BMW e MINI: a partire dal 2023 con interni vegani

(Adnkronos) - BMW e MINI saranno commercializzati con interni completamente vegani a partire dal 2023. Un cambiamento che sarà reso possibile grazie all’utilizzo e allo sviluppo di materiali innovativi con proprietà simili alla pelle.

L’utilizzo di materiali vegani sarà esteso anche sulle superfici dei volanti, una novità quella proposta dai marchi BMW e MINI volta a soddisfare anche il tatto, l’aspetto premium e la resistenza all’usura.

Il marchio dell’elica risponde così, grazie a questa novità esclusiva, alla domande del mercato di interni vegani e senza pelle, destinata nei prossimi anni ad aumentare soprattutto negli Stati Uniti, Cina ed Europa.

Il brand tedesco prevede di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, in tal senso assume un ruolo chiave la sostituzione delle materie prime di origine animale, con l’introduzione dei nuovi materiali per i volanti, la percentuale di componenti del veicoli che contengono tracce di materie prime di origine animale scenderà a meno dell’1% sui veicoli MINI e BMW.

Di conseguenza, questi materiali si troveranno solo in aree non visibili al cliente, ad esempio in varie sostanze cerose come la gelatina utilizzata nei rivestimenti protettivi, la lanolina nelle vernici, il sego come additivo negli elastomeri e la cera d’api come fondente per le vernici.

Uwe Kohler, Responsabile Sviluppo Carrozzeria, Rivestimenti Esterni, Interni del BMW Group ha dichiarato: “Con un volante realizzato con un materiale vegano di alta qualità, soddisfiamo i desideri dei nostri clienti che non vogliono scendere a compromessi in termini di aspetto, sensazioni e funzionalità. Questo materiale innovativo resiste all'usura causata dall'abrasione, dal sudore e dall'umidità e possiede tutte le proprietà desiderabili della pelle”.

Per raggiungere l'obiettivo della neutralità climatica, il BMW Group punta sull'utilizzo di elettricità verde nella produzione e nella catena di fornitura, su un aumento costante della percentuale di materiali secondari e materie prime naturali, su motori elettrici e a combustione altamente efficienti e su un alto tasso di riciclo in linea con i principi dell'economia circolare.