Il blog di Focus
  • FotoliaLe chiamano malattie rare, ma così rare poi non sono: ce ne sono circa 8000 e si stima che nella sola Europa colpiscano 30 milioni di persone. Praticamente un cittadino ogni 17. Sono la distrofia muscolare, la fibrosi cistica, la SLA e migliaia di altre, malattie terribili, dai sintomi spesso molto strani e purtroppo senza cura.
    Molte di queste colpiscono anche i bambini: una delle più rare, che si manifesta in un caso ogni 8 milioni di nascite, si chiama progeria di Hutchinsin Gilford e causa un rapidissimo invecchiamento dei soggetti che ne sono affetti.
    I bambini ammalati di progeria manifestano una sintomatologia tipica di pazienti ultrasessantenni: problemi alle articolazioni, calvizie, indurimento della pelle, perdita di grasso corporeo, blocco dell'accrescimento, problemi dentali, arterioscelrosi, malattie cardiache. Quasi tutti muoiono per infarto del miocardio o arresto cardiaco in media a 13 anni e comunque entro i 20. (Le malattie più difficili da diagnosticare)

    La causa?

    Continua »di Progeria e altre malattie rare 38 milioni di euro ricerca
  • Arriva la cometa di Pasqua, ecco come osservarla

    Dal punto di vista astronomico, non c'è che dire, il 2013 si è aperto in grande stile. Prima il meteorite esploso sugli Urali, quindi l'asteroide di San Valentino e a breve la prima delle due comete che quest'anno visiterà i nostri cieli.

    C/2011 L4 Pan-STARRS, o cometa di Pasqua, come è stata soprannominata a causa del periodo dell'anno in cui si sta manifestando, ha già fatto le sue prime apparizioni nell'emisfero australe.

    [Guarda le prime foto della cometa di Pasqua]

    Il 5 marzo si troverà alla minima distanza dalla Terra, mentre il 10 marzo si troverà nel punto più vicino al Sole (perielio). Le date migliori per osservarla potrebbero essere - suggeriscono dalla Nasa - il 12 e il 13 marzo, quando la cometa apparirà vicina alla Luna crescente.

    [Guarda le foto delle comete più belle]

    Come osservarla
    Per tutto il mese di marzo, dopo il tramonto, la cometa sarà visibile anche nei nostri cieli, bassa sull'orizzonte, in direzione delle costellazioni di Pesci, Pegaso e Andromeda. La

    Continua »di Arriva la cometa di Pasqua, ecco come osservarla
  • Asteroide 2012 da14, l’asteroide di San valentino

    2012 da14, l'asteroide di San ValentinoVentiquattro mila chilometri possono sembrare parecchi, ma sono un'inezia in termini spaziali. Il 15 febbraio 2013 l'asteroide 2012 DA14, un imponente "sasso" celeste largo 50 metri e pesante 130 mila tonnellate (più di una portaerei nucleare) passerà a 24 mila chilometri circa dal nostro pianeta. Pochi o tanti? Si tratta di un transito davvero molto ravvicinato: molti satelliti geostazionari orbitano a una distanza superiore e la Luna, che pure appare così vicina, si trova in media a 384.403 chilometri dalla Terra.
    Ma c'è da preoccuparsi? Facciamo un po' di chiarezza.

    Non c'è nulla da temere
    Gli esperti della Nasa hanno rassicurato che l'asteroide non impatterà con la Terra. La sua orbita è sufficientemente conosciuta per escludere uno scontro che si sarebbe rivelato catastrofico: secondo gli astronomi un eventuale impatto avrebbe potuto danneggiare un'area pari a quella ricoperta dalla città di Londra, periferia inclusa.

    Le 5 fini del mondo mai avverate

    Sotto osservazione
    Ciò

    Continua »di Asteroide 2012 da14, l’asteroide di San valentino
  • Tracce di vita extraterrestre in un meteorite

    L'alga trovata nell'asteroide

    La notizia è controversa, ma se venisse confermata (e rimangono diversi dubbi) sarebbe di quelle eclatanti. Per la prima volta sarebbe stato scoperto con certezza matematica la presenza di un extraterrestre in un meteorite caduto nello Ski Lanka. L’"extraterrestre" in questione sarebbe un'alga, per la precisione una diatomea.

