Bocciato progetto per biometano nel Messinese, Legambiente "vergogna"

Redazione
·1 minuto per la lettura

MESSINA (ITALPRESS) - "Non vediamo l'ora di conoscere le motivazioni che hanno portato la commissione regionale VIA - VAS a bocciare l'impianto di digestione anaerobica proposto dalla società A2A a San Filippo del Mela: si dice per 'ragioni legate all'impatto ambientale' per una struttura da realizzare in una zona industriale. Davvero molto strano". Così Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia, in merito al progetto per produrre biometano e compost di qualità a San Filippo del Mela, nel Messinese.

"Tra l'altro - aggiunge - con il paradosso che, nelle stesse ore la Commissione non boccia l'inceneritore dei Leonardi (Sicula Trasporti) - rinviati a giudizio nei giorni scorsi per la loro pessima gestione dei rifiuti nella discarica di Lentini, dove dovrebbe sorgere questo assurdo nuovo impianto - ma chiede un supplemento di documentazione. Tra l'altro, potremmo aggiungere, perfino il danno e la beffa per la A2A, dopo che siamo riusciti a convincerli ad abbandonare il loro progetto per l'inceneritore e lavorare per quell'impianto che produrrebbe biometano e compost di qualità".

"Siamo davvero sconcertati da questo modo schizofrenico di non portare avanti una programmazione coerente e seria per realizzare gli impianti per la gestione virtuosa dei rifiuti in Sicilia - prosegue Zanna -. Abbiamo sempre più conferme che tutto questo modo scellerato di fare ci porti alla fine all'unica strada possibile e che da tempo tanti altri stanno lastricando: per adesso solo ancora discariche, per poi passare agli inceneritori.

Una vera vergogna!".

(ITALPRESS).

vbo/com