Gossip di Palazzo

Matteo Renzi: chi sono i suoi finanziatori?


"Siamo quasi a 10 mila km, 800 comitati in tutta Italia, 70 mila persone incontrate, più di due terzi delle province già toccate, quasi 80 mila euro di contributi raccolti sul sito"
, fa sapere Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook. Il camper che lo sta portando in giro per il paese al grido "Matteo Renzi, Adesso!" ha da poco compiuto un mese e questi sono le cifre record che ha registrato finora. Il punto della situazione fatto dal sindaco di Firenze arriva non a caso dopo la polemica sul denaro per la sua campagna elettorale itinerante: da chi arriva? Quanti soldi sono stati spesi? Lui afferma che è tutto in chiaro sul sito, le malelingue parlano di milioni di euro spesi tra teatri, cene, pranzi, alberghi, benzina e un totale di 108 tappe. Il controverso ex tesoriere dei Democratici di Sinistra Ugo Sposetti spara un totale da due milioni e 35 milioni di euro, roba che nemmeno la campagna di Barack Obama, e poi minimizza: "Magari un po' troppo, lo ammetto, ma la sostanza non cambia".

Renzi parla di fund raising, i suoi detrattori (pare bersaniani) puntano il dito su finanziamenti derivanti dal suo ricco entourage, che parte da Andrea Bacci, storico amico di Renzi, per anni numero uno di Florence Multimedia, la società di comunicazione creata quando era presidente della Provincia, e prosegue con Paolo Fresco, ex presidente della Fiat e, prima, big della General Electric negli Stati Uniti, nonché perfetto gancio internazionale.  Fresco condivide la stessa avversione per il vecchio diventata cavallo di battaglia di Renzi: "Non escludo di poterlo finanziare, in modo trasparente. Io sono di centro ma fra Matteo e me c'è assonanza: si deve cacciare il vecchiume della politica". E fa la sua dichiarazione pubblica di voto: "Dipende dalla regole, non voglio aderire al Pd, ma se Matteo si candida premier, allora sì che lo voto". All'elenco di alleati e possibili finanziatori si vanno ad aggiungere il fedele Giorgio Gori e Marco Carrai, ex capo staff in Provincia, imprenditore edile con interessi nel software e importanti contatti tra Israele e Stati Uniti. Senza contare le amicizie negli ambienti di Cl e dell'Opus Dei che, si sa, non guastano mai.

Renzi: su Firenze Marchionne si sciacqui la bocca - VideoDoc

Ricerca

Le notizie del giorno