il lato sinistro (alla nostra destra) del volto di questo ex conducente di camion denuncia un invecchiamento precoce della pelle dovuto alla prolungata esposizione solare. Photo credit: Northwestern University, Chicago, ILUn conto è saperlo, un altro è vederlo. Sulla stessa faccia.
    Stiamo parlando degli effetti del sole e della tintarella. Da un lato il volto dimostra i suoi 69 anni, dall'altro almeno due lustri in più.
    Eppure quelle che vedete qui accanto sono le guance (non photoshoppate) della stessa persona: un uomo che per 28 anni ha guidato camion, esponendo solo metà della faccia ai raggi solari filtrati dal finestrino.

    La foto choc arriva da una ricerca scientifica pubblicata sul  New England Journal of Medicine. Il caso del paziente, che ha denunciato un ispessimento graduale e asintomatico della pelle solo sul lato sinistro del viso, insieme a un progressivo aumento delle rughe, è stato ritenuto emblematico da due ricercatori della Northwestern University di Chicago, che hanno divulgato la sua foto anche per diffondere le prove concrete dell'invecchiamento precoce della pelle causato dai raggi UVA.
    (Abbronzatura, quante ne sai? Test sui falsi miti legati alla tintarella)

    Il paziente è affetto

    Continua »di I terribili effetti del sole
  • Tutte le bufale sulle cause del terremoto in Emilia

    Clicca per guardare tutte le infografiche - L'anatomia di un terremoto: schema con epicentro, ipocentro, profondità e rapporto tra questa e l'intensità del sismaClicca per guardare tutte le infografiche - L'anatomia di un terremoto: schema con epicentro, ipocentro, profondità e rapporto tra questa e l'intensità del sismaCome spesso avviene quando si verificano catastrofi, come il terremoto di questi giorni i Emilia (i perchè della scienza sul terremoto in Emilia), si innesca una affannosa ricerca delle cause. Trovandole, si spera si possa impedire la ripetizione di eventi simili. Nel caso del terremoto l'operazione non è così semplice: le forze in gioco sono quelle del Pianeta Terra, e non sono facilmente domabili. Ma non è facile accettare questo principio, tanto è vero che c'è stata una rincorsa, spesso effettuata su basi poco scientifiche, ad altri fattori responsabili.

    I complottisti hanno dato la colpa all'Haarp (High Frequency Active Auroral Research Program) un impianto segreto (ma in realtà non lo è: si trova a Fairbank, Alaska) che ufficialmente si occupa di ricerche sulla ionosfera e sulle onde radio. Per quanto parte della ricerca effettuata possa essere segreta (è un sito militare) ed effettivamente alcune delle supposizioni non siano ancora state chiarite, la possibilità che l'impianto

    Continua »di Tutte le bufale sulle cause del terremoto in Emilia
  • Scoperta l’acqua su uno di satelliti di Giove

    La luna di Giove a confronto con la Terra

    Nella foto: Europa e la Terra messi a confronto. Le due sfere di colore celeste mostrano in maniera indicativa la quantità di acqua che si trova su di essi. (JPL/Caltech)

    Europa è il sesto dei satelliti di Giove in ordine di distanza dal pianeta ed il quarto per grandezza. È una luna di colore biancastro senza vulcani né crateri da impatto ben evidenti e il suo aspetto richiama quello di un oceano artico con la superficie composta da ghiaccio solcato da estese linee simili a quelli che erano i presunti canali marziani. È poco più piccolo della nostra Luna (340 km in meno di diametro), ha una superficie liscia quasi come una palla di biliardo e si suppone rivestito da una crosta di ghiaccio spessa alcuni km sovrastante un oceano salmastro globale la cui profondità potrebbe raggiungere i 150 km. (Tutti i segreti di Europa e delle altre lune del sistema solare)

    E' questo il risultato delle analisi dei dati raccolti su questa luna gioviana tra il 1995 e il 2003 dalla sonda Galileo.

    Continua »di Scoperta l’acqua su uno di satelliti di Giove

Impaginazione

(564 articoli)
Ricerca