Bnpp Am e Cdp valutano impatto attività produttive su biodiversità

·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Cambiamento climatico, inquinamento, ma anche conflitti, epidemie e tanti altri fattori stanno mettendo a rischio la biodiversità del pianeta. Gli ecosistemi naturali sono in calo in media del 47% rispetto al loro stato primordiale e più di 31.000 delle specie animali e vegetali esaminate (il 27% del totale) sono a rischio estinzione. In più, dall'alba della civiltà umana a oggi è andato perduto l'82% dei mammiferi selvatici e, dalla preistoria, l'integrità biologica è in calo del 23%. Un quadro complesso, che richiede sforzi comuni anche da parte delle aziende e delle istituzioni. È proprio per questo che BNP Paribas Asset Management (BNPP AM) e la non-profit CDP (Carbon Disclosure Project) hanno annunciato una partnership per approfondire e favorire lo sviluppo di parametri comuni sulla reportistica aziendale relativa alla biodiversità. Due gli elementi su cui è necessario moltiplicare l'impegno, anche sotto il profilo degli investimenti sostenibili: l'acqua e le foreste.

Questa partnership mira ad accelerare il percorso di diffusione della rendicontazione aziendale ambientale, fattore fondamentale per il cambiamento, attraverso: l'incentivazione delle aziende a ridurre l'impatto sulla biodiversità causato dalle pratiche commerciali; la sensibilizzazione delle imprese e delle istituzioni finanziarie sui rischi di perdita della biodiversità per incrementare l'utilizzo della rendicontazione. BNPP AM e CDP, mettendo le istituzioni finanziarie nelle condizioni di prendere decisioni di investimento consapevoli della biodiversità sulla base di dati affidabili, contribuiranno alla conservazione della biodiversità e al mantenimento degli ecosistemi. La partnership si baserà sul crescente slancio sia nel mondo finanziario che in quello aziendale volto a comprendere le interconnessioni ambientali e rivoluzionare la rendicontazione dei dati sulla biodiversità. Si prevede inoltre che questa nuova modalità di rendicontazione incoraggerà il cambiamento nelle azioni delle aziende, favorendo quelle che gestiscono le risorse naturali in modo sostenibile riducendo gli impatti negativi sulle specie e sugli ecosistemi proteggendo la biodiversità.

(ITALPRESS).

ads/com