Il blog di Focus

Il meteorite da 70 tonnellate nei cieli della California

Domenica 22 aprile, alle 8 del mattino, migliaia di abitanti della California centro settentrionale sono stati svegliati di soprassalto da un fragoroso boom: era l'esplosione di una grande meteorite entrata da poco nell'atmosfera terrestre.
Secondo Bill Cook del Meteoroid Environments Office della NASA la roccia poteva avere le dimensioni di un furgoncino e il peso di circa 70 tonnellate. (Scopri le più grandi esplosioni della storia)

A contatto con la nostra atmosfera si è disintegrata, liberando una quantità di energia pari a circa 5 kilotoni, equivalenti cioè a quella liberata dall'esplosione di 5.000 tonnellate di tritolo.
Il rumore è stato assordante: le finestre delle abitazioni hanno inziato a tremare e in molti hanno preso d'assalto i centralini della polizia e dei vigili del fuoco pensando che la zona fosse stata investita da un terremoto.
La prima esplosione è stata seguita da una serie di piccoli bang supersonici provocati dai frammenti della roccia che volavano nell'aria a oltre 1.500 km/h.

Si è trattato di un evento unico e spettacolare: le meteore che cadono di solito sulla Terra sono visibili solo di notte e ciò che si vede sono per lo più scie lasciate da granuli di roccia molto molto piccoli.
Ma da dove veniva questo bolide? Secondo gli esperti potrebbe essere schizzato fuori dalla fascia degli asterodi, un'area compresa tra Marte e Giove dove stazionano detriti e rocce spaziali. Arrivato nei pressi del nostro pianeta sarebbe quindi stato catturato dalla forza di attrazione gravitazionale terrestre.

E immediatamente dopo l'esplosione in una vasta zona della California si è scatenata una massiccia caccia al frammento di meteorite. Appassionati di astronomia e semplici curiosi hanno passato al setaccio migliaia di chilometri quadrati di terreno in cerca delle pietre bruciacchiate.
Dalle prime analisi si tratterebbe di condriti carbonacee, rocce note da tempo per contenere al loro interno alcuni amminoacidi cioè le sostanze da cui hanno origine le proteine e quindi la vita.
Secondo gli esperti sarebbe la prova che gli elementi fondamentali alla nascita di organismi complessi si troverebbero un po' ovunque, sparsi nell'universo.

E in tempi di crisi anche le meteoriti possono diventare un business: negli ultimi giorni molti siti di annunci e aste americani propongono a pochi dollari i frammenti della roccia spaziale.

Foto: Lisa Warren/NASA/JPL

Ricerca

Le notizie del giorno