Foto Blog
  • Foto: Liz Hansen Photography
    Succede anche nelle migliori famiglie che la foto di gruppo non sia un granché. Quella scattata alla famiglia Cramer non sarà di certo l'orgoglio di Elizabeth Cramer, ma è la più rappresentativa del nucleo familiare, come ha dichiarato il marito a GoodMorningAmerica.com. Lo scatto, come spesso accade per le foto migliori, è frutto del caso. La famiglia originaria di Castle Rock, in Colorado, decide di scattare una serie di foto ricordo sulla spiaggia di San Clemente da inviare come cartolina di auguri per Natale a parenti e amici. "Siamo partiti con l'idea di fare una foto in cui tutti sorridessero. Ma, come è facile immaginare, pretendere che dei bambini si mettano seduti e sorridano non è così semplice. Infatti, mio figlio più grande si è subito stufato. Io e mia moglie ci eravamo agghindati per l'occasione e volevamo una bella foto che mostrasse la nostra famiglia felice, ma ci siamo resi conto che sarebbe stato difficile". Così la giovane coppia, su suggerimento della fotografa Liz

    Continua »di Foto di famiglia finita male diventa tormentone online
  • L'imbarazzante pisolino di David Cameron

    David Cameron

    Il Primo Ministro inglese David Cameron deve aver passato un'estate davvero sfiancante, a giudicare dallo scatto impietoso postato su Instagram da Alice, sorella della moglie del premier Samantha, durante i festeggiamenti per il proprio matrimonio: nella fotografia si vede la sposa con un mezzo sorriso ironico ammiccare al cognato dietro di lei, sdraiato su un letto a dormire della grossa con a fianco la preziosa valigetta rossa dei documenti privati e segreti del governo inglese.

    Leggi anche: Una spettrale presenza nei boschi svizzeri: l'uomo con la maschera antigas

    Al di là dello spaccato umano e simpatico di uno scatto così informale, che toglie un po' d'ingessatura al compassato premier, le polemiche intorno a David Cameron continuano ad infuriare: già percepito dagli inglesi come un leader debole e non in grado di imporsi sulla scena internazionale a causa della propria sete di potere, David Cameron sta collezionando durante il mandato una serie di figure che certamente non aiutano

    Continua »di L'imbarazzante pisolino di David Cameron
  • Il bacio che fa discutere l’Egitto

    FacebookUna rivoluzione che ha i toni della tenerezza. Non è condotta con le armi, non si accompagna alla violenza delle parole, né all’arroganza dei gesti. Ha per protagonisti due giovani, certamente inconsapevoli che di lì a poco sarebbero diventati l’icona di un’epoca. Siamo in Egitto, per strada: un ragazzo riccio, in abiti sportivi, e una ragazza con il capo coperto dal velo islamico, lo hijab, si abbandonano a un dolcissimo bacio. Qualcuno scatta una foto, l’attivista Ahmad El Gohary la pubblicata sul suo profilo facebook e così fa il giro del mondo, raccogliendo una serie di “Mi piace” e altrettanti commenti al veleno: “È contro l’islam”, “Andranno all’inferno”.

    FOTO - Baci nella rivolta, le foto più belle

    Ad accompagnare l’immagine i versi della canzone “On the street” dell'artista indipendente Youssra El Hawary: ''C'è chi si maledice nelle strade, chi si uccide nelle strade. Chi dorme per terra nelle strade, chi vende il suo onore nelle strade. Ma sarebbe uno scandalo se un giorno

    Continua »di Il bacio che fa discutere l’Egitto
  • L'immagine pubblicata da Le MatinL'immagine pubblicata da Le Matin

    Indossa un mantello militare, stivali e una maschera anti gas. Si aggira per i boschi della Svizzera come una presenza misteriosa e inquietante da oramai dieci anni, e sebbene venga soprannominato "Il Mostro della Svizzera" sembra non essere pericoloso.

