Bocciato emendamento sui tamponi rapidi nelle parafarmacie

·1 minuto per la lettura
Test rapidi
Test rapidi

L’emendamento di Gianluca Castaldi per i test rapidi nelle parafarmacie è stato bocciato. Il voto della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

Test rapidi nelle parafarmacie, emendamento bocciato: “I tamponi si devono poter effettuare anche nelle parafarmacie”

Gianluca Castaldi, senatore del Movimento 5 Stelle, ha commentato la bocciatura dell’emendamento al decreto Covid di cui era primo firmatario, in cui veniva chiesta la possibilità di poter estendere alle parafarmacie il modo di effettuare tamponi rapidi. “I tamponi rapidi per il Covid 19 si devono poter effettuare anche nelle parafarmacie e la battaglia del Movimento 5 Stelle andrà avanti. Purtroppo, Italia Viva e centrodestra hanno scelto di bocciare un emendamento al decreto senza valide motivazioni, se non quella di difendere un ordine professionale” ha dichiarato.

Test rapidi nelle parafarmacie, emendamento bocciato: “Un passo avanti fondamentale”

Un emendamento che, vista l’alta richiesta di test da parte dei cittadini, causata dall’aumento dei contagi, avrebbe permesso un passo avanti fondamentale. È tempo di rispondere alla disponibilità delle parafarmacie e ampliare la possibilità dei cittadini di fare test antigenici rapidi. Lo screening è una parte fondamentale della gestione della pandemia. Oggi avremmo potuto renderlo più forte” ha aggiunto Gianluca Castaldi. L’emendamento della senatrice Loredana De Petris, di Leu, formulava la stessa richiesta ed è stato bocciato in Commissione Affari Costituzionali.

Test rapidi nelle parafarmacie, emendamento bocciato: “Non ci arrendiamo”

Il senatore ha spiegato come è andata la vicenda. “Sarebbe stato un aiuto alla popolazione, in fila davanti alle farmacie, e un aiuto anche ai farmacisti che non riescono a sopperire a questa mole di lavoro. Abbiamo concordato l’emendamento col governo, ottenendo il parere favorevole sia del relatore, di Forza Italia, che del governo” ha dichiarato. L’emendamento ha ricevuto 11 voti a favore e 13 contro. “Ironia della sorte è che il relatore, dopo aver dato parere favorevole, ha poi votato contro” ha aggiunto Castaldi, che ha promesso che “continueremo a battagliare anche su questo argomento. Non ci arrendiamo“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli