Elezioni amministrative, cosa aspettarsi

Umberto Bossi (LaPresse)Il prossimo 6 e 7 maggio vi sarà una tornata elettorale a livello locale che, però, avrà una eco nazionale molto importante. Si tratta, infatti, delle prime elezioni dell'era Monti; le prime dopo la caduta di Silvio Berlusconi, che arrivano in un momento molto particolare per la politica italiana. Ecco, quindi, perché questa tornata è così importante.

Effetto Monti. I comuni più importanti in cui si voterà il 6 e 7 maggio sono Palermo, Genova, Verona, Taranto, Parma, Monza e Piacenza. Una tornata elettorale particolare, come abbiamo detto, perché è la prima dell'era Monti. Le alleanze ormai tradizionali, infatti, si sono sgretolate con la caduta di Silvio Berlusconi e a livello nazionale ci sono due anomalie che si chiamano Lega Nord e Italia dei Valori. All'opposizione in Parlamento, infatti, in molte realtà locali questi due partiti sono invece legati al centrodestra e al centrosinistra. La frattura tra Lega e Pdl è stata più netta, in alcuni casi si ripercuote anche a livello comunale, ma altrove l'alleanza è salda. L'Idv, invece, è più vicina a Pd e Sel, ma c'è l'eccezione Palermo, dove Leoluca Orlando è sceso in campo contro il candidato del Pd. Insomma, una tornata elettorale che risentirà del cosiddetto "effetto Monti" e che, dunque, dovrà mostrare come le vecchie alleanze hanno tenuto dopo il terremoto politico dell'ultimo anno.

Questione Lega. La seconda incognita di questa tornata è la Lega Nord. Travolta dagli scandali che hanno colpito personaggi di primo piano del partito — da Renzo Bossi a Roberto Calderoli — la Lega arriva a questo appuntamento con i sondaggi che la danno in caduta libera. Eppure uno zoccolo duro di elettori rimane e, come accaduto già in passato, i sondaggi hanno sempre sottovalutato le potenzialità del partito di Bossi. Ma lo scandalo è stato devastante e il prossimo 6 e 7 maggio si capirà quanto la Lega possa ancora avere un peso decisivo non solo a livello locale, ma anche nazionale.

Outsider in affanno. Dovevano essere i protagonisti della stagione politica; invece sembrano essere stati risucchiati nell'anonimato, tra problemi giudiziari ed errori politici. Nichi Vendola e Gianfranco Fini sembravano lanciati a conquistare la scena del centrodestra e del centrosinistra, ma negli ultimi mesi i due leader sono stati messi ai margini. Vendola paga gli scandali sanitari in Puglia, ma ancora di più l'ambiguità nell'appoggio al governo Monti, dove più ancora di Bersani e del Pd il suo Sel si trova schiacciato dalla vicinanza con le posizioni della Cgil e la fedeltà all'esecutivo. Fini, invece, dopo lo strappo con Berlusconi ha subito il proprio ruolo istituzionale, lasciando visibilità mediatica e leadership del Terzo Polo a Pierferdinando Casini. Il suo Futuro e Libertà fatica ad arrivare al 5% delle preferenze nei sondaggi e da motore della destra si è trasformato in ruota di scorta del centro.

Antipolitica in agguato. Infine, l'ultimo tassello per capire questa tornata elettorale si chiama antipolitica. Il presidente Napolitano ne mette in guarda, i leader — soprattutto di sinistra — la demonizzano, ma è lei a rischiare di essere la trionfatrice delle elezioni amministrative di maggio. Da un lato, infatti, è attesa un'altissima astensione in un Paese dove i cittadini faticano a riconoscersi nei partiti, dove il malaffare e le ultime polemiche sui rimborsi elettorali e sul finanziamento pubblico ai partiti ha definitivamente allontanato gli italiani dai loro rappresentanti. Un astensionismo che rischia di toccare quasi il 50%, con un italiano su due che non andrà a votare. Poi c'è il pericolo Grillo. Il suo Movimento 5 Stelle viaggia intorno all'8% dei voti secondo tutti i sondaggi e gli uomini di Beppe Grillo potrebbero risultare decisivi in moltissimi comuni, anche tra quelli più importanti. Ed è soprattutto il centrosinistra a essere in pericolo, perché è proprio tra i suoi elettori che M5S pesca a mani basse. Insomma, è solo un'elezione amministrativa, ma potrebbe regalare un quadro ben preciso di dove sta andando la politica italiana.

Duccio Fumero

Ricerca

Le notizie del giorno