Gossip di Palazzo

Matteo Renzi: Rosy Bindi soffre quando vede la Moretti in tv

Alessandra Moretti, nella squadra del comitato Bersani e primarie del PD (LaPresse)Quando Alessandra Moretti, la portavoce di Pierluigi Bersani, va in televisione Rosy Bindi "soffre". Ad affermarlo è Matteo Renzi, convinto che i nuovi volti del Pd facciano tremare le vecchie leve: "Bersani sta cercando di creare un gruppo dirigente nuovo, non so se ci riuscirà, ma anche nelle interviste televisive, nelle presenze sui giornali, si è visto che le solite facce sono andate un po' in secondo piano, e sono arrivati dei ragazzi, che ovviamente votano per Bersani, ma almeno un po' di ricambio ha iniziato ad esserci". Così ha dichiarato il sindaco di Firenze in un intervento a "Controradio", per poi proseguire con l'affondo alla Bindi: "Penso che questa cosa faccia soffrire Rosy: ogni volta che la Moretti va in tv per Rosy e per quelle come lei è un problema. Per questo cerca la rissa personale ma io non voglio risse, ho grande stima per la Bindi e per D'Alema, però faccio una battaglia leale, a viso aperto, perché lascino ad altri lo spazio che hanno avuto. Credo che sia un fatto di normalità chiedere un ricambio anche perché Rosy Bindi è andata per la prima volta in Parlamento nel 1989, c'era ancora il muro di Berlino, se ora si accomoda e lascia spazio ad altri non è un problema".

Guarda:

I giovani di Bersani e le donne di Renzi per le primarie


I (non) giovani candidati alle primarie del Pdl

Bersani con Rosy Bindi. REUTERS/Max RossiMancanza di rispetto nei confronti della Presidente del partito? Decisamente no, a detta di Renzi, anche se i rapporti tra i due non sono esattamente idilliaci. Si tratterebbe solo della sua battaglia contro il "vecchio" presente nel Pd, contro chi non vuole rinnovarsi e partecipare alla costruzione di un nuovo futuro insieme. E poi non manca di lanciare frecciatine ai colleghi che lo hanno screditato: "Adesso però vorrei incrociare lo sguardo con coloro che dicevano, due mesi fa, che volevo distruggere il partito. Abbiamo visto che le primarie sono servite a creare un partito diverso. Insomma, non sono il mostro che qualcuno pensava".

Leggi anche: Primarie PD, come votare

Rosy Bindi: le primarie aperte del Pd sono una scelta di Bersani Genova, (TMNews) - Le primarie aperte sono state un'idea di Bersani. A sottolinearlo è il presidente del Pd Rosy Bindi che a margine del suo intervento alla festa democratica di Genova torna su uno dei temi più scottanti per il Pd in questi mesi.

"Il segretario ha fatto questa sceta quindi forse alla fine questa domanda dovete rivolgerla a lui"

E dopo le primarie si entrerà nel vivo della campagna elettorale, in cui andrà affrontato un altro tema ostico, le alleanze.

"Di pietro ha deciso di competere con Grillo spero si rubino voti a vicenda"

Riguardo al no del leader di Sel Nichi Vendola ad un'eventuale alleanza con l'Udc, Rosy Bindi è ottimista: "Si convincerà strada facendo", ha detto.

Ricerca

Le notizie del giorno