Il blog di Focus

I neutrini vanno piano: lo si sapeva da novembre

42-25550957_2_632050C'è poco da fare: i netrini non sono più veloci della luce. Lo affermano i dati dell'esperimento ICARUS coordinato dal Nobel per la fisica Carlo Rubbia e condotto nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.
Tra il 21 ottobre e il 6 novembre 2011, quindi proprio nello stesso periodo della seconda campagna di OPERA (clicca per vedere un multimedia sull'esperimento) che sembrava confermare il sorprendente e ormai famosissimo risultato, il team di Rubbia ha condotto una sua serie di misurazioni sul tempo di volo dei neutrini tra Ginevra e il Gran Sasso. (Tutte le curiosità sui neutrini in questo video)

Secondo gli scienziati il fascio di particelle sarebbe arrivato nei laboratori italiani con un anticipo pari 0,3 ns rispetto al tempo impiegato dalla luce a percorrere la stessa distanza nel vuoto, ma con un errore statistico pari a 4.0 ns e un errore sistematico pari a 9.0 ns.
I neutrino insomma non sarebbero affatto superluminali, anche se riuscirebbero a raggiungere velocità molto prossime a quella della luce. (Dossier Neutrini: tutti i segreti sugli esperimenti del Gran Sasso)
I risultati del team di Rubbia, che sono stati resi noti lo scorso 15 marzo sul sito di pubblicazioni scientifiche arXiv, erano già stati presentati in un pre-print lo del novembre 2011.

Ricerca

Le notizie del giorno