    Guarda le più belle foto di comete

    Prima i fatti
    A pubblicare sul Journal of Cosmology l’eccezionale scoperta sono tre ricercatori della University of Buckingham (UK): sostengono di aver scoperto delle “diatomee” fossilizzate in una “condrite carbonacea” caduta nel North Central Province of Sri Lanka il 29 dicembre 2012, vicino al villaggio di Araganwila. Il bolide precipitato è un tipo di meteorite formata dalla materia che costituiva la nebulosa protoplanetaria da cui circa 4,5 miliardi di anni fa ha avuto origine il Sistema Solare. In molte meteoriti di questo tipo sono stati scoperti acqua e composti organici, compresi alcuni amminoacidi.

    I ricercatori sono

    Continua »di Tracce di vita extraterrestre in un meteorite
  • La Luna stasera balla con Giove

    La Luna in allineamento con Giove e Venere, nel 2012
    Se lunedì  sera, tempo permettendo, avete voglia di guardare il cielo, noterete una strana vicinanza tra due dei più luminosi oggetti presenti nella volta celeste. Da una parte troverete la Luna, al 78% della sua luminosità. E appena sopra - a circa uno/due gradi di distanza - un oggetto dal bagliore argentato. Una stella? No, Giove, il pianeta più grande del nostro Sistema Solare.

    Guarda le foto della super Luna

    La congiunzione è di quelle storiche e per ammirare uno spettacolo analogo occorrerà aspettare il 2o26. L'incontro "galante" avverrà all'altezza della costellazione del Toro e la vicinanza dei due astri sarà chiaramente visibile ad occhio nudo. Il massimo avvicinamento si registrerà alle 2:30 del mattino, quando la Luna sarà sotto il pianeta e i due astri si troveranno a ovest.

    Stregati dalla Luna: 10 leggende incredibili sul nostro satellite

    Ma si tratta di una vicinanza soltanto apparente: lunedì notte la Luna si troverà a oltre 400 mila km dalla Terra; Giove, invece a

    Continua »di La Luna stasera balla con Giove
  • Perché le dita raggrinziscono in acqua?

    Vi sarà capitato innumerevoli volte in piscina o al mare, persino quando rimanete a mollo per ore nella vasca da bagno: la pelle dei polpastrelli irrimediabilmente si raggrinzisce formando delle curiose pieghe. Non che sia un problema, ma il fenomeno ha da sempre incuriosito gli scienziati. Che ora sembrano aver scoperto il perché di questa reazione.
    I ricercatori dell'Università di Newcastle hanno stabilito che le pieghe sono un adattamento evolutivo utile a migliorare la presa quando si sta in acqua. Gli scienziati hanno fatto svolgere un esperimento a un gruppo di volontari: raccogliere una serie di oggetti in marmo immersi nell'acqua e farli passare per piccole fessure. I volontari con le dita avvizzite sono riuscite a svolgere il loro compito molto più velocemente degli altri.

    Che cos'è la pelle d'oca? Perché le donne hanno le natiche grandi? Qual è la dimensione "giusta" del pene? Numeri e curiosità sul corpo umano

    Non si scivola
    Come ha mostrato uno studio precedente pubblicato

    Continua »di Perché le dita raggrinziscono in acqua?
  • Zero assoluto, la temperatura più bassa non è più assoluta

    (Fotolia)(Fotolia)Un freddo così non se lo immaginava nessuno, nemmeno Lord Kelvin, che attorno 1850 teorizzò lo zero assoluto (-273,15 °C) come temperatura più bassa raggiungibile da un corpo, quella cioè in cui le particelle che lo compongono sono al più basso livello possibile di energia. Ma qualche giorno fa un team di ricercatori della Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco e del Max-Planck-Institut di Garching è riuscito a portare una nuvola di atomi di potassio a una temperatura inferiore, anche se di poco, a questo valore minimo teorico.

    A proposito di freddo: guarda il tornado di ghiaccio

    Temperatura ed entropia
    Per comprendere la portata della scoperta occorre introdurre una definizione di temperatura diversa da quella alla quale siamo abituati. Quando si fornisce energia ad un sistema fisico, per esempio quando si scalda un cubetto di ghiaccio, si aumenta il suo livello di disordine: gli atomi che lo compongono iniziano a muoversi con maggiore libertà man mano che il ghiaccio si scioglie e

    Continua »di Zero assoluto, la temperatura più bassa non è più assoluta
  • Perché gli astronauti diventano più alti nello spazio?

