Boccia: l'autonomia regionale si deve fare subito

Ska

Roma, 27 dic. (askanews) - "L'autonomia si farà, approderà presto in Parlamento malgrado i tanti gattopardi". Lo afferma il ministro agli Affari regionali Francesco Boccia.

"Quando la mediazione serve a fare un passo avanti ci sono. Ma non baratto l'unità delle regioni e la fiducia tra i diversi livelli istituzionali con l'unità della maggioranza. Chi pensa sia meglio fare accordi d imaggioranza spaccando nord e sud non mi troverà disponibile. Alcuni credono di fare le riforme per dimostrare che le proprie bandierine sono miglioridelle altre", afferma Boccia in un'intervista alla Stampa.

Non c'è "nulla di insormontabile, ma se mi si dice prima si fanno i Lep, i livelli essenziali di prestazione - che comprendono istruzione, trasporto pubblico locale, assistenza e sanità - io rispondo che sono d'accordo. Ma se mi si dice, fissiamo i Lep e po ivediamo se firmare le intese, questo è solo un modo per perdere tempo. Io dico partiamo con i Lep, attiviamo le altre materie, via la burocrazia centrale per le autorizzazioni di qualunque tipo, dai rifiuti ai servizi pubblici per uno stato più forte e più snello. I gattopardi non sono una specie estinta. In alcune parti del sud c'è una classe dirigente che ha paura del cambiamento e finge di difendere il mezzogiorno. La riforma si basa su una perequazione senza precedenti, infrastrutturale e sui servizi, che premia tutti i sindaci, anche quelli delle aree interne e dimontagna e ditutto il sud.E fare questo significa far saltare glischemi, quindi bisogna accelerare".