Wired
  • Elettrodomestici, se riparare costa più che cambiare

    Elettrodomestici, se riparare costa più che cambiareIl frigorifero inizia a emettere ronzii sospetti, la lavatrice passa a miglior vita, il televisore non è più lo stesso. La garanzia? Ovviamente è scaduta da poco. E quando arriva il tecnico, la diagnosi è quasi sempre la stessa: “Costa più ripararlo che comprarne uno nuovo”. Chi non ha mai trovato sospetta la coincidenza?

    GUARDA 50 GADGET A MENO DI 50 EURO

    Uno studio tedesco commissionato dal gruppo parlamentare dei Verdi tedeschi conferma i dubbi. Il fenomeno ha un nome: obsolescenza programmata. Significa che gli elettrodomestici vengono costruiti per durare poco, o meno di quanto potrebbero. Lo scopo delle case di produzione è quello di vendere di più, evitando la saturazione del mercato. Tutto questo a spese dei consumatori. Spese esose, dato che questa pratica costerebbe cira 100 miliardi l’anno ai consumatori tedeschi. Ma secondo Stefan Schridde e Christian Kreis, autori dello studio, dimostrare l’intenzionalità dei produttori è estremamente difficile. Questo non cambia il fatto

    Continua »di Elettrodomestici, se riparare costa più che cambiare
  • La primavera inizia prima, ecco cos’è l’equinozio

    Può essere il 19, il 20 o il 21 marzo e quest’anno, per la sesta volta consecutiva sarà il 20 marzo. E non è un errore. L’equinozio di primavera, infatti, contrariamente da quello che abbiamo imparato da bambini e da quanto stabilito inizialmente dal Concilio di Nicea nel 325 d.C . e poi confermato nel 1582 da Papa Gregorio XIII, non cade necessariamente il 21 marzo.

    GUARDA 50 INVENZIONI FANTASCIENTIFICHE

    Tanto per cominciare, con il termine equinozio,ci si dovrebbe riferire non a un giorno, ma a un istante. Quello in cui il Sole attraversa, passando dall’emisfero australe a quello boreale in marzo e viceversa in settembre durante l’equinozio di autunno, l’orizzonte celeste e tocca il cosiddetto punto vernale: ovvero l’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste. Questo istante nel 2013 cade alle 11:02 (UCT, le 12:02 in Italia) del 20 marzo, di oggi.

    ECCO GLI OGGETTI IN ORBITA ATTORNO AL NOSTRO PIANETA

    Ovviamente però non è il Sole a muoversi, ma è la Terra a raggiungere il punto

    Continua »di La primavera inizia prima, ecco cos’è l’equinozio
  • Un’esplosione di vita nella Fossa delle Marianne

    Nel punto più profondo della Terra, nella Fossa delle Marianne, a circa 11 chilometri sotto il livello del mare, si nasconde una gran quantità di vita microbica, a dispetto delle condizioni ambientali estreme. A riportare alla ribalta il punto più nascosto dell'Oceano Pacifico, dopo l'impresa di James Cameron - che lo scorso anno si era inabissato in solitaria nella Fossa delle Marianne – è uno studio guidato da alcuni ricercatori danesi pubblicato su Nature Geoscience, che sondando i fondali con un robot ha scoperto una sorprendente quantità di forme di vita sommerse.

    COME SONO I FONDALI MARINI VISTI DA (MOLTO) VICINO

    “Di solito la vita diventa via via più scarsa man mano che si scende verso le profondità”, ha spiegato alla Reuters Ronnie Glud della University of Southern Denmark, a capo dello studio: “Ma quando si arriva in zone molto profonde, molte cose cominciano ad accadere di nuovo”. E così, a dispetto delle pressioni e dell'assenza di luce, ci si trova di fronte a un gran

