Foto Blog

Un'inaspettata macchia di pinguini

(Reuters, grazie a Digital Globe)L'immagine che vedete riprende dal satellite una colonia di pinguini imperatori nell'Antartico, una delle specie più conosciute e amate del mondo. Gli esemplari sono stati per la prima volta censiti da un gruppo internazionale di ricerca grazie a nuove tecnologie, che hanno permesso un monitoraggio continuo dallo spazio, con immagini satellitari e fotografie aeree. Il censimento ha svelato che il numero è il doppio rispetto a quello che credevano i ricercatori: a oggi risultano 595 mila pinguini. Del resto a causa dell'avversità del luogo e delle rigide temperature (possono arrivare fino a -50°), mai prima d'ora era stato possibile dare delle cifre esatte e le stime erano tra i 270.000 a 350.000 uccelli.

Pinguini imperatore a Dumont d'Urville, Antartide. REUTERS/Martin PassinghamÈ il coordinatore dello studio e geografo della British Antarctic Survey, Peter Fretwell, ad annunciarlo: "Siamo lieti di essere finalmente in grado di localizzare e identificare un numero così elevato di pinguini imperatore. Abbiamo contato 595.000 esemplari, quasi il doppio rispetto a quanto previsto dalle stime precedenti, che si aggiravano tra 270.000 e 350.000. Questo è il primo censimento completo di una specie fatta dallo spazio". La risoluzione di queste immagini è stata ulteriormente migliorata usando una tecnica di fusione chiamata 'pan-sharping', che ha permesso ai ricercatori di distinguere i pinguini dal ghiaccio e di essere molto precisi nel conteggio delle 44 colonie presenti nell'area.

REUTERS/Martin PassinghamSe da un lato il numero è sorprendente e rassicurante, dall'altro è certo invece che alcune colonie si siano estinte del tutto, a causa dei profondi cambiamenti climatici che sono sempre più minacciosi per la salvaguardia di alcune specie. A pagare le conseguenze dell'innalzamento delle temperature sono infatti i paesi artici e antartici, dove il freddo e il ghiaccio sono gli elementi essenziali per la sopravvivenza di pinguini, orsi, foche e molti altri animali. A essere sotto controllo - nel caso dei pinguini imperatori - è la parte dell'Antartico in cui il ghiaccio è collegato al continente e forma una superficie continua piana che è fondamentale per la riproduzione della specie. Il pinguino imperatore si riproduce infatti sui ghiacci che circondano le coste e le colonie in riproduzione tendono a scegliere le zone ghiacciate che presentano dei rilievi in grado di proteggerli dal vento, dove i maschi possono così incubare le uova indisturbati.

Yahoo! Notizie - Video per amanti dei pinguini

Ricerca

Le notizie del giorno