Foto Blog
  • Scoperta nuova specie di delfino di fiume

    Delfino di fiume (credit: Nicole Dutra)Appena scoperto dagli scienziati e già a rischio estinzione: è la nuova specie di delfino di fiume denominata Inia araguaiaensis, scovata nel bacino dell'Araguaia, nel Brasile centrale. Una scoperta eccezionale quanto tardiva, se si pensa che è una zona del fiume molto frequentata dall'uomo. I delfini di fiume sono tra le creature più rare al mondo e nel bacino del fiume brasiliano ne vivono circa mille esemplari. Quattro le specie finora conosciute, tre delle quali nella lista nera della International Union for Conservation of Nature (IUCN) perché a rischio estinzione: tra esse l'esemplare più conosciuto, il delfino del fiume delle Amazzoni, noto anche come il delfino rosa o boto, consoderato il più intelligente di tutte le specie di fiume.

    Questi delfini sono lontani parenti degli esemplari di mare, ma per certi versi molto simili ai loro cugini marini: hanno lunghi becchi con piccoli denti acuminati che consentono loro di cacciare i pesci nel fango sul fondo dei fiumi. Inia è la

    Continua a leggere »from Scoperta nuova specie di delfino di fiume
  • Il messaggio misterioso da codificare

    Messaggio in codiceQuando JannaK si è rivolta alla community di Ask MetaFilter per decodificare il misterioso messaggio della nonna, non pensava di trovare una parte di soluzione all'enigma in così poco tempo. Ecco l'appello della ragazza da Ask MetaFilter: "Mia nonna è morta nel 1994 di un tumore a rapida diffusione. Nelle sue ultime due settimane di vita non poteva comunicare, ma ha lasciato almeno 20 fogli con una serie di lettere scarabocchiate sopra. Io e i miei cugini all'epoca avevamo tra i 8-10 anni di età ed eravamo convinti che ci stesse lasciando un messaggio in codice. Li abbiamo analizzati per un paio di mesi cercando di decifrarli, ma senza soluzione. Mio padre l'altro giorno ha ritrovato uno dei fogli e visto che amo gli enigmi, voglio approfondire il mistero. Sulla base di alcuni dei segmenti ripetuti (molte righe iniziano con PST , molti finiscono con PAGA , e TYAGF si ripete spesso alla fine) , mi viene da pensare che possano essere testi di canzoni . Ha inserito molte virgole e strane

    Continua a leggere »from Il messaggio misterioso da codificare
  • Michelle Obama e il videobomb a LeBron James

    Della coppia presidenziale si pensava fosse Barack Obama quello simpatico, e invece Michelle Obama sta stupendo e divertendo la rete con un video virale in cui promuove il suo progetto Let's Move. Complici i giocatori dei Miami Heat, che la settimana scorsa erano alla Casa Bianca per celebrare con il presidente il titolo NBA 2013. E così LeBron James, Chris Bosh , Ray Allen, Dwyane Wade e il coach Erik Spoelstra si sono prestati come testimonial d'eccezione a favore della campagna contro l'obesità infantile ideata da Michelle Obama. Come? Inscenando delle divertenti gag in cui la first lady si cala nei panni di una simpatica disturbatrice schiacciando un canestro in faccia a LeBron James e con un finale in cui tutti mangiano delle salutari mele nel salotto della White House.

    MIchelle Obama e la schiacciata alle spalle di LeBron James

    Continua a leggere »from Michelle Obama e il videobomb a LeBron James
  • Futuri genitori lanciano sondaggio online per decidere il nome della figliaL'indecisione di due genitori di fronte alla scelta riguardo al nome da dare al futuro bebè può arrivare ad essere virale. È quanto accaduto ad una coppia che, in attesa della loro primogenita, ha ideato il sito namemydaughter.com per scegliere il nome perfetto. L'idea, a onor del vero, è nata dal futuro papà Stephen che, dopo aver consultato gli utenti su Reddit e spiegato loro le sue ragioni, ha creato il dominio web: "Ero seduto sul bordo del letto una volta arrivato a casa dal lavoro e sono stato fulminato dall'idea. Tendo ad essere una persona molto impulsiva (ciò mi mette in un sacco di guai, lol) e ho detto: 'Hunny, sto per chiedere a internet come dovremmo nominare nostra figlia'". E così ha fatto: "Ciao, mi chiamo Stephen e, con grande incredulità di mia moglie, ho deciso che sia internet a scegliere il nome* di mia figlia", si legge sulla homepage. Tuttavia, specifica il futuro papà sul sito, non saranno ammessi nomi bislacchi e senza senso e la decisione finale spetterà

