Boccia: su concessioni Autostrade non escludo nulla, revoca o multa

Red/Cro/Bla

Roma, 9 gen. (askanews) - Sulle concessioni ad Autostrade per l'Italia "non voglio tirare somme, perché voglio aspettare l'istruttoria che Paola De Micheli presenterà in Consiglio dei Ministri. Conoscendo il suo rigore, consiglierei a tutti di aspettare l'istruttoria e poi ci esprimeremo. Non escludo nessun risultato, lo vedremo insieme quando avremo letto l'istruttoria. Non ho mai fatto analisi per slogan e non inizierò certo oggi. Non si può non tenere conto del fatto che ci sono aziende che non possono saltare per aria semplicemente per un totem. Se gli errori che sono stati fatti sono stati così macroscopici da porre una revoca, si seguirà quella strada. Se invece sono state fatte cose che possono consentire, attraverso una multa, il pagamento, non solo del ponte, ma anche di risarcimenti adeguati, faremo quello che è giusto fare nell'interesse del Paese e non nell'interesse di una forza politica o dell'altra". Lo ha detto a Start, su Sky TG24 il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia

"Voglio dire con chiarezza ai colleghi del M5S - ha spiegato Boccia - che qui nessuno ha la verità in tasca e tutti stiamo lavorando per costruire meccanismi che consentano ai cittadini di vedere i loro diritti rispettati: abbiamo bisogno di autostrade più sicure e che costano meno e chi ha sbagliato deve pagare. Ovviamente sono in ballo decine di migliaia di posti di lavoro e il riconoscimento di diritti sacrosanti delle famiglie che hanno avuto dei danni".