    L'astronauta Satoshi Furukawa (Nasa)L'astronauta Satoshi Furukawa (Nasa)Fare l’astronauta può essere il lavoro più bello del mondo. Ma ha diversi effetti collaterali.

    Una lunga permanenza nello spazio infatti può comportare importanti modifiche al corpo e alla psiche dell’uomo con conseguenze non ancora del tutto chiare.
    Per esempio si cresce, si diventa più pigri, si potrebbe sviluppare l’Alzheimer precocemente.
    Che cosa succede veramente agli astronauti nello spazio? E la Nasa sta cercando di capirlo a fondo prima di spedire equipaggi umani verso Marte o su stazioni orbitanti attorno alla Luna (come si vuole fare tra il 2020 e il 2030)?

    L'hotel spaziale a cinque stelle. Come ci si vive?

    Come si cresce sulla Stazione Spaziale Internazionale
    L’effetto più eclatante della permanenza nello spazio è la crescita. È noto infatti, che dopo una permanenza di 5 o 6 mesi l’altezza degli ospiti spaziali aumenta anche del 3%. La spiegazione a livello molto generale è stata capita: la mancanza di gravità agisce di meno sulle vertebre della colonna vertebrale le

    Continua »di Perché gli astronauti diventano più alti nello spazio?
  • Qualcosa di strano su Marte

    Curiosity ha trovato qualcosa sul terreno marziano: lo vedi?

    l fiore marziano: probabilmente si tratta di una formazione rocciosa. (© NASA/JPL)6a00d8341bf67c53ef017d3f7e8896970c_788454È possibile che ci sia un fiore su Marte? A giudicare dalla foto inviata da Curiosity sembrerebbe di sì.

    L'immagine, scattata il 19 dicembre è stata inizialmente trascurata. Poi qualcuno, ingrandendolo ha scoperto un corpo perlaceo appoggiato al terreno la cui forma richiama da vicino quella di un inflorescenza ripiegata su stessa.

    Guarda come sarebbe Marte se ci fossero gli oceani come sulla Terra

    L'ingrandimentoSull'esatta natura di questo oggetto gli scienziati della NASA non si sono ancora sbilanciati: per ora Guy Webster, portavoce dell'ente spaziale per la missione su Marte, si è limitato a confermare che con tutta probabilità non si tratta di un pezzo di plastica caduto dal rover come ipotizzato inizialmente, ma di una formazione rocciosa.

    L'oggetto è comunque piuttosto piccolo e nei prossimi giorni gli ingegneri dovranno lavorare parecchio per permettere a MHALI (Mars Hand Land Imager), una delle telecamere ad alta risoluzione in dotazione a Curiosity, di scattare altre foto che possano

    Continua »di Qualcosa di strano su Marte
  • Di quanto si accorcia la vita ogni volta che ci abbuffiamo

    (Fotolia)orario-pranzoFatto il pieno di dolci, arrosti, lasagne e frutta secca durante le vacanze? Dovreste pentirvene. E non solo per la linea. Secondo i calcoli di un professore di statistica di Cambridge, un brindisi di troppo o l'ennesima fetta di panettone farcito alla fine di un cenone ci accorciano la vita di circa 30 minuti.

    Quali sono i 5 piatti più disgustosi del mondo?

    Spiegelhalter - questo il nome del ricercatore- ha analizzato una grande quantità di studi demografici provenienti da diversi paesi. Per spiegare la sua teoria lo scienziato introduce il concetto di “microvita”: secondo la statistica ciascuno di noi, dopo i 35 anni, ha a una speranza di vita di circa un milione di microvite e ciascuna di queste sarebbe lunga esattamente 30 minuti.
    L'analisi dei dati sulla mortalità dei paesi occidentali ha permesso al ricercatore di calcolare che due sigarette o due cocktail al giorno, un pasto al fastfood a base di hamburger e patatine o due ore di TV mangiando schifezze ci costano una microvita.

    Continua »di Di quanto si accorcia la vita ogni volta che ci abbuffiamo

Impaginazione

(564 articoli)
Ricerca