    Continua a leggere »from Futuri genitori lanciano sondaggio online per decidere il nome della figlia
  • Passeggero riprende il proprio aereo che precipita e pubblica un selfie su Facebook

    Le tragiche immagini riprese all'interno della cabina mentre l'aereo precipita sono opera di Ferdinand Puentes. Che, una volta 'ammarato', si scatta anche un selfie e lo mette su Facebook.

    Nell'era dei selfie, l'autoscatto di Ferdinand Puentes potrebbe passare inosservato. Non fosse che l'autore dello scatto è uno dei nove passeggeri del Cessna precipitato al largo delle Hawaii il 12 dicembre del 2013, poco dopo il decollo dall'isola di Molokai. La foto, che immortala Puentes immerso nell'acqua con il giubbotto salvagente, è stata pubblicata da Puentes sul suo profilo Facebook assieme al video amatoriale dell'uomo, che mostra la dinamica dell'incidente a cui è sopravvissuto: il velivolo, a causa dell'avaria a uno dei motori, ha effettuato un atterraggio di fortuna nell'oceano, mentre i passeggeri si sono tuffati in acqua con i giubbotti salvagente. L'unica vittima dell'incidente è stata Loretta Fuddy, direttrice del Dipartimento della Salute delle Hawaii, balzata agli onori della cronaca nel 2011 per aver autenticato il certificato di nascita di Barack Obama.

    Il selfie di Ferdinand Puentes fa discutere il web

    Continua a leggere »from Passeggero riprende il proprio aereo che precipita e pubblica un selfie su Facebook
  • Pacco Amazzon (credit: Yahoo! US)Su Amazon è possibile acquistare tutto, tranne automobili (e poco altro). Eppure il contenuto del pacco più grande mai consegnato dal colosso americano sarebbe proprio una quattro ruote. È accaduto ad un anonimo acquirente, che si è visto recapitare a casa un pacco gigante, al cui interno si trovava un'automobile Nissan. Siamo negli Stati Uniti, nel Wiscosin, dove le direttive a riguardo sono piuttosto restrittive: nella maggior parte degli stati federali le vendite d'auto passano solo tramite concessionarie. Il maxi pacco di Amazon non fa eccezione. Si tratta, infatti, di mero marketing: a settembre sul sito dell'azienda statunitense è apparso un link promozionale pubblicizzato da Nissan. I primi 100 fortunati acquirenti che si sono affrettati a cliccare sul banner e a recarsi per l'acquisto di una nuova auto in una concessionaria Nissan si sono guadagnati mille dollari in buoni regalo Amazon e, a quanto pare pare, la consegna del nuovo acquisto nel tradizionale pacco del e-commerce

    Continua a leggere »from Cosa c’è nella scatola più grande mai consegnata da Amazon?
  • Ritrovato grazie a questa foto

    Quando Nicholas Simmons scompare è la notte di Capodanno. A casa lascia il cellulare, il portafoglio e tutti i suoi effetti personali. Quattro giorni più tardi, un fotografo dell'Associated Press immortala il giovane, originario di New York, a Washington, a pochi isolati dal Campidoglio. La foto viene pubblicata su USA Today il giorno successivo e segnalata sulla pagina Facebook creata dai genitori di Nicholas per ritrovare il figlio ventenne. Le domande sul perché il giovane abbia lasciato casa e sia finito a Washington rimangono ancora oggi senza risposta.

