Bocelli, Alessandro Gassmann: "35mila morti per Covid, rispetto"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"In Italia 35.000 morti per covid". E' il laconico tweet con cui Alessandro Gassmann si esprime dopo le parole pronunciate da Andrea Bocelli in un convegno a Roma. L'attore abbina al messaggio gli hashtag #Bocelli e #rispetto.

LEGGI ANCHE: Cosa hanno detto Salvini, Sgarbi e Bocelli al convegno sul Covid al Senato

VIDEO - Bocelli: “Umiliato e offeso da lockdown, dubbi su pandemia”

Nel convegno 'Covid-19 in Italia: tra informazione, scienza e diritti', evento al centro di polemiche in seno alla comunità scientifica italiana, Bocelli è intervenuto con considerazioni che non sono passate inosservate. "Mi sono sentito umiliato e offeso come cittadino quando mi è stato vietato di uscire di casa. Devo anche confessare, e lo faccio qui pubblicamente, di aver anche in certi casi disobbedito volontariamente a questo divieto perché non mi sembrava giusto né salutare", ha detto Bocelli riferendosi al lockdown. "Ho visto che le cose non erano così come ci venivano raccontate e i primi confronti li ho avuti in casa, sono stato fustigato quando ho cominciato a esprimere qualche dubbio su questa cosiddetta pandemia. I primi a attaccarmi sono stati i figli, 'Pensa alla Tosca e lascia stare i virus'... Non conoscevo nessuno finito in terapia intensiva, tutta questa gravità...", ha aggiunto Bocelli.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, bufera sui social per le parole di Bocelli

GUARDA ANCHE - Chi è Andrea Bocelli?