Giornata Mondiale dell'alimentazione 2012: il mondo ha fame

Fao: Prezzi alimentari in aumento, sempre più vulnerabili Paesi poveri“Le cooperative agricole nutrono il mondo” è il tema di quest’anno della Giornata mondiale dell'Alimentazione (GMA) che si celebra il 16 ottobre, anniversario della fondazione della Fao. Un tema scelto per “sottolineare il ruolo fondamentale che svolgono le cooperative per migliorare la sicurezza alimentare e per eliminare la fame nel mondo”, spiega la stessa Fao sul proprio sito internet.

Il laboratorio e la sicurezza alimentare

Gli obiettivi della GMA sono chiari: sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema della fame nel mondo, rafforzare la solidarietà internazionale e nazionale nella lotta contro la fame, la malnutrizione e la povertà, attirare l'attenzione sui risultati ottenuti nello sviluppo alimentare e agricolo. In particolare, si vuole incoraggiare la partecipazione delle popolazioni rurali, in particolare le donne e le categorie meno favorite, ai processi decisionali e alle attività che influenzano le loro condizioni di vita e incoraggiare la cooperazione economica e tecnica tra i Paesi in via di sviluppo.

Banco Alimentare: emergenza consumi, la gente aspetta un segnale

Insomma, la GMA mette nuovamente al centro dell’attenzione un problema che tutt’oggi non conosce soluzione, rappresentato da una parte dalla fame e la mancanza di cibo nel mondo e dall’altra dallo spreco di enormi quantità di cibo nelle società industrializzate.

Il patto con l'Ue per fermare gli sprechi

“Tutti abbiamo la responsabilità personale sociale e politica di ognuno di noi per il futuro del Pianeta attraverso una riflessione sull'alimentazione, il gesto più naturale che accompagna la nostra vita”, ha fatto sapere anche il presidente del Consiglio Mario Monti durante il suo intervento al meeting internazionale sull'Expo 2015. Non sprecare il cibo è un obiettivo “che va perseguito con determinazione, è un principio etico che accomuna ricchi e poveri, e che ci servirà nei decenni perché ci aiuterà ad imparare ad alimentarci correttamente”.

Rapporto Fao: 870 mln persone soffrono la fame, ma dato in caloRoma, (TMNews) - "C'è una buona notizia, non un'ottima notizia, ma è pur sempre un buon risultato: negli ultimi vent'anni il numero totale delle persone che soffre la fame è diminuito di 132 milioni". Ad annunciarlo è stato il direttore generale della Fao, Josè Graziano da Silva, durante la presentazione del rapporto 2012 sulla fame nel mondo. Ma la situazione resta inaccettabile perchè ancora 870 milioni di persone soffrono di malnutrizione cronica. Come spiega Graziano da Silva: "Abbiamo una riduzione delle persone che soffrono la fame che è molto importante. Ci sono almeno 132 milioni di persone in meno negli ultimi vent'anni. Ma abbiamo ancora oltre 870 milioni di persone affamate, ovvero una persona ogni otto soffre di malnutrizione cronica. Questo non è accettabile. Dobbiamo lavorare di più su questo fattore, e vogliamo impegnarci nel campo dell'educazione alimentare nel mondo intero". Dal rapporto, pubblicato congiuntamente dalla Fao, Ifad e Pam, emerge anche che la fame è in aumento nei paesi sviluppati: degli 870 milioni di persone malnutrite, infatti, 16 milioni vivono nei paesi sviluppati.

Ricerca

Le notizie del giorno