Boccia: nell’emergenza Covid siamo diventati corpo unico dello Stato

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 feb. (askanews) - "Nell'emergenza Covid siamo diventati un corpo unico dello Stato. Grazie alle Regioni per la continua e leale collaborazione". Così il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, secondo quanto si apprende, ha concluso l'ultima Conferenza Stato-Regioni del governo Conte bis.

"Sono stati mesi intensi, a volte anche drammatici e sempre molto complessi. Insieme abbiamo dovuto assumere decisioni continue e difficili. Solo nel 2020 abbiamo approvato 122 intese istituzionali e 237 provvedimenti. Numeri senza precedenti che danno il senso del lavoro comune fatto", ha sottolineato Boccia.

"Il Paese nei rapporti Stato-Regioni è stato messo a dura prova dalla pandemia e ne esce rafforzato. Grazie ai Presidenti e al personale della Conferenza delle Regioni che con gli uffici della Salute, del Mef, degli Affari regionali, della Protezione civile e del Commissario all'emergenza sono diventati un corpo unico", ha continuato Boccia, secondo quanto si apprende.

"Il lavoro di questi mesi nella Conferenza Stato-Regioni è l'esempio della leale collaborazione praticata nei fatti che ci ha sempre chiesto il presidente Mattarella. Indipendentemente dal destino di ognuno di noi manteniamo fermo l'impegno di difendere sempre il rapporto Stato-Regioni-Enti locali onorando il Paese e la Repubblica", ha detto ancora il ministro Boccia.

Sulla stessa lunghezza d'onda il ministro della Salute, Roberto Speranza. "Abbiamo difeso e onorato insieme le istituzioni; non il governo o le Regioni, ma la Repubblica, come dice l'articolo 32 della Costituzione 'La Repubblica tutela la salute'. Questo è stato il nostro impegno e lo abbiamo fatto sempre tutto insieme e per questo vi sono grato".

Anche il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini ha ringraziato i ministri Boccia e Speranza "per il grande impegno e la disponibilità senza sosta" mostrati in questi mesi. Bonaccini al termine della Conferenza Stato-Regioni ha ringraziato Boccia per essere stato sempre al fianco delle Regioni e per aver costruito in un anno difficile e drammatico, con Speranza, un raccordo permanente con tutte le Regioni. "Un grazie sentito a nome di tutti i presidenti per il lavoro comune che non dimenticheremo mai", ha detto Bonaccini.