Gossip di Palazzo

Federico Pizzarotti: biografia del Sindaco di Parma a 5 Stelle

Federico Pizzarotti (Kika)Federico Pizzarotti (Kikapress)Federico Pizzarotti è il nuovo sindaco di Parma e il secondo in Italia del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Accolto da urla e boati di gioia, il neo primo cittadino si gode in mezzo ai suoi fedelissimi e ai giornalisti l'evento storico di cui è protagonista. Il 39enne informatico, con la passione per l'orto e le piante da frutto, è Project Manager nell'area dell'Information Tecnology presso un istituto bancario dell'Emilia Romagna; si è avvicinato al movimento dei grillini nel 2009 e solo l'anno seguente si è presentato come candidato per le regionali, senza però essere eletto. Quest'anno la svolta, dopo una campagna elettorale curata nei dettagli e durata diversi mesi.

Federico Pizzarotti, guarda le foto della sua campagna elettorale

Pizzarotti dice di sé: "Fin da piccolo ho sempre voluto cambiare il mondo, finalmente ho capito da dove iniziare. Proprio da qui, tutti insieme, per combattere il consumo del territorio e lo sfruttamento delle risorse naturali". Del ruolo di sindaco ha un'idea ben precisa: "Non penso che il sindaco debba essere un "tuttologo", ma mi piace pensarlo come un capo-progetto, in grado di mettere in campo i migliori esperti per risolvere le problematiche della città. Penso che le soluzioni ai problemi non debbano nascere nel chiuso di stanze asettiche, ma in mezzo ai cittadini, solo così potremo trovare soluzioni condivise ed adeguate". Ed è forse proprio la nuova e dinamica strategia di comunicazione ad aver decretato il suo successo.

Beppe Grillo e Federico Pizzarotti (Kikapress)Twitter, Facebook e sito ufficiale, Pizzarotti ama il web e lo ha dimostrato con continui aggiornamenti, post scritti in prima persona, un programma elettorale chiaro e all'avanguardia. Come l'antidoto anti-crisi, una lista di accorgimenti per sfruttare gli incentivi previsti per la riduzione degli sprechi, utilizzando ove possibile le energie rinnovabili e con l'idea di creare una rete energetica intelligente (smart grid), che ha come scopo l'autosufficienza energetica. Pizzarotti e il suo staff non hanno lasciato nulla al caso. La sua vittoria sarà anche merito della spiccata diplomazia che sembra contraddistinguerlo e che lo ha portato a condurre una campagna "pulita", senza colpi bassi all'avversario? In molti (forse i più maligni) attribuiscono il suo successo a Grillo, che lo ha sostenuto con pubblici appelli accorati e con i suoi monologhi senza mezze misure, ma è pur vero che Pizzarotti di carattere e tenacia ne ha da vendere. Tanto da aver ideato un nuovo modo di fare politica, "un metodo nuovo di selezione, aperto alle intelligenze individuali e collettive", ovvero quello della compartecipazione.

Leggi anche: il programma del Movimento 5 Stelle

Per attuarlo è stata aperta una consultazione pubblica sulla rete, che ha prodotto una lista di 150 curricula che verranno selezionati per "la Giunta del futuro", che dovrà lavorare a sua volta al fianco di un gruppo di consiglieri, noti a livello nazionale ed internazionale, che offriranno gratuitamente le proprie consulenze. Ecco in concreto quella famosa "antipolitica" dei grillini di cui tanto si è parlato finora.

Ricerca

Le notizie del giorno