    Leggi anche: Ragazza-Hulk aggredisce coetanea

    Lo chiamano "Lo Loyon", ma nessuno lo ha mai visto in faccia né conosce la storia di quest'uomo. Pare che percorra ogni giorno lo stesso percorso in solitaria e non c'erano prove della sua esistenza fino a che il sito Le Matin ha pubblicato la prima foto dello strano individuo. A scattarla è stato un fotografo dilettante, che afferma di averlo immortalato a circa una decina di metri di distanza: "Aveva un mantello militare , stivali e una maschera antigas dell'esercito. Mi ha fissato e poi mi ha voltato le spalle senza parlare".

    Leggi anche: Il supereroe della metropolitana di Tokyo

    Molto più pittoresche le descrizioni di altri abitanti del luogo: "Ha spaventato i miei figli " - ha affermato

    Continua »di Una spettrale presenza nei boschi svizzeri: l'uomo con la maschera antigas
  • ay_118122905

    Facebook sembra essere il media preferito per i messaggi d’amore genitoriale che diventano virali: dopo il caso della madre statunitense che ha risposto su Facebook al coming out del figlio bisessuale con una lettera affettuosa e piena d'amore in cui lo ringraziava per il coraggio della sua dichiarazione, un’altra lettera toccante sta facendo il giro dei social network. Stavolta non si parla di coming out, bensì di ricerca di una figlia non frequentata per molti anni dopo un matrimonio fallito.

    Leggi anche: La toccante lettera di una madre al figlio bisessuale

    La lettera che Michael Hogben, un uomo inglese di 71 anni, ha scritto alla figlia Mandy perduta anni prima dopo la separazione dalla moglie per renderla partecipe della sua mancanza di lei e chiederle come stesse, ha avuto un riscontro eccezionale sui social network, tanto da diventare un caso anche sui media inglesi: la lettera, esposta in una vetrina di un negozio di Sheerness, nel Kent in Inghilterra, è stata fotografata da un

    Continua »di Cerca la figlia con un annuncio. Il messaggio diventa virale e la ritrova su Facebook
  • Foto shock su Facebook, mamma punta la pistola alla testa di un bambino
    È un'immagine shock quella che si sta diffondendo in modo virale per tutto il web: ritrae una donna sorridente, verosimilmente giovanissima, che punta una pistola contro un bambino di circa due anni. Non è chiara l'origine della foto: a oggi non è stato possibile risalire all'identità di donna e bambino, né ci sono dettagli in merito a dove e quando sia stata scattata, ma di sicuro ha suscitato allarme e scalpore. Pare che arrivi dall'Argentina e i tratti somatici della donna potrebbero confermare tale ipotesi. Potrebbe anche trattarsi di un'arma giocattolo o di un macabro scherzo, una posa messa in scena per finta o per gioco. Il dramma è proprio questo dubbio: non è dato sapere, non è stato possibile a oggi avere maggiori informazioni in merito allo scatto e alla salute del piccolo. Potrebbe anche trattarsi di realtà. Motivo per cui associazioni, utenti di Facebbok e altri social si sono mobilitati in una vera e propria caccia al ladro, creando una catena solidale per trovare tracce

    Continua »di Immagine shock su Facebook, si cerca il bimbo nella foto
  • Il finto video del twerking finito male

    Il finto video del twerking finito maleLa settimana scorsa impazzava in rete il twerking casalingo di una ragazza finito con l’incendio dei suoi pantaloni, dopo la caduta accidentale su una bottiglia di alcol e alcune candele.
    Condiviso sui social media, il sexy-balletto tragicomico è stato visualizzato oltre 9 milioni di volte.

    Ecco il video divenuto virale... Ma c'è il trucco. Guarda il video e poi scopri l'inganno qui sotto!

    Ma ieri sera il conduttore televisivo Jimmy Kimmel ha annunciato nel suo programma "Jimmy Kimmel Live!" che si è trattato di uno scherzo messo a punto con la squadra del programma.
    "Abbiamo girato il video di circa due mesi fa", ha spiegato. Non l’hanno mandato a canali tv, né a siti web. Nessun tweet di commento. L’hanno caricato su YouTube e sono rimasti a vedere cosa sarebbe accaduto.
    Alcuni hanno dubitato che si trattasse di finzione, altri l’hanno trovato più pericoloso che provocante, per altri ancora la colpa sarebbe della performance audace di Miley Cyrus con il cantante Robin Thicke.

    [Guarda il

    Continua »di Il finto video del twerking finito male
  • La toccante lettera di una madre

    La lettera in questione

    La lettera che Michelle Conway McClain ha scritto al figlio Zach il 30 Agosto, dopo lo status nel quale il ragazzo aveva rivelato la propria bisessualità, è diventata un caso virale sui social network e nei gruppi delle associazioni dei genitori dei gay: le parole di una madre che accoglie la sessualità del figlio senza dimenticare di bacchettarlo per il disordine quotidiano hanno fatto il giro del mondo per la semplicità, l’amore e la diretta risposta aperta che esclude chiusure mentali e accetta completamente l’orientamento sessuale di una persona.

    Leggi anche: Lettera d'addio con caccia al tesoro, è boom sui social network

    Zach, sono rimasta sorpresa dal tuo post su Facebook dove hai fatto coming out. voglio che tu sappia che ti voglio bene incondizionatamente. Ti amo con le mie azioni, non solo con le parole. Sono così orgogliosa di te. Sei la persona più coraggiosa che conosca. Combatterò sempre per te. Il tuo orientamento sessuale non ti definisce. Sei ancora il bambino che ha

    Continua »di La toccante lettera di una madre
  • Brutta sorpresa nel wc di Starbucks

    Foto da Facebook

    Non dev'essere stato un bel momento, quello vissuto da Bruce Ahlswede in uno Starbucks di San Antonio (Texas). Dopo aver terminato una riunione di lavoro, l'uomo si è recato assieme alla moglie nella caffetteria per rilassarsi un po', è entrato in bagno, e lì ha trovato un serpente arrotolato sopra il wc.

    Leggi anche: Roma, serpente di 150 centimentri a 'spasso' sul lungomare di Ardea

    Sul momento Bruce ha pensato che dovesse trattarsi di uno scherzo, di un serpente giocattolo, ma quando l'ha visto muoversi ha capito che da scherzare c'era poco. Dopo aver chiamato un impiegato, una piccola folla si è radunata attorno al serpente, che si è sicuramente spaventato più di loro ed è strisciato via sparendo dalla loro vista.

    Leggi anche: Australia, nascose in casa uova serpente velenoso: salvo bimbo di 3 anni

    La moglie di Bruce è riuscita però a scattare una foto che ha postato sul suo profilo di Facebook: "Deve aver risalito le fognature. Avevo sentito di storie di questo tipo, ma non mi era mai

    Continua »di Brutta sorpresa nel wc di Starbucks
  • small_110209-110829_201752_nyde113_the_record

    Che fine ha fatto la bandiera simbolo dell'11 settembre? Quella che tre vigili del fuoco alle prese con la tragedia del crollo delle Torri Gemelle issarono tra le macerie del World Trade Center? La bandiera era stata immortalata in una fotografia, diventata un simbolo dopo essere apparsa in tutti i mass media del mondo.

    Un simbolo da esporre allo stadio dei New York Yankees prima di una partita e addirittura da imbarcare sulla portaerei Theodore Roosevelt diretta in Afghanistan per spodestare il regime dei Talebani. O almeno così si credeva.

    Un documentario della Cnn, The Flag, rivela infatti come la bandiera portata in Afghanistan, e prima esposta allo stadio, non fosse altro che un falso. Questa almeno è la versione dei due registi, Michael Tucker and Petra Epperlein. Ma come hanno fatto a scoprirlo?

    La bandiera era stata presa dai vigili del fuoco da una barca ormeggiata vicino al World Trade Center. Dopo essere issata tra le macerie, esposta allo stadio degli Yankees, e lì

    Continua »di La bandiera simbolo dell’11 settembre scomparsa, l’indagine della CNN

Impaginazione

(353 articoli)