    Continua »di Un’esplosione di vita nella Fossa delle Marianne
  • La chimica della fumata

    la_chimica_della_fumata_2205Da ieri 115 cardinali della Chiesa cattolica sono impegnati, come prevede il cerimoniale, a porte chiuse e tra le mura della Cappella sistina, nell’elezione del nuovo Papa, il successore di Benedetto XVI. Quando sapremo se si sono messi d’accordo per il nome del prossimo pontefice? Certamente con l’emissione, in cima alla Cappella, di una fumata bianca, che prepara i fedeli a sentir pronunciare il celebre “Habemus Papam”. Nel frattempo, per ogni giro di voti che non condurrà al vincitore, vedremo apparire, come appena accaduto, fumo di colore nero, che indica il mancato raggiungimento del quorum dei due terzi dei votanti (77, in questo caso). Come da sempre accade, anche il progresso di questo Conclave si misurerà dunque in sfiati di fumo nero, in attesa di quello bianco e risolutivo. Per l’occasione, all’interno della Cappella sistina è stato allestito un apposito sistema di bruciatori, dove distruggere di volta in volta le schede dei votanti, gli appunti e i documenti relativi allo

    Continua »di La chimica della fumata
  • Hiv: la bambina ritenuta "guarita" con la terapia antiretrovirale

    Il caso è totalmente diverso da quello di Timothy Ray Brown - il paziente malato di leucemia e affetto da Hiv che in seguito a un trapianto di midollo osseo vennedichiarato libero dal virus – ma i risultati sono gli stessi, o quasi. Alla conferenza Retroviruses and Opportunistic Infections (Croi) di Atlanta è stato presentato il caso di una bambina, affetta da Hiv, che dopo aver ricevuto la terapia antiretrovirale (Art) precocemente, a poche ore dalla nascita, è stata dichiarata “funzionalmente guarita”. Ovvero, a mesi di distanza dalla fine della somministrazione della terapia non sono state più rivelate tracce del virus.

    ECCO I 50 INGREDIENTI CHE SI NASCONDONO NEL TUO CIBO

    La precauzione è d'obbligo, ma quanto annunciato ieri ad Atlanta potrebbe cambiare i metodi con cui i neonati affetti da Hiv vengono trattati, perché “si tratta di una prova di concetto che l'Hiv può essere potenzialmente curata nei bambini”, spiega alla Bbc Deborah Persaud, virologa del Johns Hopkins University di

    Continua »di Hiv: la bambina ritenuta "guarita" con la terapia antiretrovirale
  • Ruzzle, le parole per vincere

    Quali sono le parole che danno più punti a Ruzzle? La domanda non potrà mai avere una risposta univoca. Questo la sa bene chi gioca tanto a Ruzzle e spesso vede sbloccare punteggi molto alti con parole corte o, viceversa, punteggi bassi con lunghe parole scovate nel quadrato di lettere più presente negli smartphone di tutto il mondo.

    GUARDA LE FOTO PIÙ IMPORTANTI DI SEMPRE

    Da cosa è data dunque la variante? In primis sicuramente dalle famose lettere jolly che hanno il potere di raddoppiare o triplicare la singola lettera o la parola. Un vantaggio non da poco, che avevamo non a caso indicato al primo punto degli 8 consigli leali per vincere a Ruzzle.

    ECCO LE 50 INTELLIGENZE ARTIFICIALI PIÙ BRILLANTI

    Ma non dipende solo da questo: alcuni utenti ci segnalano che nell'ultimo dei tre round che costituiscono una partita di Ruzzle spesso e volentieri si resce a raggiungere un punteggio più alto: il motivo sarebbe una maggiore presenza di lettere jolly e un punteggio più alto per ogni singola

    Continua »di Ruzzle, le parole per vincere
  • Eurora, il supercomputer più efficiente al mondo

    euroraCasalecchio di Reno (BO) - Capita che da piccolo vedi su chissà quale rivista una foto di un supercomputer Cray e te ne innamori, perché è la cosa più vicina al futuro che tu abbia mai visto. E come potrebbe essere diversamente, tu al massimo hai una scatoletta in finta radica che fa muovere due linee sullo schermo che si palleggiano un quadrato, chissà cosa potresti fare con un supercomputer. Già la parola evoca scenari a base di astronavi a curvatura, tute spaziali e intelligenze artificiali a cui puoi parlare come fossero il tuo maggiordomo.

