Gossip di Palazzo

Nicole Minetti, tutti contro di lei. Anche il Pdl

(LaPresse)Nemmeno il tempo di archiviare la polemica sulle sue dimissioni e Nicole Minetti torna sulla cresta dell'onda sfilando in bikini alla settimana della moda di Milano. L'occasione la crea il brand di lingerie e costumi da bagno Parah, che porta sulle passerelle la consigliera regionale con l'obiettivo (pienamente centrato) di creare scompiglio: immediate le reazioni dei fans, che si dicono indignati e minacciano il boicottaggio esprimendo il loro dissenso sulla pagina ufficiale facebook del marchio. Intanto l'hashtag #parahculi su Twitter è la risposta del comunicato ufficiale diffuso dall'azienda: "Abbiamo sfruttato l'attenzione mediatica che circonda la figura di Nicole Minetti per rompere gli schemi e ottenere la Vostra attenzione. E' stata una mossa coraggiosa". E a posteriori, vista la bagarre, si affrettano a precisare che "La Minetti è stata chiamata solo ed esclusivamente per fare questo tipo di evento, non è confermata per rappresentare quella che è la donna Parah in assoluto". Sarà, ma il prezzo da pagare per aver puntato tutto su di lei potrebbe essere alto, vista la sua nomea.

Inutile dire che, come Matteo Renzi, anche l'ex igienista dentale vanta numerosi detrattori, soprattutto in casa Pdl. L'ultimo in ordine cronologico ad esprimere il suo parere senza mezze misure sulla giovane è Franco Frattini,  che in un'intervista al Il Fatto Quotidiano, alla domanda "Ha visto la Minetti sfilare?" risponde perentorio: "Io penso che sia una porcheria aver candidato Nicole Minetti. E che sia una porcheria anche il fatto che, dinanzi all'invito del segretario politico Alfano a dimettersi, lei non si dimetta".
Clicca per ingrandire e vedere altre fotoClicca per ingrandire e vedere altre fotoSolo pochi mesi fa Vittorio Pisato, consigliere regionale del Pdl, se ne usciva con un'altra dichiarazione al vetriolo: "La differenza sostanziale tra l'elezione della Minetti e di Cicciolina è la preferenza. La prima è stata nominata la seconda è stata candidata con l'approvazione del direttivo di un partito e successivamente votata con il meccanismo delle preferenze. Se fossi nei panni del consigliere Minetti valuterei l'opportunità di dimettermi per poi candidarmi a preferenza". Eppure, ai tempi delle olgettine e dello scandalo Ruby nessuno si premurò di dire la sua in merito al suo ruolo come politica all'interno del Pirellone.

Clicca per ingrandire e vedere altre fotoClicca per ingrandire e vedere altre fotoDal giornalista Mentana arriva invece l'invito a tacere: "Non potrei dirle di dimettersi perchè non l'ho votata, ma le consiglierei di fare come le ragazze di Miss Italia: stia zitta!" e da Matteo Renzi quello di decidersi sulla carriera da intraprendere: "La Minetti potrebbe decidere se fare la modella o la consigliera regionale, ma al di là di questo lei dovrebbe preoccuparsi di votare alle primarie del suo partito, se mai le faranno. In questo momento, al di là delle battute, non mi pare sia un bel segno presentarsi come consigliere regionale, quindi come persona che percepisce uno stipendio, e fare contemporaneamente la modella". Ma la Minetti in occasione della sfilata ha ribadito: io da qui non mi muovo. E non intendeva la passerella.

Nicole Minetti torna al lavoro al PirelloneMilano (TMNews) - Primo giorno di lavoro al Pirellone di Milano dopo la pausa estiva piena di Gossip per la love story con Fabrizio Corona e le polemiche sulle presunte dimissioni per Nicole Minetti, il consigliere della Regione Lombardia accusata di favoreggiamento della prostituzione nel caso Ruby, in cui è coinvolto anche Silvio Berlusconi. L'ex igienista dentale non ha commentato il suo dietrofront dopo aver dichiarato di non volersi più dimettere nonostante il suo orientamento opposto di luglio e il "pressing" in tal senso del segretario del Pdl, Angelino Alfano. Abbronzata, in forma e con scollatura d'ordinanza la Minetti è stata come sempre presa d'assalto da reporter e fotografi che tuttavia, stavolta, sono stati sistemati dall'Ufficio di presidenza della Regione Lombardia, in un vero e proprio "recinto" e in una tribuna dell'area dedicata al pubblico, per evitare "assalti" alla consigliera durante le pause di lavoro.


Ricerca

Le notizie del giorno