Foto Blog

L'eruzione solare e la stupenda aurora boreale del 31 agosto

La dimensone dell'eruzione solare e la Terra a confrotnoIl Solar Dynamics Observatory (SDO) della Nasa ha ripreso un'enorme eruzione solare avvenuta sulla superficie del Sole il 31 agosto da mezzogiorno alle 01:45 del mattino successivo. L'esplosione e il successivo collasso hanno scagliato sulla Terra uno sciame di particelle che ha generato una tempesta geomagnetica, arrivata sul nostro pianeta il 3 settembre sotto forma di aurora boreale.  Il lungo filamento di materiale solare che è stato lanciato nell'atmosfera solare, la corona, è esplosa nello spazio alle 4:36 pm. L'espulsione di massa coronale, o CME, ha viaggiato a più di 900 chilometri al secondo entrando in contatto solo marginalmente con la magnetosfera della Terra e dando vita così a uno dei fenomeni più rari (e quindi più attesi dai fotografi), l'aurora boreale.

L'aurora boreale generata dal vento solareApparsa nella notte di lunedi 3 settembre a Whitehorse, nello Yukon, è stata prontamente immortalata da David Cartier per conto dell'agenzia spaziale americana: il cielo notturno ha mostrato un'aurora boreale con colori sgargianti e tutte le sfumature del verde e del rosa, in un contesto così suggestivo da sempre quasi irreale. Quindi niente panico: gli effetti per la Terra sono stati di intensità "poco grave e moderata". L'immagine dell'eruzione solare non è il solo materiale che l'agenzia spaziale americana ha pubblicato in relazione al fenomeno: utilizzando quattro frequenze diverse di ultravioletto, la Nasa ha pubblicato  anche un montaggio di quattro immagini diverse del fenomeno solare, tutte ad alta definizione.

L'occhio della Nasa sul Sole cattura esplosione recordEcco come appare un enorme filamento di materia solare visto dall'Osservatorio dinamico della Nasa, in movimento attorno alla nostra stella.

Ricerca

Le notizie del giorno