Wired

Troppo sport fa male?

La StramilanoD'accordo fare sport fa bene ma attenti a non esagerare. Secondo una nuova ricerca, riportata dalla rivista Mayo Clinic Proceedings, la partecipazione a gare di resistenza, maratone in primis, può causare seri danni al cuore, strappando le fibre muscolari. Così, mentre le maratone si moltiplicano in tutto il globo, testimonianza di uno sport pulito e ad impatto zero, i ricercatori americani lanciano un grido d'allarme in nome del buon senso: il corpo umano ha i suoi limiti e anche l'attività sportiva deve essere svolta con raziocinio. Ma si tratta di un eccessivo allarmismo?

Tutti i consigli per stare in forma e non pesare sul pianeta

Il ricercatore universitario James O'Keefe, cardiologo presso il Mid America Heart Institute of St. Luke's Hospital di Kansas City, afferma: "L'esercizio fisico, portato agli estremi, è come una droga potente. Entro un certo limite porta solo benefici ma se esagera, le prestazioni decrescono, si danneggia il proprio cuore e si accorcia persino la propria longevità".

Rendere il mondo più sostenibile? Ecco come

Il team di ricercatori statunitense ha svolto test di comparazione fra persone che si allenavano con gare di resistenza — maratone, triathlon, gare di bicicletta su lunghe distanze — evidenziando come l'esercizio fisico, svolto in modo stabile nel tempo, comporti considerevoli vantaggi in termine di salute rispetto a chi conduce una vita sedentaria. Ma quando O'Keefe e il suo team, hanno valutato i risultati degli atleti estremi, è apparso chiaro come gli effetti benefici fossero scomparsi, lasciando il posto all'agonismo estremo a detrimento del soggetto stesso.

I cibi più strani del pianeta. Guarda la gallery

I problemi deriverebbero dall'aumento della troponina, un enzima cardiaco rilasciato quando il cuore va in sofferenza e durante gli sforzi eccessivi e costanti — come una gara di resistenza estrema — si può incorrere nella rottura delle fibre muscolari cardiache. O'Keefe ha dichiarato che gli atleti di resistenza hanno un rischio "cinque volte maggiore di fibrillazione atriale o di avere alterazioni del battito cardiaco".

Carl Lavie, co-autore dello studio e direttore del centro di riabilitazione e prevenzione cardiaca John Ochsner Heart and Vascular Institute di New Orleans, ha dichiarato che "correre 16 — 24 km alla settimana è la soglia ottimale per avere solo benefici. Bastano 15-30 minuti al giorno di esercizio fisico costante e moderato, per stare bene. Se si esagera, invece, si corrono solo inutili rischi".

Ma Wired.it ha voluto comprovare la tesi, contattando un esperto italiano ovvero il dr. Cesare Albanese, cardiologo con specializzazione in medicina dello sport presso il rinomato centro Villa Stuart Sport Clinic — Istituto di Medicina dello Sport di Roma, attivo come unità operativa affiliata alla Federazione Medico Sportiva Italiana — Coni. «Dovremmo partire dall'assunto che l'attività sportiva, in soggetti con un cuore strutturalmente sano, non può arrecare danno, nemmeno se intensa. Viceversa se c'è una patologia, spesso misconosciuta, l'eccesso di attività fisica — o attività fisica intensiva — può arrecare danni.

Ovviamente l'attività fisica intensa comporta una maggiore incidenza di traumi muscolari e articolari ma, data per assunta l'integrità strutturale del cuore dell'atleta, l'attività fisica non dovrebbe poter arrecargli alcun danno permanente, come del resto attesta la letteratura scientifica. "È risaputo che il rilascio di troponina — prosegue Albanese — e della mioglobina, un altro componente del muscolo cardiaco, aumentano in relazione ad uno sforzo fisico ma ciò non comporta alcun danno permanente, a patto di garantire un adeguato tempo di recupero al muscolo cardiaco".

Infine il dr. Albanese conclude consigliando l'esercizio fisico equilibrato: "senza dubbio un esercizio fisico moderato non può far male al cuore, anzi, riduce tutti i fattori di rischio di eventi cardiovascolari futuri e per questo che cardiologi e medici dello sport lo caldeggiano a tutte le età".

Yahoo! Notizie - Semplici trucchi per tenersi in forma e vivere meglio: i consigli di Yes You Can!

Ricerca

Le notizie del giorno