Foto Blog

Sopravvissuta di Utoya torna sull’isola

Alexandra Peltre ha 18 anni ed è una giovane sopravvissuta alla strage di Utoya. Otto mesi dopo torna sull'isola per ricostruire i fatti di quel tragico 22 luglio 2011 e testimoniare nel processo contro il killer. Ricorda così i tragici momenti che ha vissuto insieme ad altri giovani laburisti: "Appena l'ho guardato negli occhi e puf! Sono stata colpita da uno sparo alla gamba". Ora la speranza di tornare ad una nuova vita è più forte che mai: "Dopo il caso giudiziario, penso che sarà più facile imparare a convivere con quello che è successo". Il sogno di Alexandra era quello di fare la modella, oggi invece pensa di studiare recitazione, perché la cicatrice alla gamba è molto grande (ha dovuto subire tre interventi chirurgici) e antiestetica, ma non ha intenzione di abbandonare la passione per la moda.

L'autore della strage che ha profondamente scosso la popolazione norvegese e che ha stravolto la vita della giovane Alexandra è Anders Breivik, unico responsabile e reo confesso della morte di 77 persone. Colpevole ma lucido, tanto da chiedere alla polizia l'avvocato Geir Lippestad come unico difensore: Breivik sapeva che, dieci anni prima, Lippestad aveva già accettato la difesa di un neonazista in un processo per omicidio, poi finito con una condanna a 15 anni di carcere.

L'avvocato ha deciso di prendere le difese dell'assassino, ma solo per amore della democrazia, come scelta etica: "Non importa quanto un crimine sia orribile, il criminale deve avere qualcuno che curi i suoi interessi. È un mattone vitale nel muro della democrazia". Il peso della sua scelta è tutta espressa in queste parole: "Sento di aver perso la mia anima in questo caso. Spero di riaverla indietro non appena sarà finito e che sia nelle stesse condizioni di prima". Tuttavia, i giovani sopravvissuti alla strage condividono l'ideale di giustizia di Lippestad e non lo considerano un traditore. Come Alexandra: "Non lo vedo come un traditore. Ma come una persona che vuole cambiare qualcosa, in modo che tutti abbiano la possibilità di vivere le cose belle e non solo guerra e odio".

Ricerca

Le notizie del giorno