Foto Blog

Scoiattolo grigio, il piano per sterminarlo

Scoiattolo grigio a St James's Park, Londra (Getty) Lo scoiattolo grigio è a rischio, ma non di estinzione. È stato approvato dalla Ue un piano che prevede lo sterminio dell'animale per la salvaguardia dello scoiattolo rosso, che sarebbe invece a rischio estinzione proprio a causa dello Sciurus carolinensis, lo scoiattolo grigio. Verranno stanziati quasi due milioni di euro per quella che sarà un'operazione da film horror e che vedrà quindi la morte di molti scoiattoli per mezzo avvelenamento con topicidi, inalazione di gas e rottura del collo. Gli animalisti insorgono, ma non sono gli unici. L'etologo Roberto Marchesini appare scettico sull'intera operazione: "Ho già visto la gassificazione di nutrie e colombi: sono state campagne fallimentari. Fatte per ridurre il numero di soggetti, hanno ottenuto il risultato opposto perché si è operata una selezione della specie: sono sopravvissuti i soggetti più forti, che si sono moltiplicati. Più si seleziona una specie, più aumenta di numero. Sarebbe molto più interessante investire in un piano per il controllo demografico e in uno studio utile per capire se il declino dello scoiattolo rosso, attribuito alla presenza di quello grigio, sia da attribuire davvero a quest'ultimo. Non si conosce la causa della decimazione di molte specie, penso agli anfibi, in particolare a tante varietà di raganelle ormai quasi scomparse".

Ma perché lo scoiattolo grigio sarebbe così pericoloso? Si tratta di una specie aliena, ovvero una specie che per svariati motivi si diffonde in un habitat diverso da quello originale, sconvolgendo così gli equilibri di quello autoctono. In Italia il caso più eclatante  è quello delle nutrie, importate dal Sud America negli anni '70 e allevate per le pellicce, sono poi fuggite o sono state rilasciate nel bacino del Po, dove si sono stabilizzate per poi diffondersi in tutti i fiumi d'Italia. Lo scoiattolo grigio ha origini americane e fu introdotto nei boschi di Stupinigi, vicino a Torino, in pochi individui, ma ora mina la sopravvivenza dello scoiattolo rosso, e non solo in Italia. I danni stimati causati al patrimonio naturale europeo dalle specie aliene corrispondono a circa 12 miliardi di euro all'anno e la commissione europea sta lavorando in tre direzioni diverse per arginare il problema: prevenzione, rilevamento precoce e reazione rapida. E nei casi estremi, come quello dello scoiattolo grigio, eradicazione di specie invasive al fine di ridurne gli effetti negativi.

Yahoo! Notizie - E dopo i 'pericolosissimi' scoiattoli grigi rilassati con qualche video di cuccioli

Ricerca

Le notizie del giorno