Boccia: a crisi politica Stato-Regioni risponde con unità e serietà

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 feb. (askanews) - Alla crisi politica la Conferenza Stato-Regioni deve rispondere "con unità, serietà e velocità". E' quanto è emerso dal vertice convocato per oggi pomeriggio dal ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, per fare il punto con le regioni sul nuovo piano dei vaccini a cui hanno partecipato anche il ministro della Salute, Roberto Speranza e il commissario straordinario per l'emergenza Domenico Arcuri.

"Siamo in una fase molto delicata sia dal punto di vista politico, ed è sotto gli occhi di tutti, ma soprattutto nella gestione dell'emergenza sanitaria. Con il ministro Speranza ci siamo confrontati sull'opportunità di questa Stato Regioni in una giornata così complessa ma abbiamo condiviso con il presidente Bonaccini e con molti presidenti, durante la giornata, che i tempi della crisi non sono compatibili con le risposte immediati e quotidiane dell'emergenza. A maggior ragione dobbiamo uscire dal confronto di oggi con la consueta leale collaborazione e una risposta unitaria". Così il ministro Boccia, a quanto si apprende, sottolineando che "chi siede qui ha il dovere di anteporre l'unità, la serietà e la velocità davanti a tutto nella campagna di vaccinazione e negli interventi sulle reti sanitarie regionali".