    I 100 MIGLIORI PRODOTTI TECH DI FEBBRAIO

    Poi, circa 20 anni dopo la sorte ti mette davanti a un supercomputer vero, un monolito ronzante illuminato di neon blu, un modello talmente avanzato da essere il più efficiente al mondo, quindi non solo è potente, ma consuma molto meglio degli altri. E la cosa più assurda è che per visitarlo non sei dovuto andare in un bunker segreto in mezzo al deserto ameticano o a bordo di un’astronave (purtroppo), ti

    Continua »di Eurora, il supercomputer più efficiente al mondo
  • Una nuova strategia per spegnere le cellule tumorali

    Le cellule affette da cancro perdono gran parte dei sistemi di controllo rispetto a quelle sane. Ciò che ne risulta è un ciclo vitale alterato che molto spesso sfocia in una sorta di immortalità, dovuta alla riduzione o all’assenza totale dei meccanismi che ne scandiscono la fine. Intervenire su questi sistemi di controllo per indurre la morte a queste cellule è una delle grandi sfide della lotta contro il cancro. Uno studio tutto italiano ha appena messo in luce il meccanismo che conferisce l’immortalità alle cellule di un tipo di tumore, il carcinoma del colon, smascherando per la prima volta chi accende e spegne l’interruttore che dà e toglie loro la vita. È una delle tante storie che si realizzano grazie all’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, che sabato 26 gennaio scenderà in oltre 2.500 piazze italiane con la campagna Le arance della salute.

    ECCO 50 CONSIGLI PER MANGIARE SANO E NON PESARE SUL PIANETA

    “Studiamo i mitocondri – ci racconta Paolo Pinton, professore

    Continua »di Una nuova strategia per spegnere le cellule tumorali
  • Il tessuto che non si macchia mai

    tessuto_che_non_si_macchia_8386Un tessuto fatto al 95% d’aria. O meglio, un prodigioso rivestimento – che può essere applicato a ogni tipo di abito – che non si macchia. Leggerissimo, quasi un’aura protettiva, su cui non attacca nulla: dal caffè all’alcol passando per l’olio, shampoo, sangue, vernice o acidi di vario genere. Insomma tutto quello che i chimici raccolgono sotto l’etichetta dei fluidi non newtoniani.

    GUARDA LE FOTO PIU' TOCCANTI DI SEMPRE

    Non è un sogno da supereroi – anche se l’Uomo senza macchia suonerebbe bene – ma una realtà messa a punto da un team di ricercatori dell’università del Michigan guidati da Anish Tuteja: “In realtà ogni tipo di liquido che gli si versa addosso scorre via senza bagnare il tessuto” ha detto lo scienziato, che insieme ai colleghi ha testato il rivestimento bombardandolo con più di 100 materiali diversi. Solo due sono riusciti a penetrare l’invincibile corazza: erano entrambi dei cfc, quelli usati nei frigoriferi e nei condizionatori. Insomma, non esattamente ciò con cui

    Continua »di Il tessuto che non si macchia mai
  • Scuola, una guida per le iscrizioni online

    scuolaSi salvano solo le scuole dell’infanzia. E solo per quest’anno. Oltre, ovviamente, a quelle private che mantengono in questo campo la loro autonomia organizzativa. Per il resto delle scuole dell’obbligo – e cioè primarie, ex elementari, e secondarie di I e II grado, cioè ex medie inferiori e superiori – è scattata dal 21 gennaio l’iscrizione online. Grazie alla circolare ministeriale varata prima di Natale dal Governo Monti nell’ambito della razionalizzazione delle spese della pubblica amministrazione, va dunque in pensione l’andirivieni invernale alle segreterie degli istituti. C’è tempo fino al 28 febbraio per inoltrare il documento attraverso il sito messo in piedi dal ministero dell’Istruzione, università e ricerca. Tuttavia, sono tanti i papà e le mamme che non hanno una connessione a internet o che non sono troppo sicuri delle procedure da seguire. Ecco un vademecum per non perdersi nel clic day

    50 PERSONE CHE STANNO CAMBIANDO IL MONDO

    Per iscrivere il proprio figlio è

    Continua »di Scuola, una guida per le iscrizioni online

Impaginazione

(329 articoli)
Ricerca