Foto Blog

Lucchetti dell'amore rimossi da Ponte Milvio, ma sopravvivono altrove

Ponte Milvio (KIkapress)
Tra pochi giorni verranno rimossi i lucchetti dell'amore da Ponte Milvio. Dopo la rimozione dai lampioni per questioni di sicurezza, dovrebbe trattarsi della volta definitiva, che porrebbe fine alla moda lanciata dai romanzi di Federico Moccia e da tutti i fans di Tre Metri Sopra al Cielo, film tratto dall'omonimo libro e interpretato da Riccardo Scamarcio. Lunedì 10 settembre tre pattuglie di vigili armati di tenaglie porranno fine alle promesse d'amore di migliaia di innamorati che si sono giurati amore eterno appendendo un lucchetto sul ponte. Il municipio di via Flaminia ne fa una questione di decoro e di stabilità: dall'uscita del primo romanzo a oggi i lucchetti si sono moltiplicati e non c'è verso di contenere l'entusiasmo giovanile nei confronti di una moda che rischia di essere pericolosa a causa del peso che l'antico ponte deve sostenere.

I lucchetti di Ponte Milvio (Kikapress)La prima mozione che intimava la rimozione delle promesse d'amore era stata votata all'unanimità già a dicembre del 2011 e per l'occasione il sindaco Gianni Alemanno interpellò addirittura Moccia, con cui fece un sopralluogo e a cui strappò la promessa: i lucchetti verranno rimossi. Come se lo scrittore fosse diretto responsabile dell'incontenibile moda. C'è chi in questi dieci mesi ha proposto di metterli in un museo come se fossero un'opera d'arte contemporanea collettiva da conservare per i posteri, creando una polemica senza precedenti. In vista della mozione la tendenza nel frattempo si è spostata a Fontana di Trevi, dove - in particolare gli stranieri - hanno iniziato ad appendere i primi lucchetti alle inferriate di un forno e a gettare le chiavi nella fontana (al posto della classica moneta).

La tradizione del lucchetto come simbolo di amore eterno pare arrivi dalla Cina e abbia origini antiche; in Italia sono sparsi un po' ovunque: a Milano si sono avvistati sul ponte delle Sirenette nel Parco Sempione, a Torino sul ponte all'altezza di Piazza Vittorio, a Bari sul lungomare Nazario Sauro e in molte altre città. Lucchepontimilvio.com ha persino una mappa correlata di immagini di tutte le città in cui c'è traccia dei lucchetti, che è chiamata non a caso "lucchetto-mania".

Addio ai lucchetti dell'amore, rimossi dal Ponte MilvioRoma, (Tmnews) - Un bacio e una ultima foto ricordo di due innamorati al Ponte Milvio. I lucchetti dell'amore sono stati portati via tutti. Dopo mesi di trattative e di polemiche la rimozione è avvenuta. Le coppie romane sono preoccupate delle sorti dei loro pegni d'amore, a centinaia attaccati al ponte. Il presidente del XX municipio di Roma, Gianni Giacomini. "Verrano collocati nella sede del municipio - ha detto - poi la sovrintendenza deciderà cosa farne. Un'ipotesi era di creare sotto gli argini del Tevere un altro punto dove poter collocare i lucchetti". Una ipotesi, ma non c'è ancora niente di concreto, è di lasciare uno spazio per i lucchetti sulle balaustre dello Zodiaco, un luogo di ritrovo storico dei romantici della capitale. Sul Ponte Milvio invece ci saranno più controlli perché è diventato, anche grazie al libro di Moccia "Tre metri sopra il cielo" che ha lanciato la moda, un centro della movida romana, con conseguenze anche sulla sicurezza dei cittadini. "Ho invitato i vigili urbani a presidiare il ponte - ha sottolineato Giacomini - Anche perchè era diventato un punto di incontro non solo degli innamorati, ma pure degli spacciatori".

Ricerca

Le notizie del giorno