Boccia alle Regioni: "Equilibrio uomo-donna in leggi elettorali"

webinfo@adnkronos.com

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia ha inviato una lettera alla Conferenza delle Regioni affinché "anche in vista della prossima tornata elettorale regionale, le Regioni inadempienti possano adeguare le rispettive leggi elettorali alle disposizioni di principio introdotte dalla legge del 2016 volte a garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini nei Consigli regionali". 

Nella lettera, l'esponente del Governo sollecita le Regioni interessate, "pur nel rispetto dell’autonomia loro riconosciuta dalla Costituzione", a "intervenire prontamente sulle rispettive legislazioni elettorali, al fine di promuovere le pari opportunità tra donne e uomini nell’accesso alle cariche elettive". 

Il ministro Boccia, riferisce una nota del dicastero, "ha dato seguito alle sollecitazioni pervenute dal gruppo di associazioni e di donne impegnate a vario titolo nelle istituzioni, nel sindacato, nel giornalismo, nelle libere professioni, negli organismi di garanzia, nel mondo dell'Università e della cultura, che da anni si occupano di diritti delle donne".