Gossip di Palazzo

Il PdL ci riprova col condono edilizio: Villa Certosa è in vendita

Villa Certosa (LaPresse)258 mila immobili abusivi  - tra cui fanno parte numerosi ecomostri - rischiano di rimanere in piedi. Anzi. Il rischio è che vengano addirittura completati i lavori e messi sul mercato immobiliare pronti all'uso.

A rendere possibile tutto ciò, il Pdl, che nei giorni scorsi è riuscito nella riunione dei capigruppo in Senato a far calendarizzare per la prossima settimana un ddl sulla riapertura dei termini per il condono edilizio in Campania, bloccato dal 2003.
Firmatari del testo, l'ex Guardasigilli Francesco Nitto Palma e tutti i senatori campani del partito.
Il ddl permetterebbe la presentazione di nuove domande di sanatoria fino al 31 dicembre 2012. Estendendo il condono anche a quegli immobili abusivi edificati in zone protette dal vincolo paesistico ed architettonico.

Berlusconi vende Villa Certosa?


Il condono edilizio è stato uno dei punti forti che ha permesso al Pdl di vincere le ultime regionali in Campania. Ora, quindi, qualcuno si aspetta che le promesse diventino fatti. E così l'ex ministro Nitto Palma camuffa esigenze poco nobili parlando di emergenza abitativa.
"Io pongo un problema serio", ha commentato l'ex ministro, "perché nel 2003 il condono edilizio venne applicato su tutto il territorio nazionale tranne che in Campania ed è giusto che ora venga applicato anche a questa regione". Solo in Campania ci sono 175 mila abitazioni abusive. "L'equivalente di una città come Firenze - continua Nitto Palma - se si pensa che l'abbattimento di queste non potrà essere di più di 35 case all'anno, perché non ci sono i soldi, applicare ora questo condono mi sembra una cosa sacrosanta".

Le possibilità che il testo diventi legge - il centrodestra non ha infatti i numeri per approvarlo alla Camera - sono davvero remote. Ma se diventasse legge, ovviamente verrebbe estesa a tutto il territorio nazionale, provocando un danno enorme al patrimonio paesaggistico. E la difficoltà di poter effettivamente datare un abuso edilizio potrebbe portare al risanamento di ecomostri - come l'albergo Alimuri a Vico Equense o la palafitta nel mare di Falerna - per i quali da anni si invoca la demolizione.

In vigore o no , il ddl provocherà ugualmente danni. Ne è convinto Roberto Della Seta, ex presidente Legambiente e senatore del Pd: "Basta l’effetto annuncio a innescare una nuova ondata di abusivismo: secondo i dati del Cresm , la costruzione della maggioranza dei 40mila abusi del 2003 cominciò quando venne fuori l’idea del condono, prima della sua approvazione”. Un problema che si verificò anche nel 1994, quando il condono Berlusconi-Radice portò solo nei mesi di discussione ad un incremento di produzione di 83 mila abitazioni illegali.
Un regalo alle ecomafie specializzate nel cemento non soltanto nel territorio campano: secondo l’ultimo rapporto di Legambiente, solo nel 2011 sono stati edificati 25mila immobili integralmente o parzialmente abusivi.

Leggi anche:

Berlusconi si ritirai? Ripercorriamo gaffe e promesse dell'ex premier


La nuova preferita di Berlusconi: chi è Maria Rosaria Rossi?

Silvio Berlusconi: battute, lapsus e strappi al protocollo Milano, (TMNews) - Battute, lapsus, strappi al protocollo internazionale: negli ultimi due anni diverse dichiarazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi hanno fatto discutere e hanno scatenato polemiche. Da Obama abbronzato alla barzelletta con bestemmia, in questo VideoDoc una carrellata delle uscite del premier più discusse.

Ricerca

Le notizie del giorno