Sinead O’Connor: credevo fosse amore, invece era un divorzio

(KIKA) - LOS ANGELES - Un tempo le favole terminavano con quella frase densa di promesse e aspettative: "E vissero tutti felici e contenti". Generazioni e generazioni di giovani donne hanno sognato e sperato in quella perifrasi del "per sempre", ma i tempi moderni ci hanno consegnato non già unioni infinite ma dalla scadenza fissata. Come dimostra anche il caso di Sinead O'Connor e Barry Herridge.

Dopo un fidanzamento lampo favorito dalle nuove tecnologie - Sinead aveva scritto sul suo sito di cercare un fidanzato - i due si sono giurati amore eterno a Las Vegas, ma l'eternità del loro sentimento è durata appena 18 giorni: un ridimensionamento non da poco!

Oggi, con un comunicato, la cantante irlandese ha reso nota al mondo la repentina fine del suo matrimonio, indicando come responsabili alcuni parenti di lui ma anche il pellegrinaggio cui lei aveva costretto il novello sposo la prima notte di nozze, alla ricerca di stupefacenti "visto che io non fumo", ha dichiarato la O'Connor.

Insomma, due stili di vita troppo diversi, che hanno portato alla crisi anche se, assicura Sinead, l'amore non è mai venuto meno. E siccome lui si è dimostrato un gentiluomo incapace di porre termine all'unione, ci ha pensato lei.

Si dice che "un diamante è per sempre": vista la fugacità di tanti matrimoni, evidentemente l'unica cosa rimasta "per sempre" è solo la pietra preziosa!