    Nella foto scattata dal fotografo Jacquelyn Martin il giovane appare con lo sguardo vacuo, la barba sfatta e il viso premuto contro una grata sita all'esterno della Federal Trade Commission. Indossa una giacca da sci e un cappuccio sulla testa ed è coperto da una coperta grigia. Il caso ha voluto che in quei giorni Martin fosse assegnato alla Casa Bianca, ma con il presidente Obama ancora in vacanza alle Hawaii, il fotografo ha

    Continua a leggere »from Ritrovato grazie a questa foto
  • Quella di Tracy Hermanstorfer e del suo bambino è la storia di un miracolo, che è tornato a far parlare grazie ad un'intervista esclusiva pubblicata dalla Abc. Era la vigilia di Natale del 2009 quando la donna avverte le prime contrazioni: la gioia della nascita del suo bimbo tanto atteso stava per invadere la sua vita e quella del marito Mike. Ma durante il travaglio accade qualcosa di terribile: Tracy va in arresto cardiaco e, nonostante l'intervento dei medici, il suo cuore si ferma. L'equipe di medici effettua quindi un cesareo d'urgenza, senza nemmeno anestetizzare la donna, per cercare di salvare la vita del piccolo. Ma nemmeno il neonato riesce a sopravvivere e nel giro di pochi minuti quello che doveva essere il giorno più bello della vita di Mike Hermanstorfer si trasforma in un incubo. Sua moglie e il loro figlio erano morti davanti a lui. Ma qualcosa accade proprio mentre l'uomo tiene tra le sue mani il corpicino esamine del bimbo: il neonato inizia a muoversi e a prendere

    Continua a leggere »from Miracolo di Natale: mamma e bimbo morti durante il travaglio tornano alla vita
  • Brenda Schimtz (credits http://news.yahoo.com)Quando Brenda Schimtz morì nel settembre del 2011 di cancro, aveva già architettato tutto. Con l'aiuto di un amico ha fatto in modo recapitare alla sede della radio Des Moines in Iowa una lettera dedicata al marito David: "Quando riceverete questa lettera, io avrò già perso la mia battaglia col cancro. Scrivo questa lettera che vi verrà inviata da un caro amico che ha le istruzioni per farlo quando sarà il momento. Ho dovuto scriverla a mano perché faccio fatica a digitare a causa della mia debolezza. Una volta dissi al mio amorevole marito David che il giorno in cui sarebbe arrivata una donna nella sua vita e avrebbe incontrato qualcuno con cui condividere la sua vita ancora una volta, avrei spedito questa lettera a voi della radio". Così inizia la straziante e commovente lettera di Brenda, morta a 46 per un tumore alle ovaie. "Mentre pensavo ai miei ultimi mesi sulla terra, ho comunicato a David i miei desideri una volta che me ne sarei andata e so che li avrebbe realizzati con

    Continua a leggere »from Muore di cancro e lascia una lettera al marito e alla nuova compagna
  • Adonis Ortiz è un bimbo di tre anni che vive grazie ad un trapianto di cinque organi: stomaco, fegato, pancreas, intestino tenue e crasso. Affetto da una grave malformazione, la gastrochisi, diagnosticata quando era nella pancia della mamma, è nato con soli 28 centimentri di intestino e poche possibilità di sopravvivere. Il trapianto multiviscerale è stato possibile grazie alla compatibilità con gli organi di un altro bimbo morto ad ottobre: il delicato e lungo intervento è stato portato a termine con successo dall'equipe di chirurghi del Jackson Memorial Medical Center di Miami, in Florida. Le condizioni di salute del piccolo ora sono in netto miglioramento e i medici hanno confermato che ci sono buone possibilità che possa condurre una vita normale. Il bambino rimarrà attentamente monitorato fino a febbraio e, se non ci sono segnali di rigetto, verrà dimesso. La madre di Adonis, a cui era stata diagnosticata la malformazione già al quarto mese di gravidanza, ha deciso di dare alla

    Continua a leggere »from Bimbo di 3 anni sopravvive grazie a trampianto di 5 organi

Impaginazione

(379 articoli)