Foto Blog

Foto famose: l'esplosione dell'Hindenburg

Esplosione dell'Hindenburg (AP)L'esplosione dell'Hindenburg fu una delle tragedie aeree più drammatiche della storia, ma anche eccezionale per la copertura mediatica di cui fu oggetto: venne documentato in diretta, trasmesso al cinegiornale e fotografato da diverse prospettive. Colpì così profondamente l'opinione pubblica e la gente comune che l'esclamazione dell'annunciatore Herbert Morrison "Oh, the humanity!", nel corso di una radio trasmissione dal campo di atterraggio, rimase negli annali.  L'incidente causò la morte di 35 persone, su 97 che erano a bordo. Costruito nel 1935 dalla Luftschiffbau Zeppelin GmbH, l'Hindenburg è stato il velivolo più grande mai costruito e più all'avanguardia dell'epoca: la sua struttura era interamente di alluminio, poteva portare 72 passeggeri e un equipaggio di 61 uomini, misurava 245 metri (24 in meno del Titanic) di lunghezza e 46,8 metri di diametro. Un progetto molto ambizioso, costato alla compagnia 500 mila dollari e dedicato all'allora Presidente della Germania, Paul von Hindenburg. L'unico dettaglio che a posteriori generò molte controversie riguardava il gas utilizzato, ovvero l'idrogeno - altamente infiammabile - anziché l'elio, di cui il governo degli Stati Uniti era l'unico produttore e su cui imponeva l'embargo.

L'esplosione dell'HindenburgAncora oggi sono da chiarire le cause che hanno portato allo scoppio dello zeppelin tedesco e le ipotesi non vanno solo nella direzione dell'idrogeno come principale fonte dell'esplosione. Una delle teorie era quella del sabotaggio: gli zeppelin erano il simbolo del potere nazista e quella del complotto era un'idea diffusa e sostenuta da molti esponenti politici e militari (anche se non fu mai provata). Negli ultimi anni ha invece preso piede la teoria secondo cui la causa dell'incidente sarebbe stata una virata troppo violenta e improvvisa da parte del comandante (pare per maltempo e stanchezza) che andò a frustare le cisterne dell'idrogeno permettendo la fuoriuscita del gas, che a contatto con l'elettricità cominciò a bruciare senza fiamma. Si scoprì in seguito che l'Hindenburg non era progettato per le virate strette, tanto che tra le raccomandazioni di volo c'era quella di utilizzare manovre molto ampie in fase di decollo e attracco.

Altre foto famose raccontate da Fotoblog:

Migrant Mother, la foto simbolo della grande crisi

La linguaccia di Albert Einstein

Il Titanic nel 1912 e nel 2012

La foto del mostro di Loch Ness

La bomba atomica su Nagasaki

Che Guevara Guerrillero Heroico

La bandiera di Iwo Jima

Ricerca

Le notizie del giorno