In posa davanti all’autobus della morte

autobus della morteLe foto di turisti e agenti di polizia in posa davanti al bus teatro della tragedia di Manila stanno facendo discutere i connazionali delle vittime e il web.

Blogger di nazionalità filippina e di Hong Kong hanno acceso il dibattito sul sito della CNN: alla tragedia degli otto ostaggi morti e alla polemica sugli errori della polizia (ne parla la BBC) si aggiunge la mancanza di rispetto?    Lo chiede un utente del sito della CNN che pubblica le immagini embeddate qui sotto.

Si vedono degli agenti in posa davanti all'autobus crivellato di colpi, dove decine di turisti sono stati sequestrati per undice ore e minacciati da un ex agente di polizia armato che con il folle gesto pensava di poter attirare l'attenzione sul suo licenziamento. Il sequestro si è concluso quando, dopo ore di tentativi, gli agenti hanno freddato il sequestratore (Guarda il video del blitz).

In posa davanti all'autobus della morte ora ci sono ragazze, alcune delle quali sorridono come in un ritratto di famiglia, immortalate da un'amica. Studentesse, una ragazza che posa con un agente e ancora altre ragazze che sorridono.

Elbar, connazionale delle vittime, scrive: "Sarebbe troppo chiedere un po' di rispetto per le persone che a bordo di quel bus sono state ferite, traumatizzate e private della loro famiglia?"

Gli rispondono altri utenti, in particolare uno di nazionalità filippina: "Sono spiacente per quanto è successo ai passeggeri di quel bus". Un altro utente che era sul posto replica: "È normale che le persone siano curiose".

La CNN alimenta il dibattito e chiede: cosa ne pensate dei turisti in posa davanti al bus? cattivo gusto o solo innocente curiosità?

Ricerca

Le notizie del giorno