Bob Dylan, Pippo Franco: "Mio primo brano lo devo a lui"

·1 minuto per la lettura

"Devo a lui la scrittura del mio primo brano, 'Vedendo la foto di Bob Dylan'. E' una delle prime canzoni che ho composto all'interno di vasto reperto che giudico inconsueto, che mi ha portato un po' ovunque, presentato in un programma di Giorgio Gaber". E' il personale omaggio all'Adnkronos dell'attore Pippo Franco a Bob Dylan che lunedì prossimo compirà 80 anni.

"Interpretavo io stesso il brano, un cantante con un leggero tartagliamento. Sono sempre uscito fuori dagli schemi in un'epoca in cui si cantavano solo canzoni d'amore - ha aggiunto Pippo Franco - Era la storia di un conflitto familiare, tra un giovane di allora, in cui mi identificavo, e mio padre, che non riusciva a capire ed accettare i cambiamenti del mondo. Tutto trattato con ironia, con la musicalità di quegli anni".

Secondo Pippo Franco, "Bob Dylan è stato il primo ad inaugurare, con una genialità fuori di tutti gli schemi, un modo di essere che è passato alla storia. E' stato determinante - ha confessato - se non ci fosse stato lui la musica avrebbe percorso ben altre strade. Un pò come i Beatles, Bob Dylan ha lo stesso valore di quelli che hanno fatto le grandi rivoluzioni".

"E stato il creatore di un'epoca, anticipatore di quello che sarebbe accaduto dopo - ha aggiunto il grande attore- Lo sentivo vicino. Non dimenticava le tradizioni, la sua storia, proiettando nel futuro tutto quello che sarebbe cambiato. Lo ripeto - ha concluso- Ha segnato un'epoca, determinandola e aprendo tutte le porte".