Gossip di Palazzo

Rimborsi alla Lega Nord bloccati. Ma Maroni promette battaglia

Roberto Maroni (Kikapress)Una nuova bufera sta per abbattersi sulla Lega e le sue casse. La Presidenza della Camera ha sospeso il finanziamento pubblico al partito per "irregolarità" nel bilancio del 2010 di natura poco chiara. Non si tratta di falso in bilancio, come le malelingue hanno ipotizzato, e anche in quanto a forma risulta ineccepibile, lo dice la lettera arrivata nella sede di via Bellerio: risponde ai criteri della legge numero 2 del 1997. Tuttavia risulta essere un bilancio che "non può essere considerato regolarmente redatto". Solito linguaggio burocratese o affare che scotta? Il segretario amministrativo della Lega, Stefano Stefani, rimane sulla difensiva: "Mi pare sia evidente: è un attacco politico, no?" e aggiunge: "Vedremo: abbiamo fatto le nostre controdeduzioni e le abbiamo mandate al presidente della Camera. E adesso siamo in attesa. Se il ricorso verrà accolto devolveremo il rimborso in beneficenza".

Roberto Maroni si dice invece "assolutamente tranquillo", forse perché non si tratta di quello del 2011 preso in esame dalla magistratura e che vede indagati l'ex segretario amministrativo Francesco Belsito e Umberto Bossi. Le irregolarità di quel bilancio sono state denunciate dagli stessi leghisti, fanno sapere. "Eh, purtroppo...Ma cosa dovremmo fare? Non possiamo mica spararci. Vabbe', ci cospargiamo il capo di cenere. Comunque alla fine vedrete che Bossi non ha preso per sè nemmeno un euro!", dice mortificato Stefani.

La stessa preoccupazione che lo attanaglia sembra essersi diffusa a macchia d'olio tra i fedelissimi del Carroccio. Forse a buon motivo, visto che il testo del richiamo al bilancio irregolare fa un chiaro riferimento anche a quello incriminato del 2011: "A riguardo il collegio (dei revisori della Camera, ndr) ha evidenziato che questo giudizio deriva da circostanze di fatto che formano tuttora oggetto di accertamento da parte della magistratura inquirente e trova conferme nelle risposte rilasciate dal collegio dei revisori del partito in data 11 giugno 2012". Per fare poi riferimento ad una manchevolezza da parte della Lega: "Manca totalmente delle affermazioni espressamente richieste da questo collegio con lettera del 22 maggio 2012". Relative a: "Dichiarazione espressa di conformità delle spese sostenute alla documentazione prodotta e delle spese stesse e dichiarazione di accertata verifica della regolare tenuta della contabilità e della corretta rilevazione dei fatti di gestione delle scritture contabili".

Ricerca

Le